Auto

Lamborghini Huracan STO: nata in pista, omologata per la strada con 640 Cv

Per chi cerca una super sportiva senza nessun compromesso, Lamborghini offre l’ultima declinazione di Huracan: la STO. Un nome che anticipa molto del modello: super trofeo omologato. Rispetto a qualsiasi altro modello della casa di Sant’Agata Bolognese, il limite qui è stato sensibilmente alzato, raggiungendo vette probabilmente superiori alla migliore concorrenza.

La STO evolve il concetto proposto sulla Huracan Performante concretizzando in un modello di serie tutta l’esperienza accumulata da Lamborghini nel campionato monomarca Super Trofeo. Una vettura da pista che può circolare su strada, dedicata a chi ama la guida. Le prime consegne sono previste per la primavera 2021, in Italia il prezzo è di 304.282 euro.

Aerodinamica da pista e 640 Cv

Lamborghini ha aggiornato l’aerodinamica di Huracan per offrire sulla STO un prodotto che fosse il più vicino possibile a un modello da competizione. L’obiettivo, proprio come in pista, era quello di sfruttare al massimo i flussi d’aria senza rinunciare all’identità Huracan. Tra i dettagli, il cofano integrato nei parafanghi (cofango), ispirato alle auto da corsa oltre che un omaggio a Miura e Sesto Elemento.

Nella zona anteriore sono state aggiunte nuove prese d’aria e sfoghi superiori per creare il massimo carico verticale sull’avantreno di modo che l’auto sia sempre incollata all’asfalto. L’elemento caratteristico della STO è sicuramente il vistoso alettone posteriore:  regolabile su tre posizioni per adattare il carico a seconda delle esigenze e del tipo di tracciato che si andrà ad affrontare.

Il lavoro svolto sull’aerodinamica ha permesso di ottenere un 37% di efficienza e un 53% di deportanza in più rispetto ai già ottimi valori mostrati dalla performante. La sagoma del parafango posteriore con prese NACA con cofano motore dotato di air scoop superiore e di una pinna longitudinale che indirizza i flussi verso l’ala, è un piacere per gli occhi.

Il motore resta il 5.2 litri aspirato da 640 Cv, con trazione posteriore e cambio a doppia frizione sette rapporti LDF. Le prestazioni dichiarate parlano di un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 3 secondi e da 0 a 200 km/h in 9 secondi. Velocità massima di 310 km/h.

Meno peso e fibra di carbonio

Rispetto a qualsiasi altro modello Lamborghini, la STO è equipaggiata con molti elementi realizzati in fibra di carbonio e materiali ultraleggeri. Una struttura utilizzata in campo aerospaziale e che permette un risparmio di peso di 43 kg se confrontata con la performante. La bilancia si ferma a 1.339 kg. Tra gli elementi di rilievo, i cerchi realizzati in magnesio.

Elementi derivati dal mondo delle competizioni sono le carreggiate allargate di 10 mm davanti e 16 mm dietro, oltre alle boccole per sospensioni più rigide, alle barre antirollio specifiche e al MagneRide 2.0. Massima sicurezza dai freni Brembo CCM-R: molto più potenti dei normali carboceramici sia in frenata che in resistenza all’usura.

I pannelli porta sono realizzati in fibra di carbonio, così come i tappetini e il guscio dei sedili; questi ultimi sono rivestiti in Alcantara. Dettaglio da auto da corsa è il telaio tubolare posto dietro la testa di passeggero e conducente a cui sono ancorate le cinture di sicurezza. Unica la chiave di accensione, realizzata con la stampa in 3D.

La Lamborghini Huracan STO offre tre inedite modalità di guida del programma Anima: STO, Trofeo e pioggia. La prima è dedicata a un uso su strada, con la possibilità in più di disattivare in qualsiasi momento il controllo della trazione; Trofeo è pensata per chi cerca il tempo sul giro in circuito; pioggia adatta la trazione e l’erogazione su fondo viscido e bagnato per riuscire a sfruttare nel miglior modo possibile l’auto anche in condizioni di scarsa aderenza.