Ibride e Elettriche

Nio ES6, il SUV elettrico cinese sfida il circuito di Nurburgring

Durante la scorsa estate abbiamo assistito all’arrivo sul mercato del Nord Europa del veicolo cinese NIO ES6. Ebbene, sembrerebbe che l’auto si sia messa alla prova percorrendo il noto – e decisamente molto impegnativo – circuito di Nurburgring, il modo tale da poter mostrare tutto il suo potenziale. Si tratta di una sfida alla quale l’azienda cinese ha partecipato più volte, infatti anche la supercar elettrica EP9 riuscì a stabilire il record – in seguito battuto dalla VW ID.R – sul giro per auto a zero emissioni, proprio al Nurburgring. Tornado alla NIO ES6 – dopo un discreto risultato, mentre percorreva il circuito -, sembrerebbe che il veicolo abbia riscontrato alcuni problemi relativi ai freni.

Infatti, lo stesso condecente dell’auto ha affermato che, a metà giro, l’impianto frenante della NIO ES6 si è surriscaldato. La causa di tale intoppo, è da ricondurre – a quanto pare – al controllo elettronico della stabilità. Le diverse perdite di aderenza, che solitamente si verificano in condizioni di guida al limite, hanno inevitabilmente messo a dura prova le pinze freno influendo negativamente sulle prestazioni. Sembrerebbe, inoltre, che sia stato riscontrato un ulteriore problema mentre la NIO ES6 effettuava il suo giro sul circuito del Nurburgring. Il pilota del veicolo della casa cinese, infatti, si è accorto di una evidente diminuzione della potenza erogata dall’auto.

In tal caso, il riscaldamento della batteria e l’eccessivo consumo di energia hanno fatto si che le centraline siano entrate in protezione e di conseguenza non è stato possibile spingere la NIO ad una velocità superiore di 150 km/h. Nessun problema è stato riscontrato, invece, a livello del telaio. Infatti, lo stesso conducente sembra aver affermato quanto segue:

Tirando le somme l’assetto è davvero buono, ti fa sentire sicuro e in controllo anche su un circuito come questo, dove ci sono evidenti cambi di pendenza.

Il veicolo della casa automobilistica cinese, ha iniziato il suo giro sul circuito con livello di batteria del 58% (pari a  247 km di autonomia), a fine percorso la batteria era al 29% (124 km di autonomia rimanente). Dunque, sembrerebbe che il risultato sia stato migliore di quanto ci si aspettava, nonostante i problemi riscontrati.

Per eliminare i cattivi odori dalla vostra auto e garantire una fresca fragranza, non perdetevi il deodorante auto disponibile su Amazon, a questo link.