Apple Arcade

Redout: Space Assault | Recensione


Redout: Space Assault
Genere
Space Shooter
Piattaforma
Apple Arcade
Sviluppatore
34BigThings srl

Redout: Space Assault è uno sparatutto spaziale in cui sarete coinvolti in una serie di missioni di differente natura e obiettivi, con una componente di crescita che vi spingerà a rigiocare alcuni missioni per progredire nei livelli.

Disponibile nel piano Apple Arcade, potrete giocarlo su iPhone, iPad o Apple TV.

Nel momento in cui lo abbiamo giocato erano disponibili otto capitoli, per un totale di 38 missioni, e un ulteriore nono capitolo in arrivo. Le basi del gamplay sono comuni a tutte le missioni, anche se gli obiettivi possono variare.

Dovrete controllare una navicella spaziale che si muove in un universo su rotte prestabilite, quindi con l’analogico di sinistra potreste spostarvi per evitare attacchi nemici e ostacoli, come asteroidi o basi spaziali. Ondate di navicelle nemiche vi incalzeranno e dovrete abbatterle sfruttando l’arma principale, che si attiva quando vi allignerete ai nemici, o tramite l’uso di missili a ricerca, che potrete sparare all’occorrenza tenendo premuto un tasto per agganciare i bersagli.

Gli altri comandi prevedono uno swipe verso il basso che rallenta il volo, per un controllo migliore quando dovrete, ad esempio, volare all’interno di un asteroide, o uno swipe verso l’altro per accelerare. Un movimento veloce a destra o sinistra permette di effettuare un avvitamento, una manovra per schivare gli attacchi nemici.

Come anticipato ogni missione ha i propri obiettivi, uno primario e alcuni secondari. L’obiettivo primario è essenziale per sbloccare la missione successiva, mentre gli obiettivi secondari vi permetteranno unicamente di guadagnare più punti, che equivalgono a crediti spendibili per migliorare le prestazioni della vostra navicella.

La maggior parte delle missioni vi richiederà di sopravvivere a abbattere più nemici possibili, mentre alcune missioni di ricerca elimineranno il volo su binari prestabiliti e vi permetteranno di muovermi liberamente in un’area di spazio alla ricerca di oggetti nascosti. A volte vi troverete ad affrontare un mix di queste attività.

A ogni missione riuscita potrete sbloccare un premio, una carta che migliorerà le statistiche delle armi, armatura o solidità dello scafo, che vi permetteranno di sopravvivere più a lungo o effettuare più danno. Con l’avanzare nel gioco sbloccherete anche differenti tipi di armi.

Se vi schianterete contro un asteroide o verrete abbattuti da un nemico potrete ricominciare da pochi istanti prima, quindi non esiste una missione persa a fronte di una morte, a meno che questo non sia l’obiettivo della missione stesso.

Non abbiamo accennato alla storia, poiché nonostante esista un filo logico nelle vicende, si tratta solo di un pretesto per iniziare una missione. Potrete tranquillamente saltare velocemente le sequenze di dialoghi senza per questo non godervi il gioco.

Redout: Space Assault

Redout: Space Assault è uno sparatutto spaziale in cui sarete coinvolti in una serie di missioni di differente natura e obiettivi, con una componente di crescita che vi spingerà a rigiocare alcuni missioni per progredire nei livelli.

7.5
7.5

Verdetto

Redout: Space Assault è uno sparatutto spaziale dall’anima arcade. Differenti tipi di missioni e la necessità di migliorare le prestazioni della navicella che controllerete vi spingeranno a rigiocare le missioni per guadagnare crediti e migliorare gli attributi. La grafica è piacevole. Il gameplay è però alla lunga un po’ ripetitivo, mentre la storia è poco avvincente. Godibile a piccole sessioni.

Pro

- Differenti tipi di missioni
- Obiettivi multipli che spingono a rigiocare le missioni
- Missioni veloci (anche per sessioni di gioco corte)

Contro

- Storia poco avvincente
- Poca libertà di volo
- Alla lunga diventa ripetitivo