Home Cinema

Schermo 3D che non richiede occhialini: già pronto, manca solo un partner industriale

Un televisore, un monitor o un cartellone 3D che non richiede l'uso degli occhialini è sempre stato il sogno dei produttori. TriLite Technologies e TU Wien forse hanno una risposta a questa esigenza e l'ultimo prototipo svelato recentemente lascia ben sperare.

Modulo Trixel
Modulo Trixel

Il segreto di questa tecnologia si deve all'impiego di micro ottiche e piccoli specchi in movimento capaci di proiettare le immagini in diverse direzioni. In pratica ogni 3D pixel (chiamato Trixel) abbina laser (rosso, verde e blue) e uno specchietto. Quest'ultimo indirizza il fascio luminoso verso il campo di visione, dall'occhio sinistro al destro. La variazione delle immagini ricrea l'effetto tridimensionale.

TriLite Times Square shark thumbnail 300x291
Un concept Trixel

Ogni modulo è fatto di 12 x 9 Trixels, quindi abbinandoli insieme si possono creare schermi a colori di dimensioni diverse. "Il software per controllare i moduli e mostrare i film è già stato sviluppato", ha assicurato Jörg Reitterer della TriLite Technologies. "Possiamo sfruttare qualsiasi film 3D già disponibile e riprodurlo sul nostro schermo".

Tutto è pronto per l'eventuale industrializzazione e quindi lo sbarco sul mercato, manca solo un partner adeguato.