Tom's Hardware Italia
Tecnologia

LovBy, startup italiana che premia il passaparola sui social

Si chiama Influence Marketing, in pratica il passaparola sui prodotti al tempo dei social network e LovBy è una piattaforma tutta italiana che premia gli utenti che vogliono promuovere sui social i brand che amano di più. Noi abbiamo voluto scambiarci due chiacchiere per saperne di più.

Quello che un tempo si chiamava semplicemente passaparola, oggi, con l’avvento dei social network e la proliferazione di blogger e YouTuber, ha preso il nome di Influence Marketing, la nuova disciplina del digital marketing che mette in contatto aziende e persone in grado di esercitare una forte influenza su scelte, opinioni e decisioni di acquisto di altre.

Un fenomeno che si sta facendo strada, già da alcuni anni, anche in Italia. Oggi sono molte le aziende consapevoli che non esista forma di comunicazione più potente della raccomandazione di un amico e che scelgono di promuovere prodotti e servizi attraverso i canali online di persone particolarmente influenti.

LovBy (1)

In questo scenario, nasce LovBy, un’innovativa piattaforma made in Italy di influence marketing che ha captato questa tendenza, cogliendone l’aspetto chiave: online non si acquista più il prodotto meglio pubblicizzato ma quello che ha ricevuto il maggior numero di valutazioni positive da parte degli utenti.

Data l'attualità dell'argomento, per saerne di più abbiamo pensato di fare due chiacchiere con l'imprenditore Fabrizio Rametto, fondatore di LovBy e già Presidente di Tcommunication, agenzia pubblicitaria specializzata nella creazione e strutturazione di eventi di comunicazione, che ha introdotto per prima in Italia l'ambient advertising e la guerrilla marketing.

Fabrizio Rametto LovBy

Come nasce l'idea di LovBy?

lovbyLovBy è un progetto nato dalla fusione del know-how di tre solide aziende italiane: Tcommunication, Groupalia e Advice Group che sono diventate loro stesse il primo cliente della piattaforma.

Abbiamo destinato per anni un ingente investimento, per conto dei nostri clienti, alla pianificazione di campagne pubblicitarie online e offline, senza avere la certezza di ottenere i risultati voluti.

Ora con LovBy tutto ciò è possibile: tutte le aziende possono pianificare per risultato e avere un canale che possa unire touch point fisici con quelli digitali, per missioni social, come ad esempio diventare follower, retwittare, condividere foto e video, scrivere un commento etc., e missioni non social come generare store traffic, partecipare ad eventi, provare prodotti o acquistarli a condizioni esclusive e molte altre.

Generalmente gli influencer sono giornalisti o esperti di settore oppure VIP che possono rivelarsi incredibilmente efficaci nella promozione di un prodotto. Con questa piattaforma online invece chiunque può provare a svolgere questa attività, perché pensate che possa funzionare lo stesso?

lovbyIl vero influencer non è il VIP nell’eccezionalità di un spot televisivo o radiofonico, che ha un tempo estremamente limitato e molte volte non ha nemmeno provato il prodotto/servizio pubblicizzato, ma colui che ha effettivamente comprato il prodotto/servizio e ne è pienamente soddisfatto parlandone con i suoi amici. È il brand lover, che diventa testimonial della validità di un prodotto nella quotidianità.

Come funziona esattamente LovBy, come si svolge sulla vostra piattaforma la giornata tipo di un brand lover?

lovbyDiventare testimonial dei brand che una persona ama di più è molto semplice: basta iscriversi alla piattaforma, la quale calcola immediatamente il proprio social score in base all’interazione dei propri amici su uno o più profili social.

A seconda dei risultati ricavati da questa prima scansione, vengono proposte dai brand una serie di missioni. L’utente può scegliere quali compiere e, una volta compiute, riceve dei Lovies, ossia dei punti che potrà poi convertire in tantissimi premi, riscattabili direttamente dalla piattaforma.

Quali sono le ricompense per questa attività, in cosa possono essere convertiti i Lovies, i punti guadagnati per ciascuna missione?

lovbyI Lovies sono innanzitutto una gratificazione che il brand lover ottiene dalle aziende che ama di più. Possono essere spesi nella boutique premi, disponibile sulla piattaforma, dove ci sono più di 200 articoli che vanno da ricariche telefoniche a buoni Amazon, da oggetti di design a quelli di elettronica, da gioielli a viaggi e molto altro.

Perché le aziende si rivolgono a voi, qual è il vantaggio che potete offrire rispetto a strategie di marketing più tradizionali?

lovbyLovBy nasce per connettere le aziende ai propri consumatori, passando dall’interruction marketing, che interrompe un’azione e somministra un’informazione non richiesta, al permission marketing, con cui invece l’azienda ottiene il permesso di comunicare con il consumatore il quale, grazie a LovBy, ne diventa addirittura brand ambassador.

Visto che siamo in ambito marketing: convincimi a usare LovBy, dammi tre buoni motivi per farlo.

lovbyIl primo: LovBy evolve il mercato della pubblicità, passando dalla pianificazione ad impression e click a quella ad action/obiettivi quindi non più CPM e CPC, ma solo CPA. Le azioni vengono proposte dai clienti agli utenti, i quali possono scegliere di diventarne brand ambassador.

Il secondo: le aziende potranno decidere l’action, il suo costo, con la possibilità di modificarlo in tempo reale, e stabilire come verificarla.

Il terzo: siamo talmente sicuri che la pianificazione su Lovby porti il risultato voluto che il cliente pagherà solamente a consuntivo per gli obiettivi raggiunti, senza alcun costo di set-up e budget minimo. Impossibile non provarlo.