Libri e Fumetti

Seven Secrets: sette segreti per proteggere l’umanità

Cosa può esserci di più pericoloso di un segreto inconfessabile, pronto a essere rivelato al mondo? Sette segreti, probabilmente. O almeno è quanto ha pensato Tom Taylor, che proprio partendo da questa idea ha imbastito Seven Secrets, serie a fumetti pubblicata Boom! Studios, portata in Italia da Edizioni BD. La collaborazione tra la casa editrice nostrana e la sua controparte americana ha già mostrato di poterci offrire delle avventure di grande fascino come Li troviamo solo quando morti (rileggete la nostra recensione), ma la varietà del catalogo di Boom! Studios può rivelarsi un nuovo punto di forza di Edizioni BD, che con Seven Secrets propone un’avventura in cui mistero e azione si intrecciano alla perfezione.

seven secret 2

Inutile negare che quando ci si presenta con una storia a base di intrighi e segreti, il lettore rimane inevitabilmente affascinato. Un’attrattiva che deve però essere ripagata con una trama che sappia dosare a dovere ogni componente di un mistery, intessendo legami forti tra i protagonisti e che riesce a rivelarsi sempre solida a ogni passo. Gestire un mistero, infatti, non è semplice, non basta giocare sul non detto o sul depistaggio, i personaggi che ruotano attorno a questo arcano devono agire di conseguenza. Taylor, dunque, ha dovuto trovare un equilibrio narrativo in cui la riservatezza venga vissuta anche sul piano personale dai protagonisti.

Seven Secrets: misteri e azione

Non potrebbe essere diversamente, visto che al centro di Seven Secrets ci sono gli agenti dell’Ordine, una società segreta che da secoli si è fatta custode di Sette Segreti la cui rivelazione potrebbe sconvolgere il mondo come lo conosciamo. Per preservare questi inquietanti misteri, l’Ordine addestra dei giovani affinché li custodiscano, nel ruolo di Detentore, ossia colui che materialmente vive in simbiosi con il Segreto affidato, e di Custode, la persona che a costo della propria vita deve proteggere il Detentore. Sette coppie di guardiani, quindi, sparsi per il mondo e disposti a tutto pur di impedire che il Segreto loro affidato venga rivelato.

seven secret 2

Una missione che Eva e Sigurd, Detentrice e Custode, hanno osservato per tutta la vita, anche a costo di sofferte rinunce personali, ma che ora li ha portati a una resa dei conti finale. Qualcuno ha deciso di attaccare l’Ordine, impossessandosi dei Segreti, e il primo attacco viene portato su territorio inglese, dove Eva e Sigurd devono sventare questo pericolo. Un attacco che viene sventato solo con un grande sacrifico, ma che porta l’Ordine a comprendere di essere nel mirino di qualcuno che sa molto, forse troppo dei segreti di una congrega che ha fatto del suo anonimato il proprio punto di forza.

L’attacco a Londra è il punto di partenza di un’avventura che porterà una rivoluzione nella vita di Caspar, giovane recluta in addestramento presso la sede dell’Ordine, a Venezia. Caspar non ha idea di chi siano i suoi genitori, come molte reclute è un orfano la cui assenza di legami è considerata una prerogativa per divenire Detentori o Custodi. Dotato di un’intelligenza arguta e di tutti i tratti tipici di uno scavezzacollo. Caspar non immagina che il futuro dell’Ordine sia affidato a lui, un peso che sarà accompagnato anche dalle rivelazioni sul suo passato, mettendo duramente alla prova il suo spirito.

seven secret 4

Tom Taylor non si focalizza sui Sette Segreti come unico mistero, ma li rende parte di un meccanismo narrativo in cui a dominare sono le rivelazioni sui misteri dei protagonisti. Utilizzando mirabilmente il concetto di anaffettività imposto dall’Ordine, Taylor mostra invece una necessità di creare dei legami anche tra persone che hanno fatto del loro anonimato un leit motif. Sin dalle prime batture di Seven Secrets, infatti, i segreti che vengono rivelati sono conseguenze di una mancata aderenza agli stringenti dettami dell’Ordine in materia di relazioni personali che potrebbero fare invidia alle limitazioni vissute dai Jedi di Star Wars.

Una grande avventura action

Lavorando sul contrasto tra necessità operativa e animo umano, Taylor crea dei punti di rottura credibili, anima una vicenda in cui il ritmo forsennato di un action movie lascia il giusto respiro alla costruzione emotiva dei personaggi, con dei piccoli colpi di scena che, pur non togliendo il fiato in termini di plot twist, riesce a creare un tessuto narrativo emotivamente appassionante, e complessivamente credibile.

La narrazione imposta da Taylor necessitava di un interprete visivo che sapesse cogliere sia le ricche sfumature emotive dei personaggi che questa anima profondamente action di Seven Secrets. Il nostro Daniele Di Nicuolo, già apprezzato oltreoceano per il suo eccellente lavoro, si fa portatore della verve narrativa dell’autore, orchestrando delle tavole in cui mostra nuovamente la sua impeccabile padronanza della fisicità dei personaggi. In un racconto dinamico come quello di Seven Secrets, il corpo dei protagonisti è uno dei principali strumenti narrativi a disposizione, deve trasmettere non solo l’adrenalina degli scontri ma anche i piccoli vezzi che denotano la personalità dei diversi attori di questa avventura. Di Nicuolo non si limita quindi a tratteggiare l’esplosiva muscolarità dei personaggi durante gli scontri, ma cura con attenzione anche le espressioni dei volti, una dimostrazione di empatia che trova la sua massima espressione nella caratterizzazione di Canto, personaggio che nonostante indossi sempre una maschera (che sia uno dei tanti segreti?) ha una sua splendida emotività resa grazie al linguaggio verbale.

seven secret 5

Di Nicuolo riesce a inserire tutto questo in tavole in cui la geometria della composizione è sempre studiata per enfatizzare la narrazione, dalla divisione classica per dare vita a un racconto visivo ampio dedicato alla costruzione emotiva sino a una scansione dei tempi rapidi che si presenta con una dinamica delle tavole orizzontale volta a imprimere movimento e rapidità. A dare ulteriore personalità intervengono gli accesi colori di Walter Baiamonte (supportato da Katia Ranalli e Joan Moldez Oday), che mostrano una palette cromatica sempre in linea con le suggestioni emotive ritratte e capace di sfruttare al meglio elementi ambientali, come durante il toccante dialogo tra Caspar e Sigurd, per creare dei momenti davvero emozionanti.

Tutti questi elementi concorrono nel rendere Seven Secrets una lettura che sin da questo primo volume lascia intendere come ci si possa aspettare grandi rivelazioni per i prossimi capitoli. Edizioni BD ha scelto di pubblicare l’avventura di Caspar su una carta che esalta la colorazione accesa, preservando intelligentemente uno dei tratti fondamentali della proposta di Boom! Studios, offrendo ai lettori un volume semplice, con una quantità risicata di extra, ma che presenta al meglio questo avvincente fumetto action.

Seven Secrets – Vol. 1


Seven Secret è un fumetto ricco d'azione, in cui, segreti che non possono esser rivelati, diventano un punto di partenza per un'avventura in cui un giovane orfano scopre le sue origini, cercando di salvare il mondo. Una storia emozionante e ritmata, magnificamente disegnata e che lascia ben sperare per la sua prosecuzione.

Pro

  • Storia affascinante firmata da Tom Taylor
  • Perfetto bilanciamento tra action e costruzione emotiva
  • Daniele di Nicuolo interpreta magnificamente la trama di Taylor
  • Colori affascinanti

Contro

  • Qualche contenuto extra sarebbe stato gradito