Software

Hackerato l’account Twitter del Dipartimento della Salute USA, inviati falsi messaggi sulla quarantena

Il dipartimento della salute e dei servizi umani (HHS) degli Stati Uniti ha subito un attacco informatico, come riportato da Bloomberg. Si è trattato di un classico attacco DDoS, in cui il server di hosting è stato “sommerso” da numerose richieste per un lungo periodo di tempo.

Gli aggressori non sono riusciti a rallentare i sistemi, tuttavia è possibile che abbiano usato l’attacco DDoS per mascherare le loro vere intenzioni. Come per ogni attacco, ci sono molte incognite e le parti coinvolte non hanno rilasciato alcuna dichiarazione, per ora.

Sull’account Twitter del Consiglio di sicurezza nazionale è stato pubblicato il seguente messaggio di quarantena:

“Il tweet dell’NSC è la conseguenza di un attacco informatico volto alla propaganda di disinformazione, secondo lo staff. Domenica, il governo si è reso conto della cyber intrusione e del tweet”, ha detto Bloomberg. Per ora, secondo una delle fonti anonime che ha parlato con la testata giornalistica, sembra che durante gli attacchi non siano stati ottenuti dati.

Né il dipartimento HSS degli Stati Uniti né i funzionari della NSA o dello U.S. Cyber ​​Command hanno rivelato chi ha messo in atto gli attacchi. Bloomberg ha affermato che “i funzionari dell’amministrazione ritengono che l’hacker sia straniero” nonostante, al momento, non siano state mostrate delle prove.

Cercate un portatile per lavorare da casa? Vi consigliamo l’Acer Aspire 3.