Cinema e Serie TV

Le origini di Joker dovevano essere raccontate ne Il Cavaliere Oscuro?

David S. Goyer, sceneggiatore amato/odiato dai fan per i suoi adattamenti non sempre “fedeli” dei fumetti per cinema e TV, ha tenuto un panel al San Diego Comic-con@Home intitolato The Art of Adapting Comics to the Screen in cui ha rivelato come Warner Bros. avesse inizialmente fatto pressione su di lui e sul regista Christopher Nolan affinché ne Il Cavaliere Oscuro vi fosse un arco narrativo che raccontasse le origini di Joker.

Lo sceneggiatore ricorda che c’erano stati più discussioni in merito, con gli studios che premevano fortissimi in questa direzione soprattutto dopo il successo di Batman Begins tuttavia anche se presa in considerazione l’argomento non incontrò il favore di chi stava lavorando al film in un misto di scetticismo e preoccupazione.

Eccovi il panel nella sua interezza:

Le (non) origini del Joker ne Il Cavaliere Oscuro

Goyer non è entrato nei dettagli ma ha spiegato che sia lui che Nolan spingessero invece affinché il Joker non avesse una origine ben definita spiegando agli studios che questa scelta sarebbe stata, forse, parte del successo di questa versione dell’iconico villain.

Joker

E così è stato effettivamente.

Uscito nel 2008, Il Cavaliere Oscuro non solo è considerato il miglior cinefumetto di sempre ma ha anche consacrato Heath Ledger e la sua interpretazione di Joker che ha raccolto tantissimi premi purtroppo postumi a causa della tragica fine dell’attore.

Le origini alternative di Joker

Warner Bros. è poi riuscita a realizzare il suo desiderio con Joker, la pellicola di Todd Phillips con protagonista Joaquin Phoenix. Non si tratta, come ben sappiamo, però di origini “canoniche” ma di una versione alternativa del Principe Pagliaccio del Crimine ambientata fra la fine degli anni ’70 e gli inizi degli anni ’80 in cui assistiamo ai vari stadi della trasformazione di Arthur Fleck.

sceneggiatura di Joker

Il film ha raccolto il consenso di critica e pubblico, vincendo la Leone d’Oro a Venezia, ma ha lasciato comunque un po’ di amaro in bocca ai fan più oltranzisti.

Recuperate Il Cavaliere Oscuro Art Edition cliccando QUI.