Monitor

Predator X25 è il monitor Acer da 360Hz

Acer punta in alto, vuole conquistare streamer, pro player e utenti enthusiast con Predator X25, un monitor capace di supportare un refresh rate di ben 360Hz. Oggigiorno, i migliori monitor supportano una frequenza d’aggiornamento massima di 240Hz, così Acer ha pensato bene di stupire tutti con una “belva” più veloce del 33%.

Credit: Acer

Acer Predator X25 includerà uno schermo da 24,5 pollici, con una risoluzione massima di 1920 x 1080 pixel (Full HD). Non sappiamo se si tratterà di un pannello OLED o LCD (sebbene quest’ultimo sia più probabile), inoltre supporterà la tecnologia per la frequenza ad aggiornamento variabile G-Sync di Nvidia (nel comunicato stampa non si accenna a FreeSync).

Tra le altre tecnologie troviamo:

  • AdaptiveLight, regola automaticamente la luminosità esterna del display in base a quella ambientale
  • LightSense e ColorSense, regolano automaticamente la luminosità e la temperatura colore interna del display
  • ProxiSense, il monitor suggerirà all’utente di prendersi una pausa per tutelare la sua salute visiva

Sappiamo anche che lo stand consentirà di inclinare lo schermo indietro di 30° e in avanti di 5°; consentirà anche di ruotarlo di 30° e di alzarlo di circa 12 centimetri. Purtroppo, non conosciamo altro del prodotto: luminosità, angoli di visione, supporto a contenuti HDR, numero di ingressi, prezzo e disponibilità non sono stati dichiarati dal produttore.

Vale la pena acquistare un monitor da 240Hz?

Questo è un tema alquanto dibattuto. Fino a pochi anni fa, giocare su monitor da 144Hz era considerato l’optimum, poi sono arrivate soluzioni da 240Hz e molti famosi streamer e pro player hanno colto l’occasione per aggiornare la propria postazione. Ma, serve davvero un monitor da 240Hz o più per giocare? E per competere negli eSport?

Dunque, passare dal tipico monitor da 60Hz a uno da 144Hz, vi aprirà un nuovo mondo (parlo per esperienza). Per il tipico gamer che ama divertirsi con gli sparatutto, questo upgrade è consigliabile, senza contare che oggigiorno si possono acquistare prodotti a prezzi contenuti come LG 24GL600F UltraGear o Samsung C24RG50.

Passare da schermi a 144Hz a display da 240Hz, al contrario, raramente è consigliabile; questi ultimi costano parecchio, in linea di massima il prezzo raddoppia per un guadagno prestazionale del 40% e che in pochi noteranno. Il discorso cambia per pro player e streamer, che devono lavorare nelle migliori condizioni possibili per poter vincere tornei e farsi un nome nella community.

E i monitor da 360Hz? Al momento, non sono in vendita monitor con tali specifiche, non sono stati effettuati test dagli addetti ai lavori, quindi nessuno può dichiarare nulla in merito.

Cercate dei banchi RAM veloci e a buon prezzo? Date un’occhiata a questo kit Crucial Ballistix da 16GB e 3200MHz (Amazon).