Cinema e Serie TV

Marvel, ecco la cronologia dei film del MCU

I fumetti si svolgono in uno spazio atemporale. Noi leggiamo le gesta dei nostri eroi da decenni ma nel loro mondo a volte sembrano passati solo pochi mesi o anni. La stessa cosa ovviamente accade nei film del Marvel Cinematic Universe da quando esso esiste, ossia da 10 anni, creando però qualche confusione nei fan circa il corretto susseguirsi degli eventi. In occasione del decennale però Marvel ha deciso di fare chiarezza, pubblicando la timeline ufficiale che lega le diverse storie tra loro, in occasione dell’uscita del libro Marvel Studios: The First 10 Years.

  • 1943-1945: Capitan America: il primo vendicatore
  • 2010: Iron Man
  • 2011: Iron Man 2, The Incredible Hulk, Thor
  • 2012: The Avengers, Iron Man 3
  • 2013: Thor: The Dark World
  • 2014: Captain America: The Winter Soldier, Guardiani della Galassia, Guardiani della Galassia vol. 2
  • 2015: Avengers: Age of Ultron, Ant-Man
  • 2016: Captain America: Civil War, Spider-Man: Homecoming
  • Dal 2016 al 2017: Doctor Strange
  • 2017: Black Panther, Thor: Ragnarok, Avengers: Infinity War

In realtà però permangono diverse lacune. Anzitutto come avrete notato ci sono delle mancanze riguardo a film che sono usciti evidentemente dopo che la cronologia è stata stilata, ad esempio Ant-Man & The Wasp, le cui scene post-credit suggerirebbero però un’ambientazione di pochissimo anteriore a Infinity War. Anche Captain Marvel ovviamente è assente dall’elenco non essendo ancora uscito, ma di questo si sa già che è ambientato nel 1995. Per scoprire invece quando sarà ambientato Avengers 4 bisognerà attendere il 3 maggio 2019, quando arriverà a cinema.

Ma non è tutto, perché come forse avrete notato la Marvel per motivi di congruenza ha anche spostato avanti il primo Iron Man, situandolo nel 2010 per avvicinarlo un po’ agli eventi del secondo capitolo. Stesso discorso vale per Doctor Strange: il regista Scott Derrickson aveva infatti affermato che il film si svolge nell’arco di un anno e fino ad oggi quell’anno si credeva fosse quello che intercorre tra il 2015 e il2016. La Casa delle Idee invece ha spostato il tutto in avanti di un anno, anche per giustificare il cameo del Dottore in Thor: Ragnarok.

Infine anche Black Panther è stato spostato al 2017, forse per spiegare perché il Regno di Wakanda risulta ancora nascosto all’epoca di Infinity War. Allo stesso modo gli eventi di Black Panther risultano troppo avanti nel tempo visto che in teoria si sarebbero dovuti svolgere appena una settimana dopo quelli di Civil War: difficile infatti immaginare che T’Challa abbia lasciato il proprio popolo senza guida per un intero anno.

In Civil War inoltre Visione indica Iron Man come attivo da 8 anni, facendo quindi riferimento alla data del 2008 e non a quella del 2010 a cui è stato poi posizionato in questa timeline. Infine un dialogo presente in Infinity War afferma chiaramente come siano trascorsi due anni dai fatti narrati in Civil War, eppure il primo è situato a un solo anno di distanza da quest’ultimo.

Insomma, sebbene secondo Kevin Feige la cronologia si sia resa necessaria per risolvere alcune incongruenze, è innegabile che ne abbia create altre. Forse era meglio lasciare tutto com’era e non pretendere un’estrema coerenza da un universo in cui il tempo è sempre stato molto relativo.

Marvel Studios: The First 10 Years è un libro che non può mancare nella biblioteca di qualsiasi appassionato: i due tomi racchiudono interviste, aneddoti dai set dei 22 film e molto altro ancora, per celebrare un sogno lungo dieci anni.