Ibride e Elettriche

Un disservizio della rete Tesla blocca l’accesso alle auto: è questo il futuro?

Alcuni proprietari di Tesla, lo scorso venerdì sera, si sono imbattuti in una problematica non da poco ossia l’impossibilità di accedere al proprio veicolo. Secondo un report pubblicato in rete, a causa del disservizio dell’app Tesla non sarebbe stato possibile connettersi al proprio veicolo e, in alcuni casi, accedervi e guidarlo. L’interruzione, che ha reso inutile la funzione phone key di Tesla non era legata a un problema hardware bensì ad uno “software” della rete stessa.

Il sistema keyless o fobless per i conducenti di vetture Tesla non è del tutto nuovo; ha fatto il suo debutto su Model 3 nel 2017 e successivamente è stato integrato in ulteriori modelli più recenti, come Model Y, o datati, come Model S. Avere un piano di riserva per accedere alla propria auto potrebbe non essere un’idea totalmente fuori luogo in quanto la sicurezza non è mai abbastanza. Ad esempio, siamo sicuri che una buona parte del nostro pubblico si affida ad applicazioni come “Apple Pay”, ma siamo altrettanto certi che alcuni di voi continuino a girare con carte di credito fisiche o contanti. Insomma, diciamocelo chiaramente, un piano B è sempre necessario e accedere alla propria macchina solo tramite una tessera abbinata ad una rete proprietaria potrebbe non essere l’idea migliore.

Sebbene la phone key utilizzi il Bluetooth e la chiave magnetica un sistema RFID, sembra che il problema di Tesla fosse esteso a 360 gradi; stando a quanto emerso su diversi siti e su Reddit, alcuni utenti avrebbero riscontrato problemi anche a distanza ravvicinata, suggerendo quindi una difficoltà estesa al sistema Bluetooth.

Allo stato attuale, restando nel campo delle soluzioni keyless o fobless, l’unico produttore ad offrire una valida alternativa è Ford che sul montante anteriore di Mustang Mach-E ha integrato una tastiera numerica che permette di accedere all’auto. Naturalmente la funzione è limitata al semplice accesso e non consente di avviare il veicolo, tuttavia in futuro non è escluso che si possa arrivare ad una soluzione avanzata. La Mustang Mach-E è attualmente in prova e, nei prossimi giorni, sicuramente troverete anche la nostra recensione.