Software

Test Aero, abbiamo provato l’applicazione di realtà aumentata di Adobe

Aero è la nuova applicazione di realtà aumentata di Adobe, che permette ai creatori di contenuti di avere un feedback immediato di come le proprie creazioni s’inseriscono nel mondo reale. Abbiamo provato l’applicazione sfruttando i modelli 3D gratuiti presenti nell’applicazione, per capire la difficoltà d’uso e soprattutto l’effetto finale.

Tutto inizia inquadrando con la videocamera dello smartphone una superficie, per permettere al software di individuare l’area in cui potrà posizionare gli oggetti 3D. Questa operazione è comune a tutte le applicazioni di realtà aumentata (più avanti nella pagina potete vedere tutti gli screenshot dell’applicazione).

Successivamente potrete selezionare gli oggetti da inserire nell’ambiente virtuale. Aero utilizza molte gesture e in pochi secondi starete già creando il vostro ambiente. Con un tocco potete spostare l’oggetto, con un pinch-to-zoom aumentare o diminuire le dimensioni degli oggetti. Sempre con due dita potete ruotare e direzionare gli oggetti. Con tre dita invece gestirete l’altezza, cioè potrete allontanare gli oggetti dalla superficie.

Scegliete l’oggetto, duplicatelo se volete, posizionatelo, ruotatelo e decidete le dimensioni. Muoversi attorno all’area scelta per ricreare al meglio la scena vi verrà naturale. Il passo successivo è dare vita agli oggetti. Cliccate sul modello 3D, poi su “behaviors” (comportamenti), e scegliete delle azioni che l’oggetto può compiere. Alcuni oggetti integrano delle animazioni, ma tutti possono essere mossi in maniera autonoma nell’ambiente, ingranditi, rimpiccioliti e così via. Aggiungere le azioni è semplice, basta scegliere la proprietà da un menù a tendina e concatenarle, una all’altra, secondo l’effetto che volete ottenere.

Insomma, è tutto molto intuitivo. Non è necessario seguire alcun corso o leggere lunghe istruzioni. Dopo aver creato la scena potete anche registrare un video e condividerlo, proprio come abbiamo fatto noi per mostrarvi quello che abbiamo ottenuto in pochissimi minuti dopo aver avviato, per la prima volta, l’applicazione.

Per tutte le novità da Adobe MAX, visita questa pagina