Tom's Hardware Italia
Monitor

DisplayHDR True Black, la specifica VESA per OLED e microLED

La Video Electronics Standards Association (VESA) ha introdotto il nuovo standard DisplayHDR True Black. Ecco di cosa si tratta.

La Video Electronics Standards Association (VESA) ha introdotto il nuovo standard DisplayHDR True Black, una variante del DisplayHDR annunciato lo scorso anno. “True Black” è stato ottimizzato per le tecnologie “emissive display”, tra cui i futuri schermi organic light emitting diode (OLED) e microLED.

DisplayHDR True Black copre livelli di nero profondi fino a 100 volte in più della specifica attuale, una gamma dinamica maggiore e un miglioramento di quattro volte nel tempo di salita (rise time) rispetto alla specifica DisplayHDR 1000.

Sugli schermi LCD quello che è considerato nero è in realtà una tonalità di grigio scuro, ovvero è il risultato di una leggera perdita di luce comune a questi display. VESA ha definito la nuova specifica DisplayHDR True Black con i display emissivi in mente per portare il livello di nero permesso fino a 0,0005 cd/m2 – il livello più basso misurabile dai colorimetri.

Per giocatori e cinefili che fruiscono dei contenuti in ambienti con illuminazione soffusa, gli schermi che aderiscono alla nuova specifica della VESA possono fornire un dettaglio delle ombre incredibilmente accurato e un aumento enorme della gamma dinamica – fino a 50 volte a seconda della condizione di luce.

La VESA ha inoltre annunciato l’aggiunta del nuovo livello prestazionale “500” agli standard DisplayHDR e DisplayHDR True Black per rispondere alla necessità di portatili sottili e leggeri con supporto HDR. Il nuovo livello 500 include local dimming e gli stessi requisiti di color gamut, livelli di nero e profondità di bit associati ai livelli 600 e 1000, con un calo “contenuto” della luminanza rispetto al livello 600. “Mentre il livello 500 è ottimizzato per schermi molto piccoli e ultrasottili, si applica a tutte le risoluzioni e dimensioni di schermo, incluse quelle usate nei monitor”.

Finora oltre 35 schermi di nove produttori diversi rispondono alla certificazione DisplayHDR e la VESA si aspetta un andamento simile anche in futuro, persino per gli OLED.