Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
IoT

Recensione Amazon Echo Dot

Assistente Vocale
Alexa
Wi-Fi
Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac da 2,4 e 5 GHz
Bluetooth
Si, A2DP
Microfoni
Si

Amazon offre molti dispositivi per accedere al suo assistente vocale Alexa. Echo Dot, il più economico, Echo, Echo Plus ed Echo Spot, oltre a una serie di dispositivi di altre marche, come lo One di Sonos. In questa recensione ci occuperemo di Echo nella sua versione base, ma stiamo provando anche tutti gli altri dispositivi e realizzeremo anche una guida all’acquisto specifica, quindi se siete curiosi di scoprire tutte le informazioni sui vari prodotti, non perdetevi le altre nostre recensioni.

Cosa fa Alexa

Prima di buttarci sulla recensione di Echo Dot, ricordiamo cos’è e cosa permette di fare Alexa.

È un assistente vocale, cioè un’intelligenza artificiale in grado di riconoscere le vostre domande, poste in linguaggio naturale. Cioè non dovrete inviare dei comandi estremamente precisi, ma parlargli come fareste con un’altra persona. Ovviamente non è in grado di rispondere a tutte le vostre domande ed esaudire tutti i vostri desideri, ma la quantità di azioni che può già fare è oggi soddisfacente.

Dalla semplice domanda “Che ora è?” a “Come sarà il tempo domani?”, potrete chiedere ad Alexa di aggiungere un prodotto alla lista della spesa, che poi vi ritroverete sull’App dello smartphone. Potrete chiedergli di mettere della musica, riproducendola da un servizio di streaming come Spotify o Amazon Music, o controllare un dispositivo per la Smart Home, come il termostato o una lampadina.

Alexa permette anche di dialogare con altri utenti che dispongono di un dispositivo Echo. Ad esempio potrete chiedergli “Alexa manda un messaggio a David”, e poi dettare il messaggio, che verrà recapitato sui dispositivi Echo di David, o sull’applicazione per smartphone se il destinatario non sarà in casa. Potrete anche effettuare delle chiamate o videochiamate direttamente tra Echo.

Infine ci sono gli skill, cioè capacità che si possono attivare e che gli sviluppatori di applicazioni possono integrare nelle loro App per renderle compatibili con Alexa. Qui trovate una lista delle Skill oggi disponibili.

Echo Dot, come è fatto

È il più piccolo e quindi meno ingombrante, una porzione dell’Echo Plus, di cui riprende tutta la parte superiore, inclusa la superficie in plastica con quattro tasti (volume, attivazione assistente, disattivazione microfoni), nonché l’anello luminoso che corre tutto attorno alla circonferenza.

Salta subito all’occhio come i microfoni siano in numero minore, quattro in questo caso. Tuttavia non abbiamo notato prestazioni inferiori sotto il punto di vista del riconoscimento della voce.

La copertura esterna è sempre in tessuto, ed è disponibile in tre colori, grigio chiaro, grigio scuro e una tonalità di mezzo. Il connettore per l’alimentazione è dietro, vicino a quello da 3.5mm per l’audio, che permette di connettere Echo Dot a un altro altoparlante.

La dotazione tecnica è ridotta la minimo, ma ciò non significa che offra meno degli altri prodotti. Ha sempre il Wi-Fi, il Bluetooth, tutte le funzioni di Alexa, permette di effettuare streaming di musica grazie all’altoparlante integrato e permette di controllare i dispositivi smart compatibili.

Differentemente da Echo Plus, ma similmente agli altri Echo, non integra un termometro, il jack audio funziona solo come uscita, e non è compatibile con ZigBee per il controllo domotico dei dispositivi compatibili.

Prestazioni audio

Non è confrontabile agli altri Echo in termini di qualità audio, al punto tale che Amazon stessa non pone molta enfasi su questa caratteristica. Ciò nonostante le prestazioni, in termini di volume e qualità, sono idonee per sonorizzare una stanza di piccole dimensioni.

Probabilmente non è nemmeno lo smart speaker tramite cui ascoltare un intero album del vostro artista preferito, ma, per riprodurre della musica rilassante di sottofondo o un po’ di musica Pop mentre vi fate la doccia, andrà più che bene.

Non potrete abbinare Echo Dot ad altri Echo, come avviene con il Plus.

Verdetto

Dot è il dispositivo Echo più economico. Al prezzo di 59 euro avrete accesso all’assistente Alexa nella sua completezza, potrete chiedere di riprodurre una canzone da un servizio di streaming, controllare un dispositivo Smart compatibile o fare domande generiche.

La qualità audio non è tale da consigliare Dot come dispositivo se per voi la musica è importante. In questo caso sarà meglio optare per Echo, o ancora meglio per Echo Plus. Tuttavia la qualità e la potenza del volume è sufficiente per sonorizzare una stanza di piccole dimensioni con una musica di sottofondo.

Se la vostra necessità e accedere ad Alexa e alle sue funzionalità, nella maniera più economica possibile, Echo Dot è quello che fa per voi. Potreste anche scegliere Echo Dot se non siete molto convinti dell’utilità che un assistente vocale può portare nella vostra quotidianità, e poi espandere l’ecosistema se vi riterrete soddisfatti con altri prodotti.

Potete acquistare Amazon Echo Dot su e gli altri dispositivi Echo su Amazon!