Auto

Volkswagen e Daimler valutano il modello di vendita di Tesla

Il modello di vendita diretta utilizzato da Tesla permette di tagliare una parte significativa dei costi e controllare in maniera più capillare i vari aspetti del rapporto con il cliente. Secondo quanto riportato da alcune fonti estere, anche Volkswagen proverà a cavalcare l’onda e quindi inserire un modello di vendita del tutto analogo, senza però eliminare del tutto i concessionari. Il primo modello della popolare casa automobilistica tedesca a beneficiare di questa modalità sarà proprio la nuovissima ID.3, che garantirà prezzi e commissioni già prestabiliti per i venditori.

I concessionari rimarranno comunque elementi chiave nel processo occupandosi oltre che della consegna del veicolo, anche di eventuali test drive e della finalizzazione della vendita stessa.

E i concorrenti?

Daimler, la società dietro al marchio Mercedes-Benz, utilizza già un sistema di vendita diretta in Svezia e Sud Africa e sta lavorando per introdurlo anche in Austria entro il 2023 e in Australia nel prossimo futuro. Britta Seeger, responsabile della divisione vendite e marketing di Mercedes-Benz Cars, precisa che entro il 2025 circa il 25% delle vendite di automobili per privati saranno fatte online. A questo proposito, tra i progetti futuri del brand, c’è il desiderio e l’intenzione di potenziare tutta l’infrastruttura necessaria per approvare tutti gli ordini previsti.

Configuratore online introdotto da BMW in Inghilterra

I vantaggi per i concessionari

Questo modello non rappresenta solamente una soluzione Covid-Friendly limitando quindi il rischio di contagio da Coronavirus, bensì va a snellire il processo di formazione dei singoli dipendenti che non dovranno più essere necessariamente preparati su diverse aree di competenza. Inoltre, i concessionari non avranno più un incentivo (e l’opportunità) di indirizzare alcuni potenziali acquirenti di veicoli elettrici verso soluzioni con motore termico.

Dirk Weddigen von Kapp, presidente dell’associazione di categoria che rappresenta 2000 concessionari VW e Audi sostiene che i concessionari da lui rappresentati considerino il nuovo modello di vendita come un modo efficiente di mitigare i rischi legati alla vendita di prodotti non familiari. Jürgen Stackmann, CEO di Volkswagen, riferisce che:

I concessionari rimarranno parte integrante ed essenziale del nostro sistema di distribuzione. Per essere chiari, la vendita fisica continuerà a rimanere la nostra più importante fonte di guadagno per i prossimi 15 anni