Auto

Ferrari torna a Le Mans: in arrivo una nuova hypercar stradale

Ad oltre 50 anni dal ritiro dalla competizione più famosa al mondo, il marchio di Maranello conferma l’intenzione di voler gareggiare di nuovo contro i moderni mostri sacri che negli ultimi anni hanno primeggiato nel campionato. Si tratta di una notizia shock e del tutto inaspettata e anticipa, quindi, l’arrivo di una nuova hypercar stradale.

La decisione di competere nella top class del Mondiale Endurance è giunta in seguito ad un’attenta analisi voluta da Lapo Elkann. Dopo aver scartato numerose ipotesi come l’Indycar, il marchio del Cavallino ha deciso di prendere al volo l’occasione di competere della gara più difficile al mondo. Nessuna indiscrezione sul nome della futura vettura LMH o sull’inizio dei collaudi in pista: tutte informazioni che giungeranno solo in un secondo momento entro, ovviamente, il debutto atteso per il 2023.

In aggiunta a Le Mans, Ferrari da regolamento FIA World Endurance dovrà produrre una controparte stradale in almeno 20 esemplari per due anni. È prevedibile quindi attendere una nuova hypercar iconica capace di eclissare la potenza e le prestazioni delle ultime due astronavi di Ferrari: LaFerrari e Enzo. I clienti più fedeli e appassionati sperano già di trovare informazioni a riguardo ma, come sappiamo, Ferrari è sempre molto riservata su questo genere di piani.

Considerati gli ultimi sviluppi nel settore e la necessità di produrre veicoli elettrici (o ibridi), diventa assai probabile che Ferrari possa introdurre una hypercar più volta al settore green ma ugualmente in grado di battere le prestazioni delle precedenti vetture. LaFerrari montava un propulsore ibrido V12 da 6,2 litri erogante 800 CV termici e 163 CV elettrici derivati da un sistema di recupero di energia (HY-KERS). Si trattava di un vero e proprio razzo in grado di bruciare lo 0-300 km/h in appena 15 secondi. La nuova hypercar stradale si inserirà nel medesimo segmento di Aston Martin Valkyrie, Glickenhaus 007 LMH e Toyota GR010 Hybrid.