Auto

Porsche 911 GT3 Cup: il modello per le competizioni pronto per i clienti

Gli appassionati di automobilismo e del marchio Porsche attendevano l’arrivo della nuova 911 GT3 Cup con più impazienza del modello di serie 992. Pronta a competere in tutte le competizioni monomarca Porsche Carrera Cup e non solo, è la derivazione più estrema e corsaiola di 911. La base è offerta dalla nuova GT3 versione 992, ufficialmente non ancora presentata al pubblico.

Come da tradizione, il motore rimane il 4.0 litri Boxer aspirato capace di erogare 510 Cv e 470 Nm di coppia massima. Valori che se paragonati a modelli stradali come Turbo e Turbo S lascerebbero pensare a prestazioni inferiori. In realtà, l’utilizzo di materiali leggeri, uno studio aerodinamico molto sofisticato, l’assenza di molta della componentistica, rendono la GT3 Cup una vettura da competizioni tra le più solide e performanti disponibili.

Cambiano le dimensioni

Rispetto al modello precedente, la 911 GT3 Cup 2021 presenta una carreggiata di 1.902 mm al posteriore e di 1.920 mm all’anteriore. Il peso è aumentato di 35 kg ma uno studio più sofisticato di aerodinamica ha portato all’aggiunta di nuovi elementi presenti lungo la carrozzeria e in grado di migliorare la deportanza. Portiere, cofano motore e ala posteriore sono realizzati in fibra di carbonio.

Il cofano anteriore è in alluminio, per un motivo pratico: costa meno sostituirlo in caso di danno. La sicurezza risponde agli utlimi standard di omologazione Fia, permettendo all’auto di competere in ogni campionato e su ogni circuito della federazione. La tecnica della zona anteriore è derivata dalla Rsr (che compete nel WEC): sospensioni a doppio triangolo montate su Uniball, una soluzione inedita che sarà in futuro proposta anche sui modelli stradali. Gli interni presentano elementi utili al pilota per impostare i parametri di Abs e controllo della trazione.

Motore Boxer

Il propulsore è il leggendario Porsche Boxer 4.0 litri aspirato. L’erogazione di potenza raggiunge i 510 Cv per 470 Nm di coppia massima, con limitatore a 8.750 giri. La carrozzeria è stata allargata e, come sulla 911 Turbo, integra le prese d’aria sulle fiancate. Il cambio è un sequenziale a sei marce con paddle al volante, a funzionamento elettronico in luogo del precedente pneumatico.

I tecnici Porsche hanno lavorato a lungo per realizzare una vettura che ottimizzasse i costi di gestione. Il propulsore richiede interventi di manutenzione ogni 100 ore di utilizzo e il cambio può lavorare a intervalli di 60 ore. La 911 GT3 Cup è predisposta per utilizzare carburanti sintetici. La consegna ai clienti e alle scuderie avverrà a partire da febbraio 2021.