Tom's Hardware Italia
Accessori PC e Gaming

MSI Immerse GH50 – Recensione


MSI Immerse GH50
Wireless
No
Audio
7.1 virtuale
Compatibilità
PC
Peso
300 grammi
Connettore
USB 2.0
Abbiamo provato le MSI Immerse GH50, cuffie gaming dotate di un sistema di vibrazione che enfatizza i bassi e migliora l'immersività.

Quando si è alla ricerca di un nuovo paio di cuffie dedicate al gaming solitamente ci si concentra su alcuni aspetti fondamentali: qualità audio, ergonomia e microfono integrato. Le nuove MSI Immerse GH50 puntano a offrire tutte queste caratteristiche e aggiungono anche qualche funzionalità in più, come l’illuminazione RGB, il surround 7.1 virtuale e un particolare sistema di vibrazione per migliorare la resa dei bassi.

Queste MSI Immerse GH50 arrivano sul mercato a un prezzo di 85 euro, posizionandosi quindi in una fascia dove troviamo prodotti come le Corsair VOID Pro RGB (acquistabili qui), le Asus ROG Strix Fusion 300 e le Razer Kraken Tournament Edition. Nella confezione MSI include anche una pratica sacca in tessuto, che permette di proteggere le cuffie e il microfono removibile durante il trasporto. Sempre in ottica portabilità MSI ha pensato anche a ridurre al minimo l’ingombro, permettendo di piegare le cuffie.

Qualità costruttiva ed ergonomia

Le MSI Immerse GH50 sono costruite in plastica di buona qualità e metallo, che dona all’headset resistenza, robustezza e un feeling generale ottimo. Il design fa risaltare il logo di MSI presente sui padiglioni, sotto il quale sono posizionati anche i LED RGB personalizzabili tramite il software Dragon Center.

L’imbottitura è ricoperta da della pelle sintetica ed è abbastanza morbida, ma dopo un paio d’ore d’uso potreste avere bisogno di qualche minuto di pausa: il peso delle cuffie si fa sentire e l’arco preme sulla testa, risultando leggermente fastidioso. Nulla da dire invece per quanto riguarda i padiglioni, ben isolati e che non danno problemi nemmeno se si portano gli occhiali.

Come anticipato il microfono è removibile e si collega tramite jack da 3,5 mm al padiglione sinistro. Non è molto flessibile e non riuscirete ad avvicinarlo alla bocca come accade con altri, ma funziona bene: riesce a catturare la voce senza problemi e i compagni di squadra vi sentiranno sempre in maniera chiara.

Le MSI Immerse GH50 possono essere collegate al PC solamente tramite USB. Il cavo (in tessuto intrecciato, così da garantire la massima resistenza) è lungo 2,2 metri e presenta dei controlli a filo, da cui è possibile attivare e disattivare il microfono, regolare il volume, abilitare il surround 7.1 virtuale e attivare il sistema di vibrazione citato in apertura.

Qualità audio

Partiamo dicendo che la qualità audio di queste MSI Immerse GH50 è nella media per la fascia in cui si posiziona il prodotto. Abbiamo testato le cuffie dell’azienda taiwanese con diversi giochi, da Fortnite e Apex Legends a Shadow of the Tomb Raider, soprattutto per valutare il comportamento del sistema di vibrazione.

Come detto la qualità audio generale è buona, le MSI Immerse GH50 riescono a rendere bene sia i suoni dell’ambiente che quelli delle fasi di shooting. Nei battle royale si riesce a capire in maniera chiara e precisa la direzione da cui provengono i diversi suoni. Il sistema di vibrazione è il vero valore aggiunto di queste cuffie: dona profondità ed enfatizza ancor di più i bassi, migliorando ulteriormente l’immersività e la possibilità di capire da dove arrivano i passi dei vostri nemici.

Buona anche la resa del surround 7.1 virtuale, che migliora ulteriormente l’esperienza nei giochi d’avventura e l’immersività quando state guardando un film. Vi sconsigliamo però di utilizzarlo quando giocate a dei battle royale, in quanto rende molto più difficile capire la direzione da cui provengono gli avversari.

Conclusioni

Nel complesso queste MSI Immerse GH50 ci sono piaciute: offrono un’esperienza d’ascolto valida nella visione di video, film e serie TV e sono buone anche per riprodurre musica, ma danno il meglio quando si tratta di videogiochi. Come detto il vero plus risiede nel sistema di vibrazione, che rende i bassi più corposi e profondi, ma solo quando ne si ha bisogno: la possibilità di gestirlo dai comandi a filo permette ad esempio di attivarlo quando si sta giocando e di disattivarlo quando si ascolta della musica, in modo da avere sempre la miglior esperienza possibile.

Come detto anche l’ergonomia è buona, ma nel nostro caso non siamo riusciti a indossare le cuffie per sessioni di gioco prolungate. Si tratta sicuramente di un aspetto soggettivo, ma se siete persone che normalmente faticano a indossare delle cuffie over-ear per più ore consecutive, sicuramente è qualcosa di cui dovrete tenere conto.

Anche il microfono ci ha convinti, funziona bene ed è un netto passo avanti rispetto a quello delle Immerse GH70 di cui vi abbiamo parlato qualche tempo fa. Ci sarebbe piaciuto ancor di più se fosse stato completamente flessibile e non semi-rigido in modo da poterlo avvicinare di più alla bocca, ma si tratta più di gusto personale che di un fattore che incide sulla qualità dell’audio che viene catturato.

In conclusione, le MSI Immerse GH50 si pongono in una fascia di prezzo dove la concorrenza non manca, ma hanno tutte le carte in regola per dire la loro, grazie soprattutto a caratteristiche uniche che difficilmente si trovano sugli altri prodotti. Se siete utenti alla ricerca di un nuovo headset gaming e giocate principalmente a battle royale e titoli dove le componenti di avventura ed esplorazione sono predominanti, le MSI Immerse GH50 sono un prodotto che va decisamente tenuto in considerazione.

MSI Immerse GH50

Le MSI Immerse GH50 sono delle cuffie dedicate ai videogiocatori dotate di funzionalità particolari, come un sistema di vibrazione che enfatizza i bassi e migliora l’immersività nelle fasi di gioco. Qualità audio e microfono sono buoni e quest’ultimo permette di essere sentiti chiaramente dai propri compagni di squadra. L’ergonomia è sufficiente, ma nel nostro caso abbiamo fatto fatica ad indossare le cuffie per più di un paio d’ore consecutive.


Verdetto

Le MSI Immerse GH50 sono delle cuffie gaming di buona qualità, che fanno dell'immersività il loro cavallo di battaglia. Il sistema di vibrazione enfatizza i bassi e farà felici tutti i giocatori di battle royale che cercano un headset con cui capire chiaramente la posizione degli avversari nelle vicinanze. La qualità audio generale è buona e anche il microfono si comporta bene, anche se lo avremmo preferito più flessibile. L'ergonomia è sufficiente, ma superate le due ore probabilmente il peso delle cuffie inizierà a farsi sentire e l'arco inizierà a darvi fastidio, costringendovi a fare una pausa.

Pro

- Il sistema di vibrazione migliora l'immersività;
- Microfono migliorato rispetto ai precedenti modelli;
- Isolamento acustico.

Contro

- Non adatte per sessioni di gioco troppo lunghe.