Tom's Hardware Italia
PlayStation 4

Uncharted: secondo Amy Hennig oggigiorno il gioco non avrebbe successo

Secondo la creatrice del gioco, oggigiorno Uncharted avrebbe vita dura. È vero?

Uncharted è una serie amata da moltissimi giocatori e i risultati commerciali di Uncharted 4 e Uncharted: L’eredità perduta lo dimostrano pienamente. Tutto, come i fan sanno, è iniziato con un piccolo gioco chiamato Uncharted: La fortuna di Drake. Al netto di qualche limite, si è rivelato un videogame di alta qualità.

Uno dei membri più importanti di Naughty Dog che ha permesso il raggiungimento di tali risultati è Amy Hennig. Durante il DICE Summit 2019, Hennig ha rilasciato delle interviste e ha parlato di molti argomenti, ma uno in particolare si è rivelato molto interessante. Tramite i microfoni di VentureBeat, Hennig ha spiegato che, oggigiorno, un gioco come Uncharted: La fortuna di Drake non otterrebbe lo stesso consenso.

Non penso che un gioco come il primo Uncharted, per quanto sia stato il primo passo per tale serie, sarebbe un successo, oggi. L’idea di un’esperienza da otto ore, che non ha altre modalità, non ha online ed è rigiocabile solo con lo scopo di sbloccare dei trucchi o cose simili, non funzionerebbe. Ora devi proporre molte ore di gioco, otto non basterebbero mai.

Vediamo tutti in che direzione sta andando il mercato: servizi live, battle royale e game as a service. Tutte queste cose… non so come dirlo, ma non funzionano bene con una storia. Si legano meno a una narrativa regolare. Quest’ultima ha una forma, uno sviluppo e una conclusione. Un gioco che è pensato come un servizio live, che continua a evolversi, non funziona in questo modo.

È innegabile che ci sia del vero in quanto dice Amy Hennig. Nel mercato odierno, anche per essere economicamente più sostenibile, i grandi publisher puntano sempre di più sui giochi come servizio, mantenendo gli acquirenti costantemente interessati con aggiornamenti e contenuti extra.

Non si può dire, al tempo stesso, che le esperienze narrative non abbiamo più un mercato. Il nuovo God of War, Marvel’s Spider-Man, o il meno recente Horizon: Zero Dawn hanno dimostrato che il pubblico apprezza i giochi story-driven. Tutti e tre, però, propongono molti contenuti e un numero di ore minime per il completamento ben superiore alla decina. Probabilmente, la longevità è la vera kriptonite dei videogiocatori moderni. Voi cosa ne pensate? Cercate giochi che possano intrattenervi per molte ore? Oppure non ci fate troppo caso?

God of War è certamente un gioco di qualità: potete acquistarlo a questo indirizzo.