Ibride e Elettriche

Quali sono le auto nuove più affidabili? Un report svela scenari sorprendenti

Consumer Reports, una famosa rivista statunitense attiva da oltre 70 anni fondata su un’organizzazione senza scopo di lucro dedicata a test e consigli orientati verso il consumatore, ha pubblicato un articolo aggiornato riguardante le auto nuove più affidabili. Nella precedente edizione, le giapponesi erano agli apici della classifica e per il 2021 il trend sembra essere nuovamente confermato.

Lexus, Mazda e Toyota sono ancora una volta i marchi più affidabili nella classifica annuale seguiti da Infiniti e Buick. Il punteggio di affidabilità previsto è calcolato su una scala da 0 a 100 punti, con una valutazione media compresa tra 41 e 60 punti. Affinché un marchio venga classificato, è necessaria l’analisi da parte degli esperti di CR di almeno due modelli. In linea generale, i gruppi asiatici sono ancora in cima alla classifica seguiti a ruota dai produttori europei e statunitensi. Lexus, Mazda e Toyota come accennato svettano con oltre 70 punti, Audi e BMW si posizionano a metà classifica a rispettivamente 47 e 45 punti, mentre Mercedes, Volkswagen e Tesla chiudono la graduatoria con meno di 35 punti.

Federicovecchio.com

La classifica non fa particolari distinzioni sulla tipologia di veicoli analizzati; si passa dalle berline sino ad arrivare alle spider passando naturalmente da SUV e station wagon. Analizzando più in dettaglio le categorie, scopriamo come le ibride siano le vetture più affidabili in senso assoluto, mentre le elettriche pure fatichino a guadagnare posizioni. Un risultato in totale controtendenza rispetto al pensiero di alcuni automobilisti che identificano l’auto elettrica come più affidabile in quanto meno ricca di componenti meccanici potenzialmente soggetti a usura e rottura. La ragione dietro a questo risultato è presto spiegato, le soluzioni più green sono spesso e volentieri ricche di sensori e tecnologie avanzate che potrebbero creare malfunzionamenti software.

Il ricchissimo report (aggiornato al 18 novembre) identifica anche le 10 migliori e peggiori auto ad oggi. L’acquisto di un’auto, come sappiamo, è un investimento a lungo termine con l’aspettativa che si arrivi ad acquistare una soluzione affidabile capace di accompagnarci per tratte lunghe ed intense. Come evidenziato da Consumer Reports non tutte le auto sono in grado di mantenere questa promessa. L’analisi prende in considerazioni numerosi aspetti, dai fastidi più comuni (come freni cigolanti e finiture ballerine) ai problemi più seri che potrebbero richiedere l’intervento di un’officina specializzata. Il punteggio, misurato in base alla gravità su una scala da 1 a 100, viene infine sommato ai dati raccolti in pista, nonché ai risultati del sondaggio sulla soddisfazione dei proprietari e i dati sulla sicurezza, per calcolare il punteggio complessivo di ciascun veicolo di prova.

Federicovecchio.com

Tra le migliori 10 troviamo in ordine di punteggio: Lexus GX (100 pt), Kia Niro EV (95 pt), Toyota Prius Prime (93 pt), Toyota Prius (91 pt), Cadillac XT5 (89 pt), Mazda MX-5 (88 pt), Honda Insight (87 pt), Toyota Highlander (86 pt), Subaru Crosstrek (85 pt) e Mazda CX-9 (85 pt).

I 10 peggiori veicoli, sempre per Consumer Reports, sono invece: Subaru Ascent (18 pt), Chrysler Pacifica (18 pt), Tesla Model Y (18 pt), Volkswagen Tiguan (17 pt), Volvo XC90 (17 pt), Chevrolet Corvette (13 pt), Chevrolet Silverado (11 pt), Ford Mustang (9 pt), Ford Explorer (8 pt) e Mercedes GLE (5 pt).

Se da un lato non sorprende trovare principalmente marchi giapponesi con modelli di varia natura, come una spider due posti, tra le soluzioni più affidabili, dall’altro ammettiamo un certo stupore sul posizionamento di Model Y. Secondo quanto riportato, più in dettaglio, Tesla avrebbe un’affidabilità solo nella media e Model Y diversi problemi legati alla qualità costruttiva, il Tallone d’Achille del marchio californiano. Il report evidenzia la presenza di difetti di allineamento delle scocche, vernice di bassa qualità e problemi legati all’elettronica di bordo. Discorso analogo anche per Model X e Model S che, però, riescono ad ottenere un punteggio medio inserendosi nella parte centrale della classifica.