Eventi

La lotteria di Virgin Galactic: in palio biglietti per viaggiare nello spazio

Ora che Virgin Galactic ha portato il suo fondatore ai confini dello spazio, Richard Branson (per conoscerlo meglio, qui trovate la sua biografia Il Coraggio di Rischiare) è pronto a offrire alle persone comuni la possibilità di intraprendere un viaggio simile. Qui di seguito potete trovare il video completo che mostra il successo dell’impresa di Branson:

Come vincere i biglietti per viaggiare nello spazio (purtroppo, non dall’Italia)

Virgin e Omaze hanno annunciato un concorso a premi che consente di vincere due posti a bordo di uno dei primi voli spaziali commerciali. Per essere quanto più possibile chiari, sottolineiamo ancora una volta che non sarà possibile partecipare all’iniziativa dall’Italia.

La lotteria terminerà il 1 settembre e le aziende ne riveleranno il vincitore il 29 settembre. Chiunque sarà così fortunato da vincere dovrà essere però disposto a prendersi una pausa dal lavoro. Prima di poter effettivamente viaggiare nello spazio sarà infatti necessario seguire lo stesso addestramento di qualsiasi altro passeggero dei viaggi Virgin Galactic. Tuttavia, questo renderà possibile anche fare un tour di Spaceport America, lo spazioporto che si trova nel deserto Jornada del Muerto, in Nuovo Messico.

Virgin Galactic

Di certo, l’idea di dare vita a una lotteria il cui premio siano dei biglietti per viaggiare nello spazio è un ottimo modo per capitalizzare e pubblicizzare i voli spaziali di Virgin e suscitare clamore per gli sforzi dell’azienda nel settore del turismo spaziale. Questo sembra comunque essere un momento davvero molto significativo per i voli spaziali privati: un esempio decisamente noto è quello di SpaceShipOne, la prima astronave privata di sempre.

Si tratta di un settore in crescita davvero molto rapida, se si pensa che la sola idea di poter vincere dei biglietti per viaggiare nello spazio non era nemmeno immaginabile ai tempi in cui la NASA e altre agenzie governative erano le uniche organizzazioni che organizzavano spedizioni di esseri umani nello spazio, i quali erano comunque sempre dei professionisti, mai persone comune che volevano invece godersi una vacanza sui generis. Come invece sta accadendo oggi.

Per partecipare alla lotteria bisogna fare una donazione a scopo benefico all’ente Space for Humanity.