Android

Huawei Mate 40, avrà il Kirin 1020 a 5 nm?

In attesa della presentazione dei futuri top di gamma P40 e P40 Pro che dovrebbe avvenire tra qualche settimana, si comincia già a parlare di Mate 40. Come da tradizione, il phablet del produttore cinese dovrebbe integrare il nuovo processore che solitamente viene annunciato nel corso del secondo semestre dell’anno.

A quanto pare, Mate 40 sarà equipaggiato con il SoC Kirin 1020. Sarebbe la prima piattaforma hardware a poter contare su un processo produttivo a 5 nanometri. Secondo alcune indiscrezioni, il nuovo processore assicurerà prestazioni migliore di oltre il 50% rispetto alla generazione precedente: ossia il Kirin 990 visto a bordo del Mate 30 e che alimenterà la serie P40.

Mate 30 Pro

Nessun dubbio sulla presenza del supporto 5G. Huawei dovrebbe adottare la CPU ARM Cortex-A78 non ancora annunciata. Ci sono però notizie contrastanti in merito. Pare, infatti, che il colosso di Shenzhen abbia in programma di sviluppare due diverse soluzioni: una basata su Cortex-A77 da utilizzare nel terzo trimestre del 2020 (quindi su Mate 40) e una basata su Cortex-A78 da impiegare nei mesi successivi. Un’ipotesi alquanto strana. Non sembra chiaro infatti il motivo per cui debbano essere sviluppati contemporaneamente due piattaforme hardware con CPU diverse.

Nonostante il divieto imposto dagli Stati Uniti, ARM può continuare a fare affari con Huawei. Come spiegato in un precedente articolo, infatti, i legali dell’azienda progettista di processori hanno stabilito che le tecnologie vendute al colosso di Shenzhen sono da considerarsi di origine britannica. Di conseguenza, i rapporti commerciali possono essere stabiliti senza che questi rappresentino una violazione dei divieti statunitensi.

Il top di gamma Huawei Nova 5T è disponibile all’acquisto su Amazon a 349 euro. Lo trovate a questo link.