Schede Grafiche

Intel Xe, ecco alcuni scatti dai laboratori Intel

Raja Koduri, vicepresidente e direttore della sezione Graphics presso Intel, ha fornito un scorcio delle GPU Intel Xe sulle quali è al lavoro. Ecco alcuni scatti dei package delle schede:

Vale la pena sottolineare che l’ingegnere ha scritto di PetaFLOPS di potenza grezza, quindi il prototipo che vediamo dovrebbe essere una soluzione HPC per data center appartenente alla famiglia Ponte Vecchio (nota a margine: avete notato il logo della mascherina?). A quanto pare, mister Koduri ha nuovamente messo piede nei laboratori del colosso di Santa Clara, chiusi a seguito del lockdown.

https://twitter.com/Rajaontheedge/status/1275986161568112640?s=20

In questa immagine è invece possibile vedere differenti package, e la pila ci dà un’idea delle loro dimensioni. Si è parlato molto delle varianti con più processori grafici integrati (2-tile, 4-tile) ed ecco una prova di tali rumor. Suppongo che il modello in alto a destra sia la versione 1-tile, quella a sinistra la 2-tile e infine il “pezzo grosso” sia da 4-tile. In questo caso, ci chiediamo se per caso i modelli per data center e quelli per il mercato consumer abbiano lo stesso package.

Qui, invece, possiamo ammirare i prototipi in funzione e “tenuti a bada” da impianti di raffreddamento a liquido… e che stile! È sorprendente vedere tali liquidi di raffreddamento in un laboratorio professionale, che anche Raja ami le soluzioni RGB?

Intel XE: il punto sulla situazione

Siamo praticamente certi che avrete sentito parlare dell’architettura grafica Xe, sulla quale il gigante blu è ormai al lavoro da oltre un anno e la cui gestione è affidata allo stesso Koduri. Tra acronimi quali DG1, DG2, Gen12 e Ponte Vecchio potreste però essere un po’ confusi; vediamo di fare il punto della situazione.

Intel ha intenzione di realizzare GPU per datacenter, poichè in alcuni carichi di lavoro, i processori grafici hanno un rendimento nettamente superiore a quello delle classiche CPU. Per competere con Nvidia e AMD, la società ha avviato la realizzazione di una propria architettura grafica: Intel Xe.

Ora, la società intende sfruttare quest’ultima al meglio e realizzare GPU destinate a server, PC consumer e portatili. Gli acceleratori grafici destinati al mondo Pro (Xe HPC), saranno prodotti col nodo a 7nm dell’azienda, sfrutteranno le tecnologie di package Fovers ed EMIB e faranno parte della classe di prodotti nota come “Ponte Vecchio”.

Le soluzioni destinate al mondo consumer (Xe HP e Xe LP) appartengono alle famiglie DG2 e DG1. Stando alle voci di corridoio diffuse finora, la prima riguarda le schede video discrete, quelle montate nei tipici PC fissi (desktop), mentre le seconde sono versioni che ritroveremo come iGPU nei processori mobile (la prima apparizione sarà in Tiger Lake) o saldate all’interno delle schede madri.

Per concludere, si vocifera anche di alcuni modelli DG1 discreti, ma dovrebbero essere varianti di laboratorio per la produzione di driver.

Cercate una GPU di fascia medio-bassa con un ottimo rapporto qualità-prezzo? Vi consigliamo Gigabyte GeForce GTX 1660 SUPER OC, disponibile su Amazon.