Tom's Hardware Italia
Giochi in scatola

Modena Play 2019, giochi da tavolo e di ruolo nella “Corsa allo Spazio”

Il tema della edizione 2019 del Modena Play è la “Corsa allo Spazio”. Scopriamo quali sono i giochi da tavolo e di ruolo con ispirazione "cosmica" da provare durante la manifestazione!

Il Play di Modena, nella sua 11 edizione, cade in un anno speciale: si celebra infatti il cinquantesimo anniversario dello sbarco sulla luna. E quando le collaborazioni della fiera si svolgono assieme all’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), allora possiamo davvero avere una alta aspettativa su come l’hobby del gioco possa intersecarsi con la scienza ed “il cosmo”.

Play: il divertimento diventa spaziale

Cinquanta anni fa la storica frase “Un piccolo passo per l’uomo, un grande passo per l’umanità” venne pronunciata da Neil Armstrong, mentre muoveva i primi passi sulla Luna. Oltre ad essere una straordinaria conquista e un punto importantissimo nella nostra storia, quello che a noi interessa di questa frase e di questa conquista è l’influenza su scrittori, registi, poeti e soprattutto ideatori di giochi.

Il tema di questa edizione del Modena Play è infatti la “Corsa allo Spazio”, e per svilupparlo al meglio il Festival del Gioco si è appoggiato al principale Ente di ricerca italiano per lo studio dell’universo, l’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF).

La collaborazione e le attività organizzate sono molteplici: sarà infatti possibile vedere il paesaggio lunare che il 21 luglio 1969 si presentò agli occhi degli astronauti americani Neil Armstrong e Buzz Aldrin (sfruttando le potenzialità della realtà virtuale), oppure simulare l’atterraggio a bordo dello Shuttle, intraprendere un realistico viaggio stellare, guidare sul paesaggio lunare i robot “gemelli” di Spirit e Opportunity, i rover che hanno conquistato Marte.

Vi saranno anche attività organizzate e di competizioni per diverse classi e studenti, che sono sempre coinvolti in ogni edizione del festival. Le attività didattiche, infatti, non mancheranno nemmeno in questa edizione, a conferma del ruolo sempre più importante del gioco nei processi di apprendimento.

A proposito del Gioco

Play è prima di tutto il più grande festival italiano dedicato al gioco da tavolo, e quindi la “scoperta dell’universo” non può che partire da quelle proposte che consentono di “vivere” in prima persona, al proprio tavolo, questa esperienza.

Nelle aree di gioco avrete moltissime opportunità di provare numerosi titoli, alcuni dei quali sono particolarmente interessanti.

 

S.P.A.C.E.

corsa allo spazio

Giocatori: 2-5

Età: 8+

Durata: 30 m

Anno: 2016

Autore: Marco Garavaglia

Editore: Libreria Geografica, Post Scriptum

In questo gioco i giocatori hanno la possibilità di costruire sonde da inviare nello spazio per esplorare i pianeti del Sistema Solare, o in alternativa possono contribuire alla costruzione e al mantenimento della stazione spaziale ISS. Il gioco è ricco di nozioni e informazioni di carattere scientifico, il suo scopo principalmente didattico è ben amalgamato alla struttura di un boardgame gestionale (che resta semplice e veloce, ma divertente). Il gioco è scritto con la collaborazione dell’Agenzia Spaziale Italiana. Particolarmente indicato per avere un’esperienza di gioco veloce, divertente, ma anche didattica.

Terraforming Mars

corsa allo spazio

Giocatori: 1-5

Età: 12+

Durata: 120 m

Anno: 2016

Autore: Jacob Fryxelius

Editore: FryxGames, Stronghold Games

Editore italiano: Ghenos Games

I giocatori guidano una delle corporazioni intente a colonizzare e terraformare il pianeta rosso: un processo che richiederà grandi progetti e diverse generazioni. Occorre innalzare la temperatura, creare oceani e aumentare il livello di ossigeno per popolare il pianeta con città e foreste. Il gioco dedica particolare attenzione agli aspetti scientifici, dalla mappa fino alle caratteristiche dei progetti. Indicato per giocatori che apprezzano giochi anche di medio-lunga durata e con una base non esclusivamente fanta-scientifica.

Kepler-3042

corsa allo spazio

Giocatori: 1-4

Età: 14+

Durata: 60-90 m

Anno: 2016

Autore: Simone Cerruti Sola

Editore italiano: Placentia Games

Anno 3042: le nazioni della Terra hanno la tecnologia per raggiungere lontani pianeti da terraformare e danno il via a una nuova corsa per lo spazio. Un gioco gestionale con un interessante sistema di azioni e risorse: i giocatori dovranno gestire con attenzione le loro riserve di energia, materia e antimateria. Un gestionale da non sottovalutare, soddisfacente nel coinvolgimento e soprattutto nella qualità dei materiali.

Battlestar Galactica: The Board Game

corsa allo spazio

Giocatori: 3-6

Età: 10+

Durata: 120-300 m

Anno: 2008

Autore: Corey Conieczka

Editore: Fantasy Flight Games

Una cosa allo spazio… al contrario. In questo gioco collaborativo basato sull’omonima e popolare serie TV, i superstiti dell’umanità cercano di fuggire dai terribili Cylon per raggiungere il perduto e ormai leggendario pianeta Terra. Ma attenzione: qualunque giocatore potrebbe essere segretamente un Cylon infiltrato, in lotta contro i giocatori umani. Necessita di grande forza di volontà e enorme passione per la serie, ma solo se psicologicamente pronti ad un gioco che può durare fino a cinque ore.

Pocket Mars

corsa allo spazio

Giocatori: 1-4

Età: 10+

Durata: 15-30 m

Anno: 2017

Autore: Michał Jagodziński

Editore: Board&Dice

Editore italiano: MS Edizioni

Un gioco di carte, veloce ma non banale, che racconta le fasi avanzate della colonizzazione di Marte. I giocatori avranno a disposizione uno shuttle per traghettare i nuovi coloni dalla terra al pianeta Rosso, sfruttando al meglio i propri moduli (carte) e le opportunità offerte dalle 5 installazioni sul pianeta. Un gioco veloce, perfetto per passare venti minuti divertenti quando il tempo a disposizione scarseggia.

E a proposito dei giochi di ruolo?

È abbastanza facile trovare GDR che trattino in maniera generale argomenti riguardanti l’esplorazione del cosmo e la conquista dello spazio, mentre purtroppo non ne sono presenti in egual numero che siano dedicati interamente a questi specifici temi. Ricordiamo ad esempio Traveller, la cui prima edizione è uscita nel 1977, o il più recente Rogue Trader, edito nel 2009 dalla Fantasy Flight.

Per il 2019 e il cinquantesimo anno dal primo sbarco dell’uomo sulla luna, il Play di Modena non poteva farsi mancare un titolo che giunge in italia proprio durante il Festival.

 

Coriolis – Il Terzo Orizzonte

corsa allo spazio

Coriolis – Il Terzo Orizzonte è un gioco di ruolo di fantascienza creato da Fria Ligan e portato in Italia da Wyrd Edizioni. Questo gioco è ambientato centinaia di anni nel futuro, nello spazio vicino alla stella a noi nota come Aldebaran, nella costellazione del Toro. In Coriolis i giocatori si troveranno a operare in un remoto sistema stellare denominato Il Terzo Orizzonte. Il sistema ha una sua storia che si è sviluppata lungo il corso di almeno due civilizzazioni e che, al momento, è dilaniata da conflitti e guerre.

I giocatori, in tutto questo, sono l’equipaggio di una nave stellare che percorre l’Orizzonte, e data la vastità dell’ambientazione, le possibilità sono davvero numerose. Esplorazione, antiche rovine su mondi perduti, e tutti i segreti che innumerevoli pianeti possono svelare. Commercio, brama di ricchezza e di potere, gestione dei rapporti tra più fazioni e intrighi politici. Ma anche minacce e segreti tra le stelle, forze malevole che corrompono l’universo, e il pericolo che attende, in agguato, tra le stelle.

Le possibilità sono molte, sta a voi e al vostro gruppo decidere quali saranno gli argomenti principali della vostra campagna e nell’esplorazione del Terzo Orizzonte.