Tom's Hardware Italia
Cinema e Serie TV

Rogue One: A Star Wars Story è già un film travagliato

Le scene d'azione andrebbero bene ma c'è forse poca profondità nei personaggi. Per questo la produzione avrebbe chiesto di girare gran parte del film, quasi metà. Accade quando mancano meno di sei mesi all'uscita cinematografica di Rogue One: A Star Wars Story.

Rogue One: A Star Wars Story deve uscire a dicembre e inaugurare una serie di film ambientati nel mondo di Guerre Stellari ma sganciati dalla saga principale. È un titolo molto atteso ma anche in grande difficoltà, almeno se si dà ascolto alle voci secondo cui Disney ha deciso di girare di nuovo almeno mezzo film. Altre voci invece sostengono che si tratta solo di piccole modifiche.

A quanto pare la produzione Disney non è soddisfatta dal lavoro di Gareth Edwards, già regista di Godzilla (2014) e del meno noto Monsters (2010). E Latino Review ha recentemente confermato la voce secondo cui il materiale da rifare sarebbe "quasi metà del film". Una missione praticamente impossibile, considerato che tra sei mesi il film dovrebbe essere nelle sale – e a questo punto il condizionale è praticamente obbligatorio.

Che cosa può avere di sbagliato Rogue One? Forse ha difetti simili a Godzilla, un film con validi effetti speciali e scene di azione, ma un po' carente nello sviluppo dei personaggi – una parte che pure occupa un minutaggio piuttosto esteso. Se così fosse sarebbe in effetti un problema piuttosto serio: nessuno di noi vuole un film di Star Wars con macchiette bidimensionali come personaggi – un po' quello che accadde con Episodio I.

star wars rogue one fumetto marvel comics 746c3ef95031748e3d3c8c1300c2f1bea

Nei giorni scorsi invece si era suggerito che girare di nuovo alcune scene doveva servire ad "alleggerire" il film, a "dare un senso di levità alla storia e rimetterci il divertimento dell'avventura". Che sarebbe un po' come dire che la versione attuale è di una noia mortale.

Fonti ufficiali Lucas, inoltre, avevano detto che si tratta solo di piccoli ritocchi; ma questo era prima che Latino Review trovasse una nuova fonte che confermasse le prime ipotesi. Probabilmente non sapremo nulla di certo ancora per molto tempo, e non sapremo com'è effettivamente finché non lo vedremo al cinema.