Storage

PNY, attenti a quale revisione acquistate di questo SSD

ComputerBase, una testata giornalistica tedesca, ha riportato che PNY ha ridotto significativamente la classificazione inerente alla durata del suo SSD XLR8 CS3030 M.2 NVMe. Il recente cambiamento suggerisce che la compagnia potrebbe aver segretamente sostituito alcuni dei componenti principali dell’unità con altri di qualità inferiore.

PNY XLR8 CS3030 SSD

XLR8 CS3030 è un SSD M.2 2280 che sfrutta la convenzionale interfaccia PCIe 3.0 x4. L’unità offre velocità di lettura e scrittura sequenziali, rispettivamente, fino a 3.500MB/s e 3.100MB/s. Apparentemente, le prestazioni tra la nuova e le precedenti revisioni rimangono invariate. Confrontando il vecchio datasheet con quello nuovo, possiamo notare che PNY non specifica più il tipo di NAND utilizzato all’interno del dispositivo. Infatti, l’originale XLR8 CS3030 utilizzava chip TLC (triple level cell). Tuttavia, in questo momento non sappiamo se PNY abbia sostituito la NAND, il controller SSD o entrambi.

Non è insolito per i produttori di SSD sostituire i componenti. Anche grandi nomi, come Kingston, Adata e Crucial, lo hanno fatto in passato. Il problema sorge quando il produttore non comunica le modifiche al consumatore. Non tutti producono direttamente i propri componenti, quindi le aziende in genere acquistano ciò che è disponibile sul mercato. Fattori come cicli o carenze giocano un ruolo importante nel fatto che i fornitori possano garantire i componenti necessari che sono stati utilizzati nel prodotto originale.

Capacità TBW (Revisione originale) TBW (Nuove revisione) Differenza Part Number Prezzo
4TB N/A 6.070 N/A M280CS3030-4TB-RB 799,99$
2TB 3.115 660 78.8% M280CS3030-2TB-RB 329,99$
1TB 1.665 360 78.4% M280CS3030-1TB-RB 149,99$
500GB 800 170 78.8% M280CS3030-500-RB 64,99$
250GB 380 170 55.3% M280CS3030-250-RB 42,99$

Almeno sulla carta, le prestazioni dell’XRL8 CS3030 sembrano inalterate. Tuttavia, saranno necessari test approfonditi per vedere se la nuova revisione funziona allo stesso modo di quella precedente. Nel caso di PNY, le ultime revisioni dell’XLR8 CS3030 mostrano una sostanziale riduzione della durata, che può essere importante quanto le prestazioni.

Le varianti da 500GB, 1 e 2 TB di XLR8 CS3030 presentano tutte fino al 78,8% in meno a livello di TBW (terabyte scritti). Anche la versione entry-level da 250GB soffre di una riduzione del 55,3%. Nonostante la durata inferiore, PNY offre ancora una garanzia di cinque anni.

La domanda più grande a cui PNY dovrà rispondere è se l’azienda rispetterà le precedenti o nuove classificazioni TBW per le unità già presenti sul mercato. Ancora più importante, il marchio dovrà definire come gestirà la garanzia degli SSD già acquistati in precedenza. I datasheet delle specifiche mostrano che sia la revisione originale che quella nuova possiedono lo stesso part number, quindi PNY non ha rivelato apertamente la modifica.

Per ora, nessuno sa perché PNY abbia modificato l’aspettativa di vita dei suoi SSD XLR8 CS3030. Con il recente clamore sul farming della criptomoneta Chia, PNY potrebbe aver semplicemente fatto un passo indietro nel timore di ricevere troppe richieste di RMA. Effettuare il farming di Chia su un’unità consumer è una cattiva idea poiché probabilmente si guasterà nel giro di poche settimane, motivo per cui esistono SSD progettati appositamente come il Plotripper di Sabrent.

ComputerBase ha contattato PNY e la società ha ammesso la modifica. Tuttavia, PNY ha rifiutato di commentare ciò che è  stato cambiato o il motivo di tale alterazione.

L’SSD portatile PNY Elite USB 3.1 da 240GB è attualmente in vendita su Amazon a prezzo scontato.