Tom's Hardware Italia
Home Cinema

Configurazione per i Test

Pagina 6: Configurazione per i Test
Un hub USB si rivela spesso una necessità se bisogna far coesistere diverse periferiche esterne. Per poter usufruire contemporaneamente di apparecchi conformi agli standard USB 2.0 e USB 1.1, il vostro hub dovrà disporre di un'architettura chiamata TT (dall'inglese Transaction Translator), capace di gestire differenti canali dati. Nel nostro test, abbiamo confrontato un hub classico dotato di un solo TT, con uno multi TT.

Configurazione per i Test










































Sistema
usato per il Test
Processore Intel
Pentium 4, 2.0 GHz

256 KB Cache L2 (Willamette)
Scheda
Madre
Intel
D845EBT, chipset Intel 845E
RAM 256 MB DDR/PC2100, CL2, Infineon
Controller i845E
UltraDMA/100 (ICH4)
Scheda
Video
NVIDIA GeForce2 MX 400
Scheda
di Rete
3COM 905TX PCI 100 MBit
Sistema
Operativo
Windows XP Pro 5.10.2600
Service Pack 1
Benchmark
e Test
Software
per misurare le prestazioni
HD Tach 2.61, c’t h2benchw
Driver
e Impostazioni
Driver
Scheda Grafica
NVIDIA
29.42
Driver Intel Application Accelerator 2.3
Versione
DirectX
9.0
Risoluzione 1024×768, 16-bit, 85 Hz refresh

Come sempre, i programmi usati per i nostri benchmark sono
autoesplicativi o comunque facili da capire. Vogliamo tuttavia commentare brevemente
questa particolare procedura usata per i test:

Abbiamo usato entrambi gli hub USB per tutte e quattro le diverse
configurazioni e con due periferiche differenti, scelte principalmente tenendo
conto di un uso domestico e uno professionale. Una delle due è un hard
disk esterno USB 2.0 della ValuePlus, chiamato SPIO. L’altra è un comune
Memory Stick della Hana Micron (USB 1.1).

Abbiamo utilizzato gli hub con queste quattro configurazioni:


  • Benchmark semplice, senza alcuna periferica collegata. Nessun altro componente
    USB è stato connesso all’hub.
  • Test con un dispositivo (per esempio lo SPIO), mentre si procedeva al trasferimento
    dati con il secondo (ad esempio la Memory Stick).
  • Test con un dispositivo mentre era attiva una webcam USB 1.1.
  • Test con un dispositivo mentre era attiva una webcam e venivano trasferiti
    dei dati al secondo dispositivo.

Le diverse configurazioni hanno creato differenti volumi di
traffico, che possono realmente avvenire durante il normale uso e con cui gli
hub USB si devono cimentare.