Giochi PC

Cyberpunk 2077 criticato per il crunch dalla IGDA

Non c’è proprio pace per Cyberpunk 2077 e per i ragazzi di CD Projekt RED, dopo la nuova data di uscita, che ricordiamo essere il 17 settembre 2020, il multiplayer di gioco che verrà lanciato oltre il 2021 e le ilarità del web che lo hanno soprannominato Cybercrunch 2077, ecco che arriva la nota dolente riguardante il fatto che la IGDA ha accusato la casa polacca per la scelta di richiedere ai propri dipendenti una lunga fase di crunch. Per coloro che non sono avvezzi al termine, per crunch si intende lo straordinario causato da una mole di lavoro eccessiva durante lo sviluppo di un videogioco, questo per evitare ulteriori e dannosi ritardi.

Uno studio di enorme successo come CD Projekt RED dovrebbe disporre di mezzi per supportare cicli di sviluppo più lunghi riducendo così il fenomeno del crunch. L’equilibro casa-lavoro è di vitale importanza per la salute mentale degli sviluppatori, e loro stessi dovrebbero tenere in considerazione il benessere degli impiegati quando scelgono una data di uscita precisa” ha dichiarato il direttore esecutivo di IGDA Renee Gittings.

Cyberpunk 2077

Ricordiamo che negli ultimi anni studi come Naughty Dog e Rockstar Games sono stati oggetto di discussione per il fenomeno del crunching. Oltre a Cyberpunk 2077 anche Marvel’s Avengers è stato rinviato a settembre, Final Fantasy VII Remake ad aprile, Iron Man VR a maggio ed infine Dying Light 2 a data da destinarsi.

Il titolo quindi non sta vivendo un buon periodo, voi cosa ne pensate? Nonostante il rinvio di ben cinque mesi, non vedete l’ora di giocare alla nuova avventura dai creatori del Witcher più amato di sempre? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto e rimanete sintonizzati per ulteriori novità a riguardo. Ricordiamo inoltre che Cyberpunk 2077 sarà disponibile per PC, PlayStation 4 ed Xbox One.

Se non lo avete ancora fatto, al seguente indirizzo potete pre ordinare il titolo di CD Projekt RED con uno steelbook speciale in esclusiva.