Auto

Tesla Autopilot, restrizioni in seguito all’update del software Europeo

Tesla Autopilot sembrerebbe avere in serbo spiacevoli novità per tutti gli utenti possessori di  Model X e Model S, siti in Europa. L’azienda californiana, stando alle vigenti leggi europee, dovrà necessariamente applicare alcune restrizioni inerenti al sistema Autopilot di cui le auto sopra citate sono dotate.

A tal fine, Tesla ha informato tutti gli utenti in merito alle modifiche che il nuovo aggiornamento del software (versione 2019.40.2.2) apporterà alle funzioni del sistema Autopilot. L’azienda di Elon Musk è ben conosciuta per tecnologie ed hardware avanzati in grado di offrire le nuove tecnologie ed assicurando continue ottimizzazioni grazie ad aggiornamenti del software. Ciò nonostante, le funzioni offerte inerenti la guida autonoma si diversificano a seconda delle norme dello Stato in cui la vettura viene acquistata. Pertanto, nonostante possa risultare spiacente, le normative europee obbligano all’applicazione di alcune limitazioni sulle attuali funzioni del Pilota automatico, soprattutto per motivi di sicurezza.

É ormai noto che le funzioni offerte dall’Autopilot sono state progettate per offrire esperienze di guida ottimizzate nonostante la necessità di intervento e supervisione del conducente. Al momento, però, gli utenti europei avranno a disposizione un software con ulteriori limiti di funzionalità.

Le limitazioni riguarderanno le seguenti modifiche:

  • Il cambio di corsia automatico sarà limitato per l’uso su strade divise con due o più corsie di traffico in entrambe le direzioni.
  • Una volta attivato il cambio automatico di corsia e selezionato l’indicatore di direzione, l’auto attenderà almeno un secondo e mezzo prima di iniziare il cambio di corsia e attenderà fino a cinque secondi prima di annullare se il sistema non è stato in grado di effettuare il cambio di corsia.
  • La rotazione del volante è limitata quando autopilot è in uso. Ciò può influire sulla capacità dell’auto di manovrare le curve o di rimanere nella sua corsia, richiedendo di agire.
  • La funzionalità “Summon” potrà essere attivata solo entro sei metri dalla posizione del veicolo.
  • Si riceverà un promemoria se il sistema non rileva le mani sul volante per 15 secondi.

A fronte di tutto ciò, non è da escludere la totale delusione per i molti utenti che vedranno le loro vetture Tesla diminuire di potenzialità. L’auspicio è che l’azienda riesca, in un futuro, ad ottenere nuove funzioni approvate nelle normative europee.