Tom's Hardware Italia
Schede madre

Nuovi BIOS per le schede madre di Asus: compatibilità con le CPU Intel Core Broadwell

Asus ha iniziato a pubblicare i BIOS per le schede madre Z97 e H97 che introducono la compatibilità con i processori Intel Core Broadwell a 14 nanometri, attesi al debutto verso la metà dell'anno.

Asus è la prima azienda ad annunciare il supporto la quinta generazione di microprocessori Intel Core per PC desktop (architettura Broadwell). L'azienda taiwanese ha dichiarato che tutte le schede madre equipaggiate con i chipset Intel serie 9 (segnatamente le proposte con PCH Z97 e H97) supportano i futuri processori a 14 nanometri, ovviamente previo un aggiornamento dell'UEFI / BIOS.

Asus ROG Maximus VII Impact

Abbiamo dato un'occhiata al sito di Asus e al momento non tutte le pagine dei vari modelli sono aggiornate – alcune nemmeno si vedono correttamente – ma crediamo che l'azienda risolverà i problemi prossimamente. L'aggiornamento del BIOS, per quanto delicato, non è molto complicato. Gran parte dei produttori (Asus in particolare) offrono soluzioni semplificate e automatizzate per aggiornare il firmware della motherboard.

L'azienda taiwanese mette a disposizione per esempio Asus EZ Flash 2, che permette di aggiornare il BIOS tramite una chiavetta USB senza entrare nel sistema operativo. Diversi produttori hanno realizzato software usabili da Windows – pensiamo a MSI Live Update – per chi vuole una procedura ancora più guidata.

L'annuncio di Asus anticipa i tempi di arrivo sul mercato dei nuovi microprocessori Intel Core e permette ai possessori delle motherboard di aggiornare la scheda madre e non farsi impreparati.

Asus Z97-Pro Gamer Asus Z97-Pro Gamer
Asus Z97 Maximus VII Hero Asus Z97 Maximus VII Hero
Asus Z97 Sabertooth Mark S Asus Z97 Sabertooth Mark S

Intel ha recentemente affermato che i nuovi processori debutteranno a metà anno. Non è chiaro al momento il numero dei modelli che arriverà sul mercato ma l'azienda statunitense ha parlato di CPU con moltiplicatore sbloccato, grafica Iris Pro e un TDP di 65 watt. Caratteristiche che ci appaiono promettenti, ma l'ultima parola – come sempre – l'avranno i test.

L'architettura Broadwell, fino a questo momento, è stata al centro dell'offerta mobile di Intel, con la nuova gamma di soluzioni Core M (approfondimento e qui alcuni test) e le proposte Broadwell-U (caratteristiche e primi benchmark).

Chipset Modello Versione firmware
Z97 Z97-Deluxe(NFC & WLC) 2205
Z97-Deluxe/USB 3.1 0401
Z97-Deluxe 2205
Z97-Pro(Wi-Fi ac)/USB 3.1 2302
Z97-Pro(Wi-Fi ac) 2205
Z97-Pro 2205
Z97-A/USB 3.1 0501
Z97-A 2205
Z97-AR 2205
Sabertooth Z97 Mark 1/USB 3.1 0401
Sabertooth Z97 Mark 1 2205
Sabertooth Z97 Mark 2 2205
Sabertooth Z97 Mark S 2205
Gryphon Z97 Armor Edition 2205
Gryphon Z97 2205
Maximus VII Formula 2304
Maximus VII Hero 2304
Maximus VII Ranger 2304
Maximus VII Gene 2304
Maximus VII Impact 2304
Z97-Pro Gamer 2002
Z97I-PLUS 2502
Z97M-PLUS 2604
Z97-K 2502
Z97-C 2401
Z97-E 0602
Z97-P 2702
Z97-K R2.0 0702
H97 H97-Pro Gamer 2402
H97I-Plus 2502
H97M-Plus 2402
H97-Plus 2402
H97-Pro 2703
H97M-E 2302

Attendiamo di vedere come si comporteranno le varianti desktop rispetto ai chip Haswell, come il Core i7-4970K o il Core i5-4690K, anche se rimarrà probabilmente un po' d'incertezza per il probabile arrivo nei mesi a venire delle soluzioni Skylake (Intel Core di sesta generazione, sempre a 14 nm ma con una nuova architettura), almeno secondo recenti indiscrezioni.

In questo caso vi è però da non dimenticare che ci sarà un ostacolo, ossia il cambio di socket (da LGA 1150 a LGA 1151) a frenare l'acquisto compulsivo, quello che sale all'uscita di ogni novità (e che spesso scema per via dei pochi soldi a disposizione), da parte di possessori di PC già al passo con i tempi equipaggiati con i chip Intel Core degli ultimi due – tre anni.