Nintendo Switch

DC Super Hero Girls Teen Power | Recensione

DC Super Hero Girls Teen Power è un tie-in basato sull’omonima serie animata nata nel 2019 e che narra le avventure delle versioni adolescenziali di Wonder Woman, Supergirl, Bumblebee, Batgirl, Zatanna e Lanterna Verde… le giovani studentesse della Metropolis High School. Laddove, però, il cartone è riuscito a conquistare il pubblico grazie al suo mix di umorismo, stile e tematiche in grado di assecondare i gusti di tutte le fasce d’età, la nuova produzione di WBEI sembra essere afflitta dalla stessa maledizione di, quasi, tutti i tie-in ispirati al mondo supereroistico.

DC Super Hero Girls Teen Power, infatti, per quanto proponga molteplici affinità con la serie animata, pecca proprio in una realizzazione sommaria che non riesce mai a farlo brillare come meriterebbe. Quello che dispiace è che oltre all’ottima base di partenza, offerta dal carisma delle giovani protagoniste di casa DC, gli sviluppatori hanno inserito numerosi elementi che, se approfonditi opportunamente, avrebbero potuto rendere molto più interessante questo tie-in… ma procediamo con ordine

Dc Super Hero Girls Teen Power - Nintendo Switch

DC Super Hero Girls Teen Power inizia con un attacco al quartiere di Hob’s Bay da parte di un manipolo di robot fuori controllo, normalmente utilizzati per scopi edili. Ci penseranno le giovani Batgirl, Supergirl e Wonder Woman a sistemare la situazione in uno dei prologhi più confusi e poco amalgamati che ci è capitato di vedere da qualche tempo a questa parte. Nel giro di pochi minuti passeremo dal vestire i panni di Supergirl per eliminare un piccolo gruppo di automi, al volare goffamente fra i tetti dei palazzi per salvare dei sopravvissuti, fino al combattere Giganta utilizzando Batgirl, in una sequenza che ancora non capiamo come mai sia stata inserita in quel preciso momento.

Al termine di questo incipit abbastanza caotico, pensato prettamente per fare da tutorial, si scoprirà che l’attacco a Hob’s Bay è stato causato da un misterioso criminale che, dopo aver violato i sistemi di sicurezza delle industrie di Lex Luthor, ha utilizzato i robot operai per radere al suolo quasi tutta l’area. Questo avvenimento darà il La alla storia di DC Super Hero Girls Teen Power, che nelle sue sei ore e mezza di durata, riuscirà sempre a mantenere un ritmo disimpegnato e piacevole, in grado di mantenere alta l’attenzione del giocatore e riuscire nell’intento di rendere meno tediosa la ridondanza della struttura di gioco.

Dc Super Hero Girls Teen Power - Nintendo Switch

Durante l’avventura il giocatore potrà utilizzare sei diverse protagoniste (Supergirl, Wonder Woman, Batgirl, Harley Quinn, Catwoman, e Star Saphhire) che verranno sbloccate durante il corso dell’avventura e potranno essere impersonate in specifici momenti della storia. Purtroppo le differenziazioni fra di loro sono davvero minime in termini di gameplay e solamente le sezioni dedicate a Star Sapphire sono riuscite, realmente, a presentare delle dinamiche un pochino più varie rispetto a quanto proposto nelle ore precedenti da DC Super Hero Girls Teen Power. Questo a causa di una struttra ludica molto ripetitiva e che esaurisce quasi tutti gli argomenti a sua disposizione nella prima oretta di gioco.

Indipendentemente da quale capitolo della storia di DC Super Hero Girls Teen Power vi ritroverete a giocare, le dinamiche saranno quasi sempre le stesse: vi sarà una, o più, parti dedicate all’esplorazione della città assieme a una delle protagoniste in abiti civili e un climax che richiederà l’intervento diretto dell’eroina di turno, che in questo caso si presenterà sempre sottoforma di uno, o più, combatimenti in stile beat em up.

Dc Super Hero Girls Teen Power - Nintendo Switch

Le parti in abiti civili saranno molto compassate nelle dinamiche ma presenteranno anche la maggior parte delle attività ludiche presenti in DC Super Hero Girls Teen Power. Potrete girovagare per le strade alla ricerca di collezionabili, dedicarvi allo shopping compulsivo, spendere qualche momento al locale più in della città, scattare fotografie da pubblicare sui social network e, ovviamente, soddisfare le varie richieste di aiuto degli abitanti in difficoltà, che compongono il nucleo di missioni secondarie presenti nel gioco.

Tutte queste componenti, untie fra loro, funzionano egregiamente e forniscono un ottimo divertissement alle sezioni in cui viene richiesto al giocatore di combattere. Il problema insorge nel momento in cui le fasi di azione si rivelano talmente sottotono da rendere tutto il contorno offerto da DC Super Hero Girls Teen Power, la portata principale. Eh si perchè purtroppo le numerose battaglie presenti nella nuova produzione di WBEI, sono mal bilanciate e anche a fronte di un combat system semplice ma eficace, risultano ben presto noiose e troppo lunghe.

Ognuna delle sei protagoniste presenti, ha un moveset comune (composto dal canonico insieme di salto, schivata, attacco e attacco speciale) più alcune abilità univoche (nella fattispecie un attacco speciale iconico e la possibilità di postarsi più rapidamente nelle aree di gioco usando delle capacità specifiche). A tutto questo si aggiunge un albero delle abilità solamente abbozzato e che permette di aumentare alcuni parametri, in cambio della classica valuta di gioco. Fin quì nulla di particolarmente inefficace se non fosse che la difficoltà offerta dai combattimnti viene definita dalla formula: resistenza dei nemici maggiore e danni subiti sempre più elevati.

Un’equazione molto pigra che rende la realizzazione delle parti che dovrebbero rivelarsi come il cuore pulsante di DC Super Hero Girls Teen Power, le meno riuscite dell’intera produzione, riducendosi a tediosi minuti spesi in un “button smash” sempre uguale e per nulla soddisfacente. Un vero peccato se si pensa a come si poteva stratificare, sempre rimanendo orientati verso un pubblico di giovanissimi, un ventaglio di personaggi così diversi fra loro. A nulla servono i momenti in cui si può essere acompagnati da altre due eroine in quanto la struttura ludica non cambia minimamente e il supporto apportato dalle compagne i party risulta minimo e quasi per nulla impattante ai fini del rendere maggiormente strategiche le battaglie.

Ma la cosa che ci è dispiaciuto maggiormente appurare su DC Super Hero Girls Teen Power è che non c’è altro da dire in merito al nuovo gioco di WBEI. E se in una produzione di oltre 20 ore la ridondanza la avremmo tollerata maggirmente, ritorvarsi ad annoiarsi nei momenti di azione di un’avventura “one-shot” di sei ore e mezza lo abbiamo trovato un filo eccessivo, specialente in virtù dell’ottima base di partenza e della gestione brillante di tutte le situazioni collaterali ai momenti principali della storia. Non stiamo parlando, giusto per evitare fraintendimenti, di un fiasco totale, sia chiaro… semplicemente abbiamo trovato DC Super Hero Girls Teen Power un’occasione sprecata che poteva ,con la giusta attenzione, avere davvero moltissimo da dimostrare al netto del suo stile maggiormente infantile.

A tutto questo si agigunge un comparto grafico molto datato che alterna dei modelli poligonali dei personaggi abbastanza convincenti, ad ambienti spogli e molto grezzi nella loro realizzazione generale. Comprendiamo copletamente la volontà degli sviluppatori di volersi avvicinare allo stile artistico della serie animata ma il risultato finale si rivela troppo altalenante per non risultare semplicemente vetusto. In compenso DC Super Hero Girls Teen Power è localizzato in Italiano seppur gli ottimi dialoghi rimangano doppiati solo in Inglese.

6

DC Super Hero Girls Teen Power – Nintendo Switch


DC Super Hero Girls Teen Power è una produzione pensata per un target di utenti molto giovane. Ogni aspetto delle, circa, sette ore che si spenderanno insieme a queste carismatiche protagoniste, si rivolge chiaramente a quella fetta di pubblico e molteplici spunti all'interno del nuovo titolo di WBEI sono sviluppati attorno al tenere per mano i giocatori meno smaliziati, per fargli godere appieno la storia disimpegnata di questo tie-in. I veri problemi di DC Super Hero Girls Teen Power nascono nel momento in cui ci si scontra con una realizzazione svogliata e frettolosa, che propone in maniera ridondante la stessa formula per tutta la sua durata. Se a questo si aggiunge un comparto grafico evidentemente al di sotto delle attuali produzioni disponibili per Nintendo Switch, rimane solo un gioco che si regge proprio sul carisma dei personaggi, sulla semplicità di esecuzione e su alcune idee molto carine che lo rendono un semplice, e piacevole, divertissement sia per i più piccoli che per i fan di DC Super Hero Girls.

Pro

  • Alcune meccaniche di gioco divertenti e ben confezionate.
  • Semplice da apprendere e ottimo per i più piccoli.
  • Personaggi e trama disimpegnati ma in linea con il materiale d'origine.

Contro

  • Comparto ludico ridondante e tedioso.
  • La scarsa rigiocabilità ne affligge la longevità generale.
  • Graficamente molto datato.
6