Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
  • 2
  • 0

Smartphone compatti | I migliori di marzo 2021

Lo smartphone iOS più compatto

Apple iPhone 12 Mini


Archiviazione
64/128/256 GB
Schermo
5,4 pollici - 1080 x 2340 pixel
Batteria
2227mAh
In alternativa
  • -

L’alternativa ad iOS

Google Pixel 4a


Archiviazione
128 GB
Schermo
5,7 pollici - 1.080 x 2.340
Batteria
3.140
In alternativa
  • -

Il migliore top di gamma Android compatto

Samsung Galaxy S21 5G


Archiviazione
128GB/256GB
Schermo
6,2" - 1080 x 2400 pixel
Batteria
4000mAh
In alternativa
  • -

L’outsider

Sony Xperia 5 II


Archiviazione
128GB/256GB
Schermo
6,1" - 1080 x 2520 pixel
Batteria
4000mAh
In alternativa
  • -

Il compatto con il pennino

Samsung Galaxy Note 20 5G


Archiviazione
256GB
Schermo
6,7" - FHD+ (2400x1800)
Batteria
4300
In alternativa
  • -

Il pieghevole più compatto

Motorola Razr 5G (2020)


Archiviazione
256 GB
Schermo
- 2142x876 pixel
Batteria
2800 mAh
In alternativa
  • -

Aggiornata a marzo 2021

Negli anni in cui i cosiddetti “padelloni” stanno sempre più prendendo piede tra gli smartphone, risulta sempre molto complicato trovare device in grado di offrire valide prestazioni all’interno di scocche più compatte e dimensioni ritenute da molti più gestibili. Se da una parte moltissimi utenti vanno alla ricerca di dispositivi caratterizzati dalla presenza di display molto grandi su cui poter giocare, scrivere, visualizzare contenuti multimediali o realizzare video, dall’altra troviamo utenti che preferiscono rinunciare a qualche pollice in favore della comodità e dell’esperienza d’uso.

Nella nostra guida abbiamo cercato di riportare quelli che sono gli smartphone più interessanti del momento, caratterizzati da una diagonale del display non troppo smisurata.

Abbiamo individuato alcune categorie specifiche, dal nostro punto di vista quelle più ricercate dagli utenti, e proposto per ognuna di esse uno smartphone specifico che in questo momento si differenzia da tutti gli altri per la sua compattezza.

Come scegliere lo smartphone compatto

Non è così semplice riuscire a trovare, al giorno d’oggi, smartphone validi caratterizzati da dimensioni contenute. La tendenza dei produttori è quella di andare incontro alle esigenze di determinati mercati, nei quali gli utenti richiedono display sempre più grandi. Tutto questo però va spesso a discapito dell’ergonomia, con dispositivi praticamente impossibili da utilizzare con una sola mano, da inserire nella tasca dei pantaloni, insomma scomodi da portare con sé nella quotidianità.

Al fine di potervi offrire un’ampia scelta, abbiamo individuato sei categorie da inserire nella nostra guida. Come vedrete, attraverso questo approccio, siamo riusciti a segnalarvi quelli che realmente sono i migliori smartphone compatti del mercato (con ciò che ne consegue in termini di cifre per l’acquisto). Del resto, abbiamo toccato quanto l’esigenza, da parte di voi utenti, di avere con sé dispositivi potenti con dimensioni contenute sia effettivamente molto diffusa.

Ovviamente, per ogni categoria, abbiamo selezionato un modello di smartphone che, dal nostro punto di vista, rappresenta in quel momento il migliore per quel particolare segmento.

Ecco le nostre categorie:

  • Lo smartphone iOS più compatto
  • L’alternativa ad iOS
  • Il migliore top di gamma Android compatto
  • L’outsider
  • Il compatto con il pennino
  • Il pieghevole più compatto
RAM
4GB
Archiviazione
64/128/256 GB
Schermo
5,4 pollici - 1080 x 2340 pixel
Batteria
2227mAh
Lo smartphone iOS più compatto

SoC
Apple A14 Bionic
USB
Lightning
Jack audio 3.5mm
No
Dual SIM
Sì (eSIM)
Sistema Operativo
iOS

L’iPhone 12 Mini è la soluzione ideale per chi vuole vivere l’esperienza di iOS senza avere tra le mani uno smartphone troppo ingombrante ma dotato comunque di tutte le novità legate ai melafonini. Annunciato assieme all’iPhone 12 ed alle versioni Pro e Pro Max risulta essere un device completo e soprattutto uno tra i più compatti in circolazione.

Il display è caratterizzato da una diagonale da 5,4 pollici con risoluzione 2340×1080 pixel, con il classico notch utile ad ospitare la sensoristica per il Face ID e la fotocamera principale. Punto forte di questo dispositivo: la presenza della connettività 5G ed il processore A14 Bionic in grado di rendere l’esperienza di utilizzo sempre fluida e priva di impuntamenti.

Quando si parla di un dispositivo Apple non si possono non menzionare le fotocamere principali, sempre molto affidabili, così come in questo caso. Troviamo un sensore da 12MP in grado di scattare ottime foto e di registrare video in 4K. Il Bluetooth è in versione 5.0 e non mancano neanche vari sensori come il GPS.

Da non sottovalutare il peso, solo 143 grammi. La batteria, nonostante i suoi soli 2227mAh permette all’utente di arrivare a sera senza troppe difficoltà. Unica pecca ancora la presenza della porta Lightning per la ricarica ed il collegamento dello smartphone al PC. Inoltre, chi deciderà di acquistarlo dovrà tenere in considerazione l’assenza delle cuffie e del caricatore dalla confezione di vendita.

Altro punto forte degli iPhone sono gli aggiornamenti ed anche in questo caso non ci sono eccezioni: l’iPhone 12 Mini continuerà a ricevere le nuove versioni di iOS per parecchi anni a venire.

RAM
6 GB
Archiviazione
128 GB
Schermo
5,7 pollici - 1.080 x 2.340
Fotocamera posteriore
12.2 MP
Batteria
3.140
L’alternativa ad iOS

SoC
Snapdragon 730
GPU
Adreno 618
Slot Espansione
No
Fotocamera anteriore
8 MP
USB
USB-C
Jack audio 3.5mm
Si
Dual SIM
No
Sistema Operativo
Android 10

Nella classifica degli smartphone compatti non può di certo mancare questo dispositivo, il nuovo piccolino di casa Google. Non è certo il più piccolo in senso lato ma in confronto alla dimensione media degli smartphone moderni lo possiamo classificare come tale.

Il suo corpo interamente in plastica rigida racchiude un grande pannello OLED da 5,81 pollici ottimo per visualizzare praticamente qualsiasi tipo di contenuto. Come sappiamo i Pixel si differenziano dagli altri per la loro qualità fotografica: anche in questo caso i risultati, praticamente in ogni circostanza, sono molto interessanti! Il comparto fotografico è composto da un sensore da 12,2 megapixel con risoluzione 4033 x 3025 pixel e stabilizzazione Ottica e Digitale, il quale può anche registrare video in 4K.

È presente la connettività LTE 4G, il Bluetooth 5.0, il GPS mentre la ricarica è affidata alla porta Tipo-C 3.1. Inoltre, resta sempre molto apprezzata la presenza del jack per le cuffie da 3,5mm, ormai scomparso da quasi tutti gli smartphone. Lo sblocco è affidato al lettore d’impronte fisico posizionato al centro, sul retro, particolarità molto rara sugli smartphone moderni.

L’autonomia non rappresenta un problema grazie alla presenza di un’unità da 3140mAh che unita all’ottimizzazione di Android praticamente stock garantisce un’intera giornata di utilizzo. Anche le prestazioni non sono un problema grazie al supporto di un buon processore di fascia media, come lo Snapdragon 730G in coordinata a 6GB di RAM.

Altro plus non da poco è la promessa di aggiornamenti software per tre anni sia per le patch di sicurezza che per le nuove versioni di Android, in questo caso garantiti fino a Novembre 2023.

RAM
8GB
Archiviazione
128GB/256GB
Schermo
6,2" - 1080 x 2400 pixel
Fotocamera posteriore
12MP + 64MP + 12MP
Batteria
4000mAh
Il migliore top di gamma Android compatto

SoC
Samsung Exynos 2100
GPU
Mali-G78 MP14
Slot Espansione
No
Fotocamera anteriore
10MP
USB
USB Tipo-C 3.1
Jack audio 3.5mm
No
Dual SIM
Sistema Operativo
Android 11

Come ogni anno i nuovi smartphone della famiglia Galaxy S21 portano innovazione alzano sempre di più l’asticella prestazionale rispetto al predecessore. Con il nuovo Exynos 2100 e una nuova e più ottimizzata One UI 3.0 riesce a restituirci prestazioni eccellenti sotto ogni punto di vista, soprattutto quello fotografico.

RAM
8GB
Archiviazione
128GB/256GB
Schermo
6,1" - 1080 x 2520 pixel
Fotocamera posteriore
12MP + 12MP + 12MP
Batteria
4000mAh
L’outsider

SoC
Qualcomm Snapdragon 865
GPU
Adreno 650
Slot Espansione
Fotocamera anteriore
8MP
USB
USB Tipo-C 3.1
Jack audio 3.5mm
Dual SIM
Sistema Operativo
Android 10

Xperia 5 II di Sony si contraddistingue per il suo design a mattoncino, stile imposto da sempre sugli smartphone della casa giapponese e che va a farli riconoscere in mezzo agli smartphone concorrenti. Cornici molto ridotte, nessun notch ne fotocamere in-display. Per chi vuole registrare video di alta qualità è l’ideale.

RAM
8GB
Archiviazione
256GB
Schermo
6,7" - FHD+ (2400x1800)
Fotocamera posteriore
12MP
Batteria
4300
Il compatto con il pennino

SoC
Exynos 990
GPU
Mali-G77 MP11
Slot Espansione
No
Fotocamera anteriore
10MP
USB
USB tipo C
Jack audio 3.5mm
No
Dual SIM
No
Sistema Operativo
Android 10

Chi è più avvezzo alla tecnologia e la segue ormai da qualche anno, non può non amare la serie Galaxy Note. La presenza del pennino, utile soprattutto in un contesto lavorativo, non disdegna un utilizzo anche in altri ambiti.

Il Samsung Galaxy Note 20 rappresenta la perfetta soluzione per chi vuole sfruttare le potenzialità offerte dalla S-Pen, come prendere un appunto al volo, scrivere o disegnare sullo schermo del proprio smartphone oppure modificare e firmare un documento o un PDF al volo, utilizzando un device decisamente più compatto rispetto alla versione Plus o Ultra.

Le dimensioni risultano essere sicuramente generose ma vista la tipologia di prodotto e la necessità per chi acquisto genere di smartphone, la soluzione Samsung potrebbe rappresentare la più azzeccata. Ci troviamo di fronte ad un pannello Super AMOLED Plus da ben 6,7 pollici con risoluzione di 2400×1080 pixel, perfetto per ogni situazione.

Il Galaxy Note 20 rappresenta inoltre un’ottima soluzione anche per quanto riguarda il comparto fotografico, grazie alla presenza di tre sensori posti sul retro, con il principale da 12MP per ottenere scatti sempre molto nitidi e di registrare video fino in 8K. Gli altri due sensori sono caratterizzati invece da sensori da 64+12 MP e zoom ottico ibrido 3x.

Le prestazioni sono garantite dalla spinta dell’Exynos 990, utilizzato anche sui Galaxy S20, che in accoppiata agli 8GB di RAM accompagna l’utente in ogni utilizzo. La connettività 5G, il Bluetooth 5.0, A-GPS e la presenza di una USB di Tipo-C 3.1 completano il pacchetto.

L’autonomia non è il punto forte dello smartphone, che seppur contando su un’unità da 4.300mAh può arrivare a sera ma senza stressarlo troppo nell’arco della giornata. La ricarica rapida viene incontro all’utente.

RAM
8 GB
Archiviazione
256 GB
Schermo
- 2142x876 pixel
Fotocamera posteriore
8000x6000 pixel
Batteria
2800 mAh
Il pieghevole più compatto

SoC
Snapdragon 765G
GPU
Adreno 620
Sistema Operativo
Android 10

Motorola Razr 5G si caratterizza per il suo design, il quale riprende inevitabilmente il design “clamshell” dei telefoni del passato. Da chiuso misura solo 72 x 94 x 14 mm, il che lo rende semplicissimo da mettere in tasca o nel borsello, portando l’utente quasi a dimenticarsi di averlo con sé.

Esternamente è caratterizzato dalla presenza di un display secondario da 2,7 pollici con risoluzione 800×600 pixel che consente di visualizzare le notifiche o utilizzare vere e proprie app. Una volta aperto ci troviamo davanti ad un classico smartphone ma dalla forma allungata con un pannello P-OLED da 6,2 pollici ed una risoluzione di 876 x 2142 pixel.

Il pieghevole non implementa un processore di fascia alta ma un validissimo medio di gamma: il Qualcomm Snapdragon 765G. Esso è accoppiato a 8GB di RAM, le prestazioni non rappresentano dunque un problema.

Il comparto fotografico è caratterizzato dalla presenza di un’unica fotocamera posteriore da 48MP con risoluzione 8000×6000 pixel che consente di scattare foto di buona qualità e di registrare video in 4K a 30 fps. La fotocamera frontale da 20MP è alloggiata in un notch nella parte alta dello schermo interno.

È presente la porta USB di Tipo-C 3.1 per la ricarica, il Bluetooth 5.0 e l’A-GPS. La batteria è da soli 2800mAh ma considerato che la maggior parte del tempo lo smartphone resta chiuso, salvo in caso di utilizzo molto intenso, riesce ad essere utilizzato sino a sera senza troppe difficoltà.