CPU

Questo progetto con Raspberry Pi vi farà spiccare il volo!

Raspberry Pi (qui la nostra prova della versione con 8GB di RAM) è uno dei PC single board più diffusi al mondo e la community di appassionati possessori della scheda, in qualsiasi versione o variante, è ad oggi più attiva che mai. Pensate ad un qualsiasi possibile uso che vorreste fare del vostro Raspberry Pi e probabilmente qualcuno avrà già caricato su internet un esplicativo tutorial a riguardo. Volete, ad esempio, trasformare il vostro Pi in un simulatore di volo? Questo progetto di Adrian Castel vi permetterà di far decollare la vostra fantasia!

Castel ha tratto la propria idea da un progetto del maker Matt Brailsford. Due anni fa, Brailsford ha ricavato una macchina arcade per giocare ad Out Run partendo da un Tomy Turnin’ Turbo Dashboard, un giocattolo che prometteva di “replicare l’esperienza adrenalinica della guida senza la noia del traffico“. In particolare, Castel è rimasto colpito dall’idea di modificare un vecchio giocattolo per realizzare qualcosa di godibile anche da adulto, evitando che il prodotto in questione finisca in una discarica perché non più utilizzabile o poco appagante.

Il lampo di genio ha colpito Castel quando ha trovato un vecchio Sky Fighter F-16 prodotto da un’azienda di nome Dival. Il progetto richiedeva la messa a punto di alcune modifiche hardware, la prima delle quali riguardava la scelta della board da utilizzare: Castel ha deciso di utilizzare un Raspberry Pi 3 A+ per via della sua grande versatilità.

La seconda modifica ha a che fare con il display: ovviamente non è stato possibile riutilizzare il vecchio pannello LCD dello Sky Fighter, tuttavia un nuovo display TFT a colori, incastonato all’interno del giocattolo grazie a dei supporti appositi stampati in 3D, ha risolto questo problema. Il giocattolo, inoltre, non disponeva più dell’originale joystick di colore rosso che è stato quindi sostituito con un ricambio ancorato al giocattolo sempre grazie ad un sistema di montaggio stampato in 3D.

L’idea di Castel era quella di modificare il giocattolo originale il meno possibile e, nonostante i microinterruttori siano stati sostituiti con delle nuove unità più sensibili e lo speaker sia stato rimpiazzato da un’unità dal suono migliore, dall’esterno il risultato è senza dubbio stupefacente. RecalBox, una piattaforma di emulazione basata sia su Emulation Station che su RetroArch, ha permesso a Castel di creare un frontend personalizzato che assomiglia a un jet da combattimento, rendendo questo progetto adatto per giocare con simulatori di volo open-source come FlightGear.

Se volete dare un’occhiata più da vicino al progetto, vi rimandiamo all’articolo dedicato pubblicato sul magazine dedicato al mondo Raspberry chiamato MagPi.

Raspberry Pi 4 Model B è disponibile all’acquisto in versione con 1GB di RAM a poco più di 40€ su Amazon, approfittatene!