Ibride e Elettriche

Addio a Renault Twingo e al segmento A: la decisione dell’azienda

Importanti novità sembrano interessare il futuro della casa automobilistica Renault. Infatti, l’azienda francese dirà addio a Renault Twingo e al segmento A. A diffondere la notizia in merito a tale decisione, sembra essere stato lo stesso CEO Luce De Meo, alla rivista Challenges. Nello specifico, l’amministratore delegato della casa francese avrebbe affermato quanto segue:

La Renault abbandonerà il segmento A. È un peccato lasciare questo tipo di veicoli, ma le piccole auto a combustione interna spariranno a causa delle regole del gioco europee. L’inasprimento degli standard sulle emissioni di CO2 faccia risultare piuttosto difficile rendere redditizio un modello a benzina lungo 3,6 metri.

Dunque, è evidente che in tali “parametri” rientra la Renault Twingo. Tuttavia, lo stesso De Meo sembra avrebbe affermato che si tratta di una situazione  “un po’ assurda” poiché la piccola auto del marchio continua ad essere molto apprezzata sul mercato. Sembrerebbe quindi essere ufficiale che, dopo l’arrivo della Twingo elettrica, non verrà prodotta una nuova generazione della citycar. Tuttavia, è bene sottolineare che negli ultimi anni, la casa automobilistica in questione non ha avuto il sostegno della Daimler.

Infatti, il modello Twingo lanciato sul mercato nel 2014, è stato sviluppato con le Smart forfour e fortwo grazie ad alcuni accordi relativi ad investimenti e costi di produzione. Anche se, tali accordi non sono stati soddisfacenti dal punto di vista della redditività poiché è stato registrato un calo evidente dei volumi. Sia la Twingo e che la fortwo vengono prodotte nello stabilimento di Novo Mesto, in Slovenia, il quale nel 2019 ha assemblato meno di 90 mila Renault Twingo. Inoltre, l’amministratore De Meo avrebbe sottolineato l’incapacità dell’azienda di realizzare, in maniera autonoma, nuovi modelli elettrici garantendo alla casa Renault un futuro all’insegna dell’elettrificazione.

Dunque, come successo anche con altre case automobilistiche – basti pensare a Peugeot e a Citroën, con lo stop della commercializzazione della 108 e della C1 –  anche la Renault si appresta ad abbandonare i modelli del segmento A, In ogni caso, per quanto riguarda l’azienda francese, la decisione è stata dettata principalmente dai costi di sviluppo e di produzione. Inoltre, nonostante siano ancora modelli richiesti, i clienti sembrano essere sempre più propensi ad acquistare veicoli di maggiori dimensioni. La Renault Twingo potrebbe essere “sostituita” – entro il 2023 – da un modello entry level, ossia la R5 elettrica anche se altra candidata potrebbe essere la Dacia Spring, il cui arrivo è previsto per il mese di marzo prossimo.

Su Amazon a questo link sono disponibili degli utilissimi coprisedili universali. Non lasciateveli scappare.