Tom's Hardware Italia
Android

Huawei P30 svelato: tripla fotocamera posteriore a 799,90 euro

Basato sul Kirin 980, il P30 di Huawei mette a disposizione anche 6 Gigabyte di RAM. Sul mercato a partire da oggi.

Non solo P30 Pro nell’evento in corso a Parigi. Huawei ha infatti presentato anche il P30, che condivide alcune caratteristiche tecniche con il fratello maggiore, senza però avere a disposizione il medesimo comparto fotografico. Considerando però il prezzo di listino di 799,90 euro, destinato presumibilmente a calare rapidamente, questo smartphone potrebbe ricoprire una posizione strategica nel catalogo prodotti 2019 dell’azienda cinese.

I punti in comune con il P30 Pro

Anche il P30 è basato sul processore Kirin 980, con la RAM che però scende a 6 Gigabyte. Siamo dunque difronte a una piattaforma hardware identica a quella del Mate 20 Pro, anche per quanto riguarda la memoria interna: 128 Gigabyte espandibili attraverso lo standard proprietario NMCard. Ovviamente ha poco senso, allo stato attuale, poter parlare di prestazioni. Abbiamo utilizzato lo smartphone per pochissimo tempo, ma le prime sensazioni sembrano assolutamente positive, anche perché si tratta di una combinazione di componenti estremamente collaudata.

Identica al fratello maggiore la fotocamera anteriore da 32 Megapixel con obiettivo f/2.0 (integrata nel notch a goccia), in questo caso però senza il supporto allo standard HDR+. Il software fotografico potrà ovviamente contare sulle funzionalità a cui ormai Huawei ci ha abituati (modalità ritratto, modalità notte ecc…), anche perché il P30 è mosso nativamente da Android 9 personalizzato con la EMUI 9.1.

Assolutamente completa la connettività: Bluetooth 5.0, Wi-Fi ac dual-band, NFC, supporto Dual-SIM, USB-C 3.1, GPS A-GLONASS Galileo Beidou. La connettività LTE scende alla categoria 16 ma, allo stesso tempo, il P30 guadagna il jack audio da 3.5 mm, assente della variante Pro. Il sensore d’impronte è ugualmente inserito nello schermo, mentre sono tre le varianti cromatiche disponibili: Aurora, Black, Breathing Crystal.

Le differenze con il P30 Pro

Innanzitutto il display. Anche il P30 ha a disposizione un pannello OLED, con la diagonale che scende però a 6,1 pollici senza bordi curvi. La risoluzione è sempre in Full-HD+ (2.340 x 1.080, 422 ppi) così come il formato in 19.5:9. Dal vivo lo schermo mi ha fatto un’ottima impressione e, tra l’altro, non dovrebbe appesantire troppo la piattaforma hardware, oltre che avere risvolti positivi anche sull’autonomia. In tal senso però la batteria è più piccola rispetto alla variante Pro: 3.650 mAh, con supporto alla ricarica rapida a 22,5W.

Cambia anche il comparto fotografico posteriore, caratterizzato questa volta da tre sensori: il principale è da 40 Megapixel con obiettivo f/1.8; il sensore secondario è un grandangolare da 16 Megapixel con obiettivo f/2.2; il terzo sensore è un teleobiettivo da 8 Megapixel con obiettivo f/2.4. Quest’ultimo, grazie alla differente lunghezza focale, abilita uno zoom ottico a 3X e ibrido a 5X. Il P30 può comunque spingersi fino a uno zoom a 30X completamente digitale. In tal senso, avremo modo di raccontarvi tutto nel dettaglio in sede di recensione.

Interessante, in ambito video, la funzionalità denominata “Dual-View Recording”: la fotocamera principale e il teleobiettivo registrano video simultaneamente visualizzando nello stesso momento, sul display, la scena generale e di dettaglio di ciò che sta avvenendo. Una possibilità che potrebbe tornare utile nella quotidianità, presente comunque anche sul P30 Pro.

Per quanto riguarda la parte costruttiva, la scocca è realizzata interamente in vetro. Come già detto però, non c’è la doppia curvatura sul display, le cornici sono più pronunciate rispetto al fratello maggiore, c’è il notch a goccia e la certificazione di impermeabilità scende allo standard IP53, dunque niente immersione in acqua. In ogni caso, tenendo tra le mani il P30 la sensazione è quella di un dispositivi premium, per certi versi anche più comodo della variante Pro considerando il peso di appena 165 grammi e lo spessore di 7.57 mm.

Prezzi e disponibilità

P30 sarà disponibile all’acquisto già da oggi a 799,90 euro, con 6 GB di RAM e 128 GB di storage. L’azienda cinese ha inoltre messo a punto un’interessante promozione: chi acquisterà lo smartphone dal 26 marzo al 7 aprile in uno dei rivenditori autorizzati, riceverà in regalo uno smart speaker Sonos One (valore commerciale 229 euro) e un codice Huawei Video (piattaforma di streaming video) del valore di 50 euro. Regolamento e informazioni disponibili su www.huaweipromo.it.

Il principale rivale del P30 sarà certamente il Galaxy S10 di Samsung, che però arriva in Italia a 929 euro. Un vantaggio, in termini di listino, che potrebbe risultare determinante in ottica commerciale, considerando anche la promozione di cui vi abbiamo appena parlato. In ogni caso, nei prossimi giorni pubblicheremo la nostra recensione completa.

Il Mate 20 Pro è arrivato in Italia a 1.099 euro. Attualmente può essere acquistato attraverso Amazon a meno di 700 euro. Lo trovate a questo link.