Xbox

Watch Dogs Legion Bloodline | Recensione, l’importanza dei protagonisti

Dopo una lunga attesa ha finalmente fatto il suo esordio lo scorso 6 luglio Watch Dogs Legion Bloodline, prima grande espansione dell’open world di Ubisoft. Un contenuto fortemente narrativo, che vede il ritorno dell’amato Aiden Pearce e del controverso Wrench in una storia votata all’azione e che va degnamente a concludere l’epopea del vendicatore di Chicago. Un’espansione che ci ha tutto sommato convinto, anche se con qualche riserva, e che ricordiamo essere compresa all’interno del Season Pass del gioco o acquistabile a parte a 14,99 euro.

Watch Dogs Legion Bloodline

Watch Dogs Legion Bloodline: vecchia Londra, nuova storia

Bloodline è ambientato nella distopica Londra che abbiamo imparato a conoscere in Watch Dogs Legion, poco dopo gli attentati che hanno dato via a quanto raccontato nel gioco originale, ma prima della spirale di eventi che ha visto il DedSec scontrarsi con Albion e il clan Kelley. In Bloodline saremo chiamati a scontrarci con tale Rempart, un giovane genio della robotica, nonché ricco e spietato proprietario di una delle principali aziende del settore. Una battaglia in cui ci troveremo invischiati fin da subito a causa del furto del BicaBridge, un dispositivo pensato per trasferire la memoria umana negli automi, e che vedrà coinvolta anche la famiglia di Aiden.

Watch Dogs Legion Bloodline

Un canovaccio narrativo dalla forte impronta action, che parte fin da subito con il piglio giusto e ci porterà da una parte all’altra di Londra per missioni sempre più adrenaliniche. Ottimo, poi, il ritorno non solo di Aiden e Wrench, ma anche di uno dei più riusciti personaggi del gioco base, l’enigmatica Skye Larsen.

Bloodline va insomma a risolvere uno dei principali problemi di Watch Dogs Legion, ossia la costante mancanza di un protagonista forte e carismatico, riuscendo a ritagliarci attorno una storia non certo eccelsa ma tutto sommato solida.

Non solo una nuova missione da portare a termine

Nonostante l’aspetto più corposo Watch Dogs Legion Bloodline sia proprio questa nuova avventura in compagnia di Aiden Pearce e Wrench, Ubisoft ha comunque inserito all’interno del DLC una serie di aggiunte al gameplay.

La principale di esse, nonché la più intrigante, è sicuramente quella relativa allo Spiderbot, che può ora anche volare e trasportare oggetti. Una modifica che rende ancor più essenziale il gadget simbolo di Legion, sebbene sarebbe stato lecito aspettarsene un utilizzo più dirompente. Buona anche l’aggiunta dei robot come avversari, con i freddi automi che devono prima essere indeboliti e poi colpiti alle spalle per essere eliminati.

Watch Dogs Legion Bloodline

Sia Wrench che Aiden Pearce possiedono poi delle proprie abilità. Il protagonista del primo capitolo può ad esempio scatenare un cortocircuito momentaneo in tutto quello che lo circonda e rallentare il tempo dopo un’esecuzione, mentre il mascherato chiacchierone di San Francisco possiede un proprio drone cargo modificato ed è dotato di armi i cui proiettili sono in grado di hackerare dispositivi e molto altro ancora. Due personaggi a tutto tondo anche sul piano del gameplay quindi, che ben si sposano con un ritmo di gioco molto più action rispetto a quello del gioco base. Peccato solo per delle missioni che non riescono sempre a sfruttare tutte queste caratteristiche nel modo giusto e finiscono spesso e volentieri a indirizzare il giocatore verso le imperfette meccaniche stealth del titolo.

Watch Dogs Legion Bloodline

Quello che non ci ha però veramente convinto di Watch Dogs Legion Bloodline è l’incredibile senso di vuoto che si percepisce girando per Londra. Bloodline è infatti un’espansione a sé stante, che non si porta con sé le missioni secondarie e i minigiochi del gioco originale. Ciò si traduce in una capitale inglese sprovvista di cose da fare, in cui saremo chiamati a fare avanti e indietro continuamente senza essere minimamente tentati di fermarci a fare qualcosa. Un vero peccato, che toglie molto mordente all’esperienza complessiva.

7.2

Watch Dogs Legion Bloodline – Xbox Series X


Watch Dogs Legion Bloodline è un buon DLC che non stravolge l’impianto di gioco originale, arricchendolo con una storia nuova di zecca e il ritorno di due amati personaggi. Peccato solo per un open world fin troppo vuoto, che non riesce a supportare attivamente la vivacità di questa nuova avventura. Per il resto Bloodline vale decisamente il prezzo del biglietto.

Pro

  • Una degna conclusione per Aiden Pearce
  • Una trama votata all'action

Contro

  • Il mondo di gioco è troppo vuoto
7.2