Giochi di ruolo

Dungeons & Dragons Candlekeep Mysteries: la recensione!


Candlekeep Mysteries
Editore
Wizards of the Coast
Autori
Vari
Ambientazione
Forgotten Realms
Genere
Antologia di Avventure
N. Pagine
224

E’ da poco uscito un nuovo manuale per Dungeons&Dragons 5° Edizione, un’antologia di diciassette avventure che partono dalla città/biblioteca di Candlekeep, situata nei Forgotten Realms. Ogni avventura è dedicata a un gruppo di personaggi di vario livello, dal 1° fino al 16°. E’ un manuale che presenta molto materiale che ogni master può usare a piacimento per arricchire una propria campagna, crearne una ex novo o per riempire una serata di gioco. Scopriamo qualche dettaglio in più.

L’estetica non è tutto ma…

Il volume è il classico cartonato di alta qualità a cui ci ha abituati la Wizards of the Coast, conta 224 pagine e una mappa a colori staccabile. Come al solito sono previste due copertina, una “regular” e l’altra “variant” dedicata ai negozi appartenenti alla rete WPN. Gli interni sono sempre ben curati e di alto livello anche se devo dire che mi sarei aspettato qualcosa di più dalle illustrazioni interne a mio avviso non molte, vista anche la molte di avventure, e neppure troppo evocative. Credo che la Wizards possa fare molto meglio di così!

Ben arrivati a Candlekeep

La prima parte del volume è dedicata alla descrizione della città di Candlekeep , una città/biblioteca che racchiude la più grande raccolta di volumi esistente in tutti i Forgotten Realms. Uno dei motivi che la rendono così ricca di volumi è che ogni visitatore, per potervi accedere, deve donare un tomo, pergamena, o uno scritto di vario tipo che non sia ancora presente nella biblioteca o che abbia un particolare interesse. Alla descrizione di Candlekeep sono dedicate sole undici pagine che ci raccontano dell’organizzazione della città, della composizione dell’ordine monastico che la sovraintende e di tutti gli incantesimi che la preservano dagli invasori ma anche dal fuoco e dagli insetti nocivi per i volumi. Si tratta di una descrizione abbastanza rapida e sintetica che però assolve al suo compito di fornire lo sfondo ideale per le diciassette avventure!

Cercate manuali di Dungeons & Dragons nuovi e da collezione o materiale dedicato al mondo del gioco di ruolo? A questo link potete trovare dalle ultime novità alle chicche introvabili pronte per essere spedite a casa vostra!

Caratteristiche generali

Ogni avventura ha per protagonista un tomo di cui ci vengono fornite varie informazioni: chi l’ha portato a Candlekeep, come i personaggi possono venirne in possesso e una minuziosa descrizione estetica del tomo stesso. Diverse avventure propongono la possibilità di interagire notevolmente con i vari personaggi non giocanti di cui ci vengono forniti le caratteristiche della loro personalità, gli ideali, i legami e le debolezze. Queste informazioni servono ai master per poter meglio interpretare le loro reazioni nei confronti dei personaggi giocanti. Sicuramente la possibilità di risolvere i conflitti in maniera non violenta è uno degli obiettivi che gli autori della Wizards of the Coast si sono posti con questa serie di avventure. Vedremo se master e giocatori sapranno coglierla.

17 avventure posson bastare!

Passiamo ora ad esaminare le singole avventure. Ho cercato di dare meno indizi possibili in modo da evitare spoiler quindi potete leggere tranquillamente le varie descrizioni. Mi sono anche divertito a dare un singolo voto a ogni avventura, un simpatico esercizio che riflette, ovviamente, i miei gusti personali e la prospettiva che mi danno come Master. Mi sembra doveroso sottolineare che ovviamente non le ho giocate tutte, quindi il mio giudizio viene fornito principalmente dalla mera lettura del volume.

The Joy of Exradimensiona Spaces

Si tratta di un’avventura semplice, che per molti versi sembra quasi una favola. Presenta un classico puzzle molto basilare per risolvere la problematica principale. Mi pare comunque adatta e ben calibrata per un gruppo di novelli giocatori.
Voto 8

Mazfroth’s Mighty Digressions

Un’avventura di ampio respiro che porta i Personaggi fino a Baldur’s Gate. Forse è anche di troppo ampio respiro e necessita di molto lavoro del Master per riempire i buchi narrativi. Buchi che è giusto sottolineare sono probabilmente dovuti al numero limitato di pagine che sono dedicati ad ogni avventura. Offre ampie possibilità di risolvere l’avventura senza l’uso della violenza. Devo dire che come trama non mi ha convinto molto e mi ha lasciato un certo senso di incompiutezza.
Voto 5,5

Book of the Raven

Un’avventura dal sapore horror che propone incursioni nello Shadowfell e presenta il popolo dei Vistani fornendo quella che mi sembra un’anticipazione della prossimo volume di D&D dedicato a Ravenloft. Può facilmente essere ampliata creando una lunga serie di avventure o anche una campagna. Offre molti spunti interessanti.
Voto 8

A Deep and Creeping Darkness

Un’altra avventura interessante, che offre un buon incipit per “spaventare” il giusto i personaggi e fornire loro un bel mistero su cui indagare… la scomparsa degli abitanti di un intero villaggio. Se ben gestita può fornire molta suspance ai giocatori e portare alla morte dei loro personaggi senza tanti problemi. I personaggi non giocanti proposti mi sembra francamente inutili!
Voto 7

Shemshime’s Bedtime Rhyme

Una delle avventure che mi ha colpito di più, che necessita un bel tavolo di giocatori che abbiano voglia di interpretare, investigare e rendere vivace una trama semplice ma che offre dei begli spunti. Ho in mente di giocarla mettendo come sottofondo una di quelle canzoni che non riesci mai a toglierteli dalla testa, in loop continuo!
Voto 9

The Prince of Beauty

Un’avventura particolare che mi sembra prendere spunti provenienti dal Ritratto di Dorian Gray, La Città Incantata e da Biancaneve! O forse è solo un tentativo di affrontare il tema della bellezza, esteriore, a tutti i costi. Secondo me può essere un filler interessante.
Voto 6,5

Book of Cylinders

Si apre con un libro che non è proprio un libro. L’avventura è un classico “aiutiamo i poveretti prima che sia troppo tardi… ma non sarà mai troppo tardi perché non è bello che muoiano troppi dei buoni”. Come i classici è molto lineare e non riserva troppe sorprese. Però è scritta bene e può essere utile per i master con poca esperienza.
Voto 5,5

Sarah of Yellowcrest Manor

Un’altra avventura che porterà i personaggi lontani da da Candlekeep, più precisamente a Waterdeep. Si tratta di un’avventura investigativa, a tema horror con ascendenze demoniache. Non offre particolari colpi di scena ma è ben scritta e offre ottimi spunti per essere ampliata. Un buon lavoro.
Voto 6,5

Lore of Lurue

E’ un’avventura che permette ai Personaggi di scoprire di più sulla storia della città di Sylverymoon e della sua origine… divina. Si tratta di rivivere una storia già scritta, quindi i Personaggi in realtà non hanno molta libertà di azione e di scelta. Direi senza infamia e senza lode.
Voto 6

Kandlekeep Dekonstruktion

Sicuramente una delle avventure più divertenti presentate nel volume. E non potrebbe essere altrimenti vista la presenza di uno gnomo che, come al solito, ha in mente qualche pazzo progetto che include il lancio di una razzo nello spazio! Chissà se c’è qualche collegamento con Spelljammer? Può essere usata come avventura per farsi delle grandi risate e spezzare il ritmo serioso di una campagna, per esempio. Ben riuscita, comuqnue.
Voto 8

Zikran’s Zephyrean Tome

Un’altra avventura interessante che ha come protagonista un genio… di quelli che esaudiscono desideri. Ammetto che si poteva cadere facilmente nella banalità ma l’avventura offre invece degli spunti e delle trovate interessanti. Anche qui i personaggi hanno la possibilità di combattere poco e interagire ampiamente con i personaggi non giocanti per trovare valide soluzioni alternative ai conflitti.
Voto 7,5

The Curious Tale of Wisteria Vale

Di solito dove c’è un beholder c’è una bella avventura ed è questo il caso. Entrano in gioco gli Arpisti, un bardo che ha perso il senno e un beholder smarrito nei suoi sogni. Che cosa è vero e che cosa è finto? Solo i personaggi potranno scoprirlo in questo piccolo Truman Show fantasy.
Voto 8

The Book of Inner Alchemy

Non poteva mancare l’avventura orientaleggiante con i monaci combattenti come protagonisti. Può essere particolarmente interessante se siete amanti dell’oriente o se volete introdurre qualche elemento esotico nelle vostre avventure. Per il resto nulla di particolarmente ragguardevole.
Voto 6

The Canopic Being

Un’avventura, ambientata a Tashluta nel Chultan, che si rivela decisamente interessante e che mette i personaggi in una posizione scomoda e li può far sentire parte di un malvagio disegno ordito da un potente nemico. Ci sono molti spunti per ruolare aspetti interessanti che nell’avventura sono solo accennati. Anche l’uccisione definitiva del boss finale può risultare complessa e magari moralmente problematica per qualche personaggio/giocatore, ovviamente se sono interessati a interrogarsi su cosa sia moralmente giusto fare e non unicamente a uccidere tutti. Le soluzioni sono comunque entrambe valide, l’importante è divertirsi.
Voto 8

The Scrivener’s Tale

Più le avventure si alzano di livello e più il poco a spazio a disposizione si fa sentire. Questa avventura può facilmente essere allungata e divenire protagonista di molte sessioni di gioco. Anche in questo caso i Personaggi si trovano in una situazione poco piacevole e il loro futuro è compromesso se non agiscono in fretta. Seondo me sono sempre un’arma a doppio taglio questo tipo di avventura a “clessidra“, dove i Personaggi devono portare a termine il compito assegnatogli prima che sia troppo tardi. Il compito di scandire al meglio il tempo e creare la giusta suspance alla fine sta sempre al Master. Alla fine i personaggi, presi tra due fuochi, devono scegliere da che parte schierarsi anche se l’avventura ne suggerisce uno solo… ma ogni tanto prendere le parti del “cattivo” può rivelarsi interessante.
Voto 8

Alkazaar’s Appendix

All’appello mancava l’avventura egiziana… ed eccola qui, ambientata nell’Anauroch. Già solo per l’ambientazione geografica diversa dal solito può rivelarsi interessante e anche la trama non è male. Aumentando il livello dei personaggi anche il livello dei nemici si alza e giustamente vengono scomodati i lich. Anche qui lo spazio è tiranno e la storia può comodamente essere allungata.
Voto 7

Xanthoria

L’ultima avventura riguarda una malattia che si sta spandendo rapidamente per i Forgotten Realms, tipo una pandemia. Era impensabile che gli eventi del mondo reale non avrebbero fatto capolino nel gioco fantasy per antonomasia. Ovviamente i personaggi saranno chiamati a scoprirne l’origine e a estirparla. Anche qui verranno messi di fronte a un bel dubbio morale e la soluzione finale del problema potrebbe protrarsi a lungo. Gli spunti forniti sono interessanti e anche in questo caso ci possono essere interessanti sviluppi, se il Master e i giocatori hanno interesse a lavorarci.
Voto 7,5

Un prodotto adatto a…

Essendo un manuale contenente quasi solo avventure è ovviamente destinato ai master che cerchino ispirazione per un’avventura o ne cerchino una da giocare al volo. Essendo le avventure ideate per gruppi dal 1° al 16° livello si presta ad essere utile sia a master novizi che esperti.

Conclusioni

Ed eccoci a tirare le somme di questa nuova uscita targata Wizards of the Coast. Che dire, personalmente mi ha soddisfatto molto. Mi piace avere dei manuali con brevi avventure da cui prendere spunto o da utilizzare in toto inserendole in una campagna. Ovviamente ognuno ha il proprio gusto personale in fatto di avventure, ma avendone a disposizione ben diciassette credo che ognuno ne possa trovare qualcuna che gli aggrada. Personalmente ne ho trovate parecchie e solo tre o quattro mi hanno lasciato un po’ perplesso.  Insomma, se siete dei master ve lo consiglio vivamente!

Cercate manuali di Dungeons & Dragons nuovi e da collezione o materiale dedicato al mondo del gioco di ruolo? A questo link potete trovare dalle ultime novità alle chicche introvabili pronte per essere spedite a casa vostra!

Candlekeep Mysteries


Un volume molto interessante che offre grandi possibilità di divertimento per ogni gruppo di gioco. Ognuno troverà all'interno diverse avventure che potranno andare incontro ai propri gusti e che offriranno la possibilità di essere ampliate creando delle vere e proprie campagne. Tanti spunti, tante oppurtunità che non aspettano altro di essere colte.

Pro

  • Molta varietà nelle avventure
  • Diversi livelli di difficoltà

Contro

  • Illustrazioni non sempre all'altezza
  • Poco spazio dedicato alla descrizione di Candlekeep