Monitor

Test monitor AOC Agon AG271QG: G-Sync, IPS, 165 Hz e ULMB

Pagina 1: Test monitor AOC Agon AG271QG: G-Sync, IPS, 165 Hz e ULMB

AOC Agon AG271QG

 

AOC Agon AG271QG

AOC ha introdotto la sua nuova linea di monitor di fascia alta, chiamata Agon, solo di recente. Abbiamo già recensito l'ottimo AG271QX, un monitor da 27 pollici con un intervallo di funzionamento del FreeSync da 30 a 144 Hz. Il nostro unico rimpianto è che non fosse un IPS.

Quello dell'AG271QG è quindi un sogno che diventa realtà: oltre al pannello IPS e alla risoluzione Quad HD, ha un refresh rate massimo di 165 Hz e le tecnologie G-Sync ed Ultra Low Motion Blur, il tutto accompagnato da un'altissima qualità costruttiva e un'aspetto accattivante.

Specifiche tecniche

AOC Agon AG271QG
Tipo di pannello e retroilluminazione AHVA, W-Led, Edge Array
Dimensioni e form factor 27 pollici, 16:9
Risoluzione max e refresh rate 2560×1440 pixel, @144 Hz, 165 Hz con overclock
Intervallo del FreeSync 30-144 Hz
Profondità colore e gamut 8 bit, sRGB
Tempo di risposta GTG 4 millisecondi
Luminosità 350 cd/m2
Contrasto 1000:1
Altoparlanti 2 x 3 watt
Ingressi video 1 x DisplayPort 1.2, 1 x HDMI 2.0
Audio Uscita cuffie, microfono in, microfono out
USB v3.0 – 1 x up, 4 x down
Consumo 45 watt
Dimensioni con base 622 x 432-566 x 218 mm
Spessore pannello 56 mm
Cornici sopra/ai lati – 11 mm; sotto – 19 mm
Peso 6,8 chilogrammi
Garanzia 3 anni

In quasi ogni recensione scritta negli ultimi due anni abbiamo parlato della differenza di prezzo tra FreeSync e G-Sync. Un monitor che supporta la tecnologia di Nvidia vi costerà più o meno 150/200 euro in più, a parità di caratteristiche. Il FreeSync d'altro canto può restituire un'ottima esperienza ma dovrete conoscere l'intervallo di funzionamento. Alcuni schermi non supportano il refresh rate variabile sotto i 40 o addirittura 50 Hz. L'esperienza può quindi risentirne quando una scheda grafica non riesce a mantere il framerate oltre quel livello in determinati titoli.

Il G-Sync funziona invece sempre dai 30 Hz fino al refresh rate massimo del monitor. Nel caso dell'AG271QG stiamo parlando di 135 Hz, da 30 a 165, una volta attivato l'overclock. Il G-Sync inoltre è molto comune nei monitor di fascia alta e ciò facilita la ricerca di un pannello IPS. Questo nuovo prodotto di AOC risponde a tutte queste caratteristiche, anche se in effetti costa 200 euro in più della controparte con FreeSync, l'AG271QX. Ma oltre al G-Sync, ha la tecnologia ULMB, un pannello IPS e un refresh rate variabile più alto, pari a 165 Hz.

a angle2

C'è qualcosa che manca rispetto alla soluzione FreeSync? La prima coa che salta all'occhio è la mancanza del telecomando per l'OSD. Avevamo apprezzato moltissimo quel controller multifunzione incluso con il QX. Inoltre ci sono meno ingressi video, solo una HDMI e una DisplayPort. La porta HDMI tuttavia è compatibile con lo standard 2.0, una cosa che abbiamo visto solo in pochi monitor finora. Dunque, se propendete per Nvidia per la vostra prossima configurazione o se avete già una scheda grafica compatibile col G-Sync, potreste prendere in considerazione l'AG271QG. Diamogli un'occhiata.

Il prodotto e gli accessori

Il pannello, il montante e la base sono separati e devono essere assemblati. Le ultime due parti si uniscono con un bullone di fissaggio. Per attaccare il pannello, trovate quattro viti nere.

aoc ag271qg 01

L'alimentatore è un grande blocco esterno, con il proprio cavo di alimentazione removibile. I cavi video includono un HDMI e una DisplayPort di alta qualità. Vi sono anche i cavi audio e USB 3.0. Non ci sono CD. Ogni documento, a parte la guida rapida stampata, dovrà essere scaricato dal sito di AOC.

aoc ag271qg 02

Se mettete un AG271QX accanto a un AG271QG, non sarete in grado di riconoscerli. Fisicamente sono identici. Il QG ha la stessa solida base in alluminio, con la sua finitura satinata e meccanismi stabili. I movimenti sono solidi e precisi. La regolazione in altezza avviene in un intervallo di 13,2 cm ed è possibile metere lo schermo in verticale. Il perno è mediocre, con solo 20° di rotazione in ogni direzione. L'inclinazione è di 20° indietro e 5° in avanti.

aoc ag271qg 03

Ci è dispiaciuto non vedere l'utile telecomando per l'OSD presente nell'AG271QX e abbiamo avuto qualche problema ad abituarci ai pulsanti del QG, posti sotto la cornice inferiore a destra. Hanno un buon feeling, sono di qualità e molto reattivi. La cornice è molto sottile, solo 11 mm lungo i lati e la parte superiore. Il pannello sul lato presenta due porte USB, una delle quali rimane attiva durante lo standby per facilitare la ricarica di dispositivi mobile. Ci sono anche un'uscita per le cuffie ed un'entrata per il microfono, perfette per le cuffie con microfono integrato. Potete vedere dalle foto che il montante presenta dei segni ed un puntatore scorrevole per facilitare la regolazione del monitor una volta trasportato da un posto all'altro. Lungo il retro è il tipico stile della serie Agon di AOC a dominare: una larga banda rossa è in rilievo su uno sfondo nero. Anche la plastica rossa è rifinita in uno stile che ricorda il metallo spazzolato. Il montante può essere rimosso per accedere al montaggio VESA 100 mm.

aoc ag271qg 04

Il pannello degli ingressi, come in tutti i monitor con G-Sync, include solo una DisplayPort e una porta HDMI. Quest'ultima è compatibile con lo standard 2.0 e questo supporto può essere modificato dall'OSD qualora la vostra scheda video richieda una versione precedente. C'è anche un'uscita per il microfono che si collega all'entrata del microfono del vostro PC per trasmettere la vostra voce nel mondo di gioco.

AOC Agon AG271QG AOC Agon AG271QG