PlayStation

Resident Evil 3 Remake abbandona le scelte narrative nei momenti chiave

Una delle sostanziali novità che erano state apportate in Resident Evil 3 Nemesis nel 1999, era la possibilità di far scegliere al giocatore come muoversi in determinati punti chiave del gioco. Nello specifico questi momenti combaciavano quasi sempre con l’incontro col temibile Nemesis e questi bivi narrativi portavano poi il giocatore a diversi eventi nelle fasi successive di gioco e a dei finali alternativi. È stato recentemente confermato che l’imminente Resident Evil 3 Remake abbandonerà queste scelte nei momenti chiari.

Ne ha discusso il produttore del titolo Peter Fabiano durante un’intervista con la redazione di GameSpot. Fabiano ha spiegato che il game director di Resident Evil 3 Remake, Kiyohiko Sakata, voleva raccontare una storia più coerente, il che ha comportato all’eliminazione di tutte quelle scelte che venivano proposte ai giocatori nei momenti clou del titolo datato 1999. “Il nostro obbiettivo era quello di creare una narrazione singola, in modo da inserire nel gioco un racconto sempre coerente”.

Resident Evil 3 Remake

Fabiano ha poi continuato dichiarando che “con Resident Evil 3 Remake, il game director Kiyohiko Sakata ha voluto fortemente raccontare una storia coerente con se stessa, dove Jill e Carlos si troveranno impegnati a sopravvivere ai continui attacchi del Nemesis e a fuggire dalla città di Raccoon City”.

Vi ricordiamo che Resident Evil 3 Remake verrà rilasciato il prossimo 3 aprile per le piattaforme: PlayStation 4, Xbox One e PC (via Steam). Cosa ne pensate di questo cambio nella narrazione del remake di Resident Evil 3? Diteci la vostra nella sezione dedicata ai commenti.

Manca sempre meno all’uscita di Resident Evil 3 Remake. Prenota ora la tua copia del survival horror di Capcom su Amazon a questo indirizzo.