Schede Grafiche

Le GPU sono il nuovo oro: rubate sei schede video in un internet caffè cinese

La situazione è abbastanza drammatica per quanto riguarda la reperibilità delle schede video: acquistarne una è praticamente impossibile, soprattutto senza sovrapprezzi incredibili, e chi vuole aggiornare il proprio PC dovrà portare ancora molta pazienza. Alcuni piccoli criminali in Cina hanno pensato di cavalcare l’onda, decidendo di rubare oltre 6500 euro di schede video di fascia alta in un internet caffè della città di Hangzhou. O almeno così è quanto ha riferito un’agenzia di stampa cinese.

Il proprietario dell’internet caffè ha affermato che i banditi sono fuggiti con sei schede video di fascia alta. Sebbene non abbia specificato il modello esatto, ha detto alla polizia che ogni scheda grafica rubata valeva circa 7000 Yuan, quindi circa 900 euro. Tuttavia stima una perdita totale di 50.000 Yuan, circa 6500 euro. Da quanto si vede dal video pubblicato, sembra che i ladri siano fuggiti anche con le schede madri, il che spiega il valore totale dichiarato dal proprietario.

Photo: 浙样红TV

La vicenda è un po’ particolare. L’autore della rapina avrebbe contattato il proprietario per affittare delle postazioni del suo internet caffè. Ha usato un documento d’identità falso e indossava anche la mascherina, a causa della pandemia, quindi entrare nel negozio è stato estremamente facile. Infatti il proprietario, comprensibilmente, non ha chiesto alla persona in questione di togliersi la mascherina per verificare che le informazioni della carta d’identità combaciassero.

Il rapinatore ha affermato che un suo amico stava per raggiungere l’internet caffè per giocare insieme e nel frattempo ha chiesto al proprietario un sacco della spazzatura come distrazione per farlo uscire dalla stanza. Quando il proprietario è tornato non ha trovato più né il malintenzionato né le schede grafiche. Dobbiamo dire che il ladro è stato davvero bravo a rimuovere scheda madre e GPU dai sei PC a tempo record.

Per i ladri e i contrabbandieri, le GPU sono il nuovo oro. A causa della continua carenza, le schede video a volte vengono vendute a più di cinque volte il loro prezzo consigliato e, rispetto alla droga o al traffico di armi, la commercializzazione di GPU non è un crimine. Certo, a meno che non siano state ottenute illegalmente.

Solo due mesi fa la dogana di Hong Kong ha confiscato 300 GPU CMP 30HX di Nvidia in un tentativo di contrabbando e sicuramente la rapina di quest’internet caffè non sarà l’ultima di cui sentiremo parlare prima che la carenza di schede video finisca.