Windows

Honor MagicBook 14, una bomba per film e serie TV

I notebook sono ormai diventati, in ambito multimediale, un’estensione dei televisori. Merito soprattutto dei servizi di streaming, tutti compatibili con i sistemi operativi desktop, che hanno sdoganato la visione di film e serie TV in mobilità. Lo sa bene Honor, che ha progettato il suo MagicBook 14 proprio con la logica di andare incontro a questa tipologia di utilizzo. L’azienda cinese ha infatti implementato tutta una serie di soluzioni che esaltano l’esperienza utente nell’ambito della fruizione dei contenuti. Un approccio non così scontato su una macchina che, in Italia, arriva a 599,90 euro, così come vi abbiamo raccontato nella nostra recensione.

Uno schermo perfetto per la multimedialità

Partiamo innanzitutto dallo schermo, attorno al quale ruota l’utilizzo multimediale di qualsiasi notebook. MagicBook 14 ha a disposizione un pannello LCD da 14 pollici, con risoluzione di 1.920 x 1.080 e rapporto di forma in 16:9. Quest’ultimo aspetto risulta funzionale proprio per la fruizione dei contenuti video, solitamente strutturati in landscape, uno dei tanti accorgimenti su cui Honor ha riposto la propria attenzione. Discorso analogo per il rivestimento opaco del display che, oltre a offrire una maggiore protezione, elimina alla fonte il problema dei riflessi.

Quest’aspetto agevola inevitabilmente l’utilizzo all’aperto (complice anche un’ottima luminosità), per cui potrete godervi al mare o in giardino una puntata della vostra serie TV preferita. Il tutto con un ingombro ridotto, in quanto l’azienda cinese è riuscita a ridurre all’osso le cornici attorno allo schermo, tanto da aver implementato un pannello da 14 pollici in uno chassis riconducibile a un 13 pollici. Un vantaggio non da poco per una tipologia di prodotto pensata per accompagnare l’utente nella quotidianità. Ma non è tutto.

La riduzione delle cornici migliora infatti l’effetto d’immersività dello schermo nei contenuti, effetto esaltato anche dalla risoluzione Full-HD, che consente di visualizzare i filmati in alta qualità, potendo peraltro contare su una resa cromatica particolarmente spinta verso l’esaltazione delle tonalità. Insomma, un approccio molto simile a quello dei tablet, con il vantaggio però di avere a disposizione Windows 10 (ovvero un sistema operativo desktop) e una tastiera che, come abbiamo visto, rappresenta uno dei punti di forza del MagicBook 14.

Esperienza visiva esaltata dall’audio

Gli speaker sono posizionati sulla parte bassa e riescono dunque a sfruttare la superficie su cui viene poggiato il notebook per amplificare il volume. Quest’ultimo è di ottimo livello così come la qualità complessiva, grazie anche all’effetto stereo. Nessun problema dunque nel caso abbiate necessità di guardare un film in un ambiente rumoroso o magari foste abituati a sfruttare direttamente l’impianto del notebook per la fruizione dei contenuti multimediali, musica inclusa. Sì, perché MagicBook 14 si comporta benissimo anche con l’ascolto dei brani musicali.

Ovviamente non manca il jack audio da 3.5 mm, per cui è possibile collegare al notebook le proprie cuffie o auricolari, magari per avere maggiore privacy o, perché no, per evitare di disturbare chi ci sta vicino. Una possibilità decisamente poco scontata su una macchina così portatile, considerando la tendenza dilagante nell’eliminazione delle porte di connessione, che purtroppo sta costringendo gli utenti all’acquisto di scomodi e ingombranti adattatori. MagicBook 14 riesce a distinguersi anche sotto questo punto di vista.

Addio alla presa elettrica

Una soddisfacente esperienza multimediale non può prescindere da una buona autonomia. Grazie alla presenza di una batteria da 56 Wh, è possibile raggiungere ben 9 ore di utilizzo continuo nella visione di film e serie TV. Parliamo di un decremento di carica di poco più del 10% l’ora, un dato eccellente considerando anche l’alta risoluzione dello schermo. Dimenticate dunque l’ossessione per la presa elettrica quando sarete in giro: potrete utilizzare il notebook tutto il giorno senza doverlo ricaricare.

A tal proposito, menzione di merito per l’alimentatore. Nonostante la potenza (è compatibile con la ricarica rapida), ha infatti dimensioni poco più grandi di quelle di un caricatore per smartphone. Diventa dunque particolarmente comodo da trasportare e, contestualmente, ha un ingresso USB-C, per cui può essere sostituito con grande facilità. Insomma, una grandissima attenzione al dettaglio da parte di Honor, che certifica la volontà dell’azienda di imporsi anche nel mercato computer, dopo gli eccellenti risultati ottenuti in ambito smartphone.

MagicBook 14 ha tutte le potenzialità per trasformarsi, rapidamente, in un best seller. A 599,90 euro è certamente uno dei migliori computer che possiate acquistare in questa fascia di prezzo.