Tecnologia a bordo

Preparatevi per le pubblicità nell’infotainment, arriva il brevetto di Ford

Siamo sempre favorevoli agli sviluppi tecnologici sia su larga scala sia riguardanti (naturalmente) il settore dell’automotive; negli ultimi anni la tecnologia ha fatto passi da gigante permettendoci, con qualche difficoltà, di raggiungere livelli di guida (quasi) autonomi. Nella giornata di ieri, pressoché in sordina, Ford ha brevettato un sistema di rilevamento dei cartelloni pubblicitari capace di riproporre le stesse pubblicità all’interno dell’infotainment della vettura.

I cartelloni pubblicitari rappresentano un modo efficace per incentivare un guidatore nell’acquisto di un bene o un servizio; un chiaro esempio è rappresentato dai cartelloni dei fast food che ci invogliamo a fare uno spuntino lungo la strada o entrare in un determinato negozio per approfittarne della scontistica vista lungo la strada. Quello che i cartelloni pubblicitari non sono in grado di fornire, per tempo e difficoltà di lettura, sono le informazioni dettagliate come un numero di telefono, un indirizzo o un sito Web e via discorrendo. Le ragioni sono piuttosto chiare: il cartellone non è visibile da molto vicino e le informazioni inseribili in quei metri quadri sono estremamente diluite.

Questo è il problema che Ford sta cercando di risolvere con il nuovo sistema che sta brevettando, sebbene il potenziale sia più ampio di quello inizialmente immaginabile. La maggior parte dei veicoli moderni sono dotati di numerose telecamere che catturano tutto quello che accade nell’ambiente circostante così da fornire al conducente una visuale esterna chiara, precisa e costantemente aggiornata. Quello che Ford intende fare è sfruttare le telecamere per catturare (leggere) i cartelloni pubblicitari che si incrociano e utilizzare il riconoscimento delle immagini per iniettare una copia dell’annuncio sugli schermi dell’infotainment, in modo che sia visibile al guidatore e ai passeggeri più a lungo. Il sistema analizzerebbe, inoltre, in modo intelligente il contenuto del cartellone e genererebbe collegamenti ipertestuali per consentire un primo contatto in maniera rapida ed immediata.

Al momento non è chiaro come verrà implementato e se sarà necessario un preciso standard affinché il sistema brevettato da Ford sia capace di leggere la segnaletica. Un domani, forse, potreste aver la possibilità di ricevere uno sconto sull’acquisto della vostra berlina dell’ovale blu se sarete disposti a supportare qualche pubblicità aggiuntiva, un po’ come Amazon ha fatto con il lettore di eBook Kindle. A differenza dei cartelloni pubblicitari che generalmente siamo abituati ad evitare con lo sguardo, dei messaggi di marketing sullo schermo dell’automobile sarebbero ben difficili da ignorare, inoltre il sistema brevettato potrebbe diventare presto estremamente distraente.

Ai microfoni di Motor1, Ford ha precisato che giornalmente vengono brevettate una serie di nuove tecnologie che non necessariamente arrivano in maniera concreta su strada. Si tratta di una risposta che pur essendo vera appare piuttosto evasiva. Di questo passo non ci sorprenderebbe sapere se qualcuno arrivasse ad inventare una sorta di AdBlock anche per automobili.