Tom's Hardware Italia
CPU

CPU Intel a 28 core e 5 GHz? La realtà dei fatti è diversa

Una delle notizie del Computex 2018 che ha fatto più clamore sinora è senz'altro l'annuncio e la dimostrazione da parte di Intel di una CPU con 28 core / 56 thread e una frequenza di 5 GHz. Messo da parte lo stupore iniziale, sono emerse alcune informazioni che è necessario conoscere. Gigabyte ha portato alla manifestazione una scheda madre […]

Una delle notizie del Computex 2018 che ha fatto più clamore sinora è senz'altro l'annuncio e la dimostrazione da parte di Intel di una CPU con 28 core / 56 thread e una frequenza di 5 GHz. Messo da parte lo stupore iniziale, sono emerse alcune informazioni che è necessario conoscere.

Gigabyte ha portato alla manifestazione una scheda madre che supporta la nuova CPU di Intel. Abbiamo potuto darle un'occhiata più da vicino, come anche al sistema di prova usato da Intel durante la conferenza. Tutto questo, insieme a qualche chiacchierata, ci ha permesso di ottenere un quadro più completo.

intel mobo 28 core 01
Clicca per ingrandire

Per iniziare, parliamo dei 5 GHz, su cui è bene fare chiarezza. Analizzando il video dell'evento abbiamo capito che la CPU non era a quella frequenza di fabbrica, bensì era overcloccata. Intel ha svolto la dimostrazione usando un sistema a liquido ad anello chiuso che ha richiesto del materiale isolante intorno ai tubi, poi rivelatosi un chiller nascosto sotto il tavolo.

intel mobo 28 core 03
Clicca per ingrandire

Dall'immagine vediamo anche diverse coperture atte a schermare la parte limitrofa al waterblock rettangolare, oltre a quelli che sembrano sei moduli di memoria che costeggiano il processore su ciascun lato.

La piattaforma è basata sul socket LGA 3647, finora relegato al mondo enterprise, e non sull'attuale LGA 2066 dei Core i7/i9 Skylake-X. Ciò significa che la CPU potrebbe essere una variante – con moltiplicatore sbloccato – dello Xeon Platinum Scalable che abbiamo recensito in questo articolo.

intel mobo 28 core 02
Clicca per ingrandire

Il nuovo processore a 28 core è probabilmente molto simile allo Xeon Platinum 8180, un modello da 10.000 dollari che, dato il suo indirizzo di mercato, non ha il moltiplicatore sbloccato.

Portare un modello enterprise con moltiplicatore sbloccato sul mercato generico non sarà semplice per Intel, in quanto gli utenti del mercato datacenter potrebbero optare per questo modello, lasciando da parte gli Xeon ad alto margine. Di conseguenza possiamo aspettarci che Intel richieda un prezzo piuttosto salato per questo 28 core, andando magari a eliminare caratteristiche chiave come AVX-512, ECC e supporto multi-socket.

Insomma, la sensazione è che sebbene la presentazione sia stata molto d'effetto, la cruda realtà sarà meno entusiasmante di quello che sembrava sino a poche ore fa. Ovviamente per avere conferma di questa affermazione dovremo aspettare i dettagli ufficiali in arrivo da Intel nei prossimi mesi.