e-Gov

Telecom Italia passa da 5 a 9mila esuberi

Il personale di Telecom Italia subirà un'ulteriore riduzione, lo prevede il piano industriale 2009-2011, che sarà presentato oggi da Franco Bernabè, a Londra.

Bernabè sceglie lo scontro con i sindacati, mentre in passato si era orientato al dialogo, almeno con CISL e UIL, che avevano già accettato 5000 esuberi. Con i 4000 che si aggiungono oggi, si arriva a un totale di 9000.

Telecom Italia punterà sul mercato nazionale e sull'America del Sud, in particolare Brasile e Argentina, e si punta ad una crescita dei ricavi superiore al 2%, che si raggiungerà, si spera, anche tramite l'abbandono di attività secondarie, e investimenti più rigorosi.

 

«Le condizioni dei mercati e dell'economia reale intervenute hanno mostrato come sia necessario essere ancora più incisivi nell'affrontare in modo prioritario la riduzione dell'indebitamento. Alla luce dei risultati, che nel frattempo hanno mostrato la frenata dell'erosione dei margini, siamo oggi in condizione di proseguire con un piano triennale che conferma la direzione di questi ultimi mesi». Ha detto Bernabè al Sole24Ore.

La pubblicazione del piano industriale non ha aiutato le azioni Telecom Italia, che questa mattina sono ancora piuttosto instabili.