Eventi

WWE, intervista esclusiva a Pete Dunne: la superstar britannica di NXT

Giovane, determinato e dotato di una tenacia senza precedenti. Sono queste le caratteristiche principali che hanno permesso a Pete Dunne, classe 1993 e originario di Birmingham, di approdare in WWE dopo una lunga carriera nelle federazioni indipendenti britanniche e diventare uno dei volti principali di NXT. In vista di TakeOver: In Your House (in onda domenica 13 giugno sul WWE Network, trovate la card completa dell’evento nel nostro articolo dedicato) grande evento del brand oronero in cui Dunne avrà l’opportunità di diventare il nuovo NXT Champion, abbiamo avuto modo di scambiare quattro chiacchiere con lui. Ecco tutto quello che ci ha raccontato!

Pete Dunne

Potete vedere le puntate settimanali di NXT, con il commento italiano di Luca Franchini e Michele Posa, su DMAX e Discovery+. Per abbonarvi alla piattaforma, vi basta cliccare qui.

Domenica prenderai parte a un importante Fatal 5 Way Match valido per l’NXT Championship. Ti senti pronto per questa sfida? Hai già in mente una strategia da adottare per cercare di portare a casa la cintura?

Pete Dunne Il Fatal Five Way di domenica è senza ombra di dubbio una grande opportunità e al tempo stesso una sfida molto impegnativa, ma come sempre sono pronto a tutto. Ogni volta che mi preparo per un TakeOver è come se stessi per andare in guerra, sono degli eventi molto intensi e ciascuno vuole dare il 100%. Cerco di migliorare il mio allenamento calibrandolo a un’intensità maggiore, pongo molto attenzione all’alimentazione e sono concentrato sull’obbiettivo. So per certo che anche i miei avversari lo saranno, ma domenica sarà la mia notte. Non ho una strategia ben definita in mente, ma uscirò trionfante dal match.

Pete Dunne

Fino a oggi in WWE hai sempre mostrato una personalità molto seriosa e introversa, ma lo scorso anno i fan hanno potuto ammirare un tuo lato più divertente quando hai fatto coppia con Riddle. Che ricordi hai di quell’esperienza in tag team?

Per me è stata un’esperienza assolutamente rigenerante dal momento che venivo da oltre 600 giorni di regno come NXT UK Champion. Avevo letteralmente dominato il brand e serviva un qualcosa di diverso per revitalizzare il mio personaggio. Per un performer è fondamentale saper mostrare al pubblico qualsiasi aspetto della propria personalità e con Riddle mi sono divertito molto. Se si dovesse presentare un’altra occasione in futuro di poter intrattenere i fan con il mio lato divertente lo farei senz’altro, ma al momento sono più concentrato che mai sul vincere l’NXT Championship. Ritengo di essere al top della forma fisica e voglio diventare il volto del brand oronero.

TakeOver: In Your House prende il nome da uno storico PPV della WWE, molto in voga negli anni ’90. Esiste un match, tra tutti quelli andati in scena nei vari In Your House, che ricordi maggiormente?

A dirla tutta non ho molta familiarità con In Your House per via della mia giovane età. Ho iniziato a seguire la WWE quando l’Attitude Era stava già per volgere al termine, ma so per certo quanto quest’evento sia importante per le altre persone del roster. Ci sono alcune superstar che hanno dei costumi ispirati a In Your House e quindi lo omaggiano in questa maniera. Nei mei match, invece, mi ispiro a gente come William Regal, alle stelle del Wrestling britannico oppure alle grandi influenze di quello americano e giapponese. In ogni caso mi piace come NXT giochi molto sul fattore nostalgia e riporti in auge grandi eventi del passato, come accaduto anche con Halloween Havoc dove tra l’altro ho fatto il mio ritorno nel brand.

Leggi anche: Scopri il nuovo store Amazon dedicato al Wrestling

L’emergenza sanitaria ha causato molto restrizioni agli show dal vivo oltreoceano, soprattutto per quanto riguarda NXT UK. Saresti disposto a tornare a disputare qualche match nel brand britannico e chi ti piacerebbe affrontare?

Assolutamente, non vedo l’ora di poter tornare a viaggiare liberamente ed esibirmi nuovamente dinnanzi al pubblico britannico. Vorrei ritrovare i miei grandi compagni di avventura, ovvero Tyler Bate, Trent Seven, Wolfgang e Mark Andrews. Assieme abbiamo dato lustro al brand di NXT UK, partecipato al week-end di WrestleMania, Survivor Series e tanto altro. Mi piacerebbe affrontare A-Kid, che ritengo uno dei migliori talenti sulla piazza. Il pubblico americano forse non lo conosce così tanto bene, ma ti assicuro che ha un talento naturale e spero che nel post pandemia possa avere la chance di esibirsi in un TakeOver, in un palazzetto sold-out, e dimostrare a tutti di che pasta sia fatto. Lo stesso dicasi per le altre superstar che militano nel roster di NXT UK, è pieno di talenti lì. Appena sarà possibile, sono sicuro che faranno scintille.

Pete Dunne

Dal debutto in WWE a oggi nei hai fatta di strada, ma sei ancora molto giovane. Quale pensi sia stato il tuo traguardo più importante e quali sono i tuoi obbiettivi futuri?

La vittoria dell’NXT UK Championship e il regno di oltre 600 giorni a mani basse, ma so per certo di essere soltanto all’inizio. Non voglio che la mia carriera venga limitata soltanto a quel traguardo. Voglio diventare NXT Champion, continuare a disputare match a 5 stelle e se possibile fare molto di più in Inghilterra. Nel dietro le quinte, per esempio, vorrei diventare una persona a cui le giovani superstar possano rivolgersi per chiedere consigli e avere un ruolo da producer. Come vedi c’è ancora molta strada fare e sono pronta a percorrerla. Non mi pongo alcun limite.

A NXT sei guidato da Shawn Michaels e Triple H, due delle più importanti leggende della WWE. Quali sono stati i loro consigli più grandi e ti senti più maturo rispetto a quando avevi iniziato la tua carriera nelle indipendenti britanniche?

Sono molto maturato come persona rispetto a quando firmai il contratto con la WWE. Adesso sono un uomo sposato, ho una famiglia e una bimba a cui pensare. La mia vita privata è cambiata molto, ma sono cresciuto anche dal punto di vista professionale. Non è la prima volta che mi chiedono quali siano stati i consigli impartitimi e preferisco non entrare nel dettaglio perché si tratta di questioni molto personali, ma posso dirti che con loro c’è sempre stato un confronto molto aperto sin dall’inizio. Hanno avuto grande fiducia in me e mi hanno permesso di essere me stesso. Triple H, Shawn Michaels e William Regal fanno di NXT il loro pane quotidiano e la passione che mettono nel prodotto è tangibile dalla qualità dei vari TakeOver.

Pete Dunne

Grazie mille per la disponibilità, Pete e buona fortuna per il match di domenica!

Grazie a te!