Cinema e Serie TV

Batman Forever, Val Kilmer ricorda la frustrazione provata sul set

Prima di Ben Affleck e Robert Pattinson, un altro attore ha vestito i panni di Batman in un film a lui dedicato: Val Kilmer, protagonista di Batman Forever, ha infatti interpretato il Cavaliere Oscuro nella pellicola diretta dal compianto Joel Schumacher nel 1995. Impostato come una sorta di sequel di Batman: Il Ritorno di Tim Burton (nonostante ne prendesse seriamente le distanze, anche dal punto di vista concettuale ed estetico) il film era di fatto il terzo capitolo del franchise, proseguito e concluso poi con Batman & Robin, uscito nel 1997 (qui in offerta speciale).

Batman Forever

Kilmer ha ora ricordato la sua partecipazione alla pellicola nel corso del documentario incentrato sulla vita e la carriera dell’attore, Val, disponibile su Amazon Prime Video. L’attore statunitense ha infatti portato a galla una certa frustrazione provata sul set del film diretto da Schumacher, sottolineando tra le varie cose le difficoltà vissute nell’indossare il costume di Batman oltre a un certo senso di inferiorità nei confronti di un cast stellare che includeva professionisti del calibro di Tommy Lee Jones e Jim Carrey (rispettivamente nei panni di Harvey Dent/Due Facce ed Edward Nigma/Enigmista).

Il documentario, che vede anche la presenza del figlio di Val Kilmer, Jack, racconta che l’attore protagonista era scioccato e incredulo, visto che per gli standard di Hollywood interpretare Batman era un sogno che si avverava (qui la notizia). Una volta indossato il costume, però, l’impossibilità di muoversi liberamente e una certa sensazione di isolamento ha creato una situazione parecchio frustrante per Kilmer, il quale ha compreso che il suo ruolo nel film era solo quello di presentarsi e fare ciò che gli era detto di fare. Kilmer si sarebbe anche lamentato del fatto che gli altri co-protagonisti, inclusi i villain, non fossero gravati dall’indossare una maschera (e che quindi la loro interpretazione fosse molto più autoriale e genuina) restituendo all’attore la sensazione di aver preso parte a una soap opera, specie le parti in cui recitava al fianco di Nicole Kidman.

Vero anche che Kilmer ha però sottolineato il suo forte legame verso il personaggio di Batman, visto che quando era in seconda elementare la sua famiglia è stata invitata sul set dell’allora celebre serie televisiva con Adam West dedicata al Crociato Incappucciato, ricordando con particolare affetto il momento in cui suo padre che lo ha preso in braccio per metterlo all’interno della storica Batmobile degli anni ’60. Ricordiamo in ogni caso che il Cavaliere Oscuro tornerà al cinema in The Batman, il nuovo film di Matt Reeves con Robert Pattinson nei panni del protagonista, oltre alla “doppia” presenza dei Batman di Michael Keaton e Ben Affleck in The Flash, diretto da Andy Muschietti.