Cinema e Serie TV

Death Note, il sequel del film Netflix cercherà di essere più fedele al manga originale

C’era grande attesa attorno all’adattamento per il piccolo schermo di Death Note, uno dei manga più controversi e chiacchierati degli ultimi anni, ma il film diretto da Adam Wingard ha completamente deluso le aspettative. Uscito nel 2018 su Netflix, ha scatenato le ire dei fan per non essere stato fedele all’opera scritta da Tsugumi Ōba. Neanche Willem Dafoe nei panni di Ryuk è riuscito a salvare il progetto.

Nonostante le critiche, la piattaforma di streaming ha dato il via libera per un sequel che, a quanto pare, cercherà di trarre maggiore ispirazione dall’opera originale. A rivelarlo è stato lo scrittore Greg Russo, dichiaratosi a sua volta un grande fan del manga.

Death Note

Intervistato di recente ai microfoni di We Got This Covered, Greg ha parlato della difficoltà di adattare in live action una proprietà intellettuale così complessa come Death Note, spiegando di aver già parlato con Netflix e aver messo sul tavolo delle idee per realizzare un film più fedele possibile all’opera di partenza.

Death Note è stato pubblicato sulla nota rivista giapponese Weekly Shonen Jump di Shueisha dal 2003 al 2006, arrivando poi in Italia grazie a Planet Manga. Dai 12 volumi sono poi state tratte numerose opere, tra cui l’apprezzatissima serie anime di 37 episodi, andata in onda dal 3 ottobre 2006 al 26 giugno 2007, cinque film, una miniserie in live action, un musical, un dorama, due light novel e diversi videogiochi.

Death Note 2 trarrà maggiore ispirazione dall’opera originale

Light Yagami e Ryuk, protagonisti del manga, sono apparsi anche in Jump Force, picchiaduro crossover uscito nel 2019 su console e PC. Insomma, Death Note si è sedimentato a dovere all’interno della cultura pop.

Death Note

A dicembre è anche arrivato in Italia Death Note – Light Up the NEW World, titolo di uncapitolo one-shot uscito ad inizio 2020 e ambientato in un mondo dove i Kira sono tutti morti e un nuovo quaderno degli dei della morte appare.

Dopo la debacle di Death Note, Adam Wingard è stato di recente impegnato con la promozione di Godzilla vs Kong (qui trovate la nostra recensione), mentre Greg Russo è lo sceneggiatore di Mortal Kombat, in arrivo a breve su HBO Max e al cinema.

In attesa di avere maggiori informazioni sul sequel del film Netflix, vi consigliamo di recuperare il primo volume di Death Note. Lo trovate, completamente in italiano e a un prezzo accessibile, cliccando qui.