Tom's Hardware Italia
Accessori PC e Gaming

Recensione Corsair Virtuoso RGB Wireless SE


Corsair Virtuoso RGB Wireless SE
Wireless
Si
Audio
Stereo 7.1
Compatibilità
PC, PS4, Xbox One
Peso
300 grammi
Connettore
USB o Jack 3,5 mm
Abbiamo recensito le nuove cuffie Corsair Virtuoso RGB Wireless, adatte per il gaming ad alte prestazioni.

Per un videogiocatore appassionato le cuffie sono importanti tanto quanto un mouse o una tastiera. L’audio dei videogiochi, se ascoltato con gli strumenti corretti, è in grado di offrire un livello d’immersività superiore per un’esperienza videoludica di tutt’altro livello. E un paio di cuffie di fascia alta non s0no per niente un prodotto superfluo se volete veramente godervi il gioco.

Se pensate che acquistare una cuffia da centinaia di euro sia da pazzi, allora siete nel posto sbagliato, anche se vorremmo consigliarvi, prima o poi, di provare la differenza tra una cuffia economica e una premium. Al contrario, se cercate il meglio, allora dovreste continuare a leggere la nostra esperienza con la nuova cuffia top di gamma Corsair, il modello Virtuoso RGB Wireless.

Disponibile in due modelli, uno basilare in colore nero o bianco, e uno “SE”, disponibile in grigio canna di fucile. Il modello SE, rispetto a quello base, ha: un microfono migliore, il logo Corsair costituito da micro LED, struttura e dettagli in alluminio, e nella confezione è inclusa una pochette per il trasporto.

Come sono fatte

Noi abbiamo provato il modello Virtuoso RGB Wireless SE, quello più “prezioso”, sotto il profilo estetico e costruttivo. La struttura è decisamente massiccia, lo si percepisce subito dopo pochi secondi di prova. Anche il peso è sinonimo di qualità, caratteristica che in seconda istanza ricadrà nella lista dei difetti, ma che non pesa molto sul giudizio generale. Ne parleremo più avanti.

L’archetto imbottito, ricoperto di finta pelle, come i padiglioni, permette di regolare la larghezza della cuffia, con un meccanismo preciso e solido. Bisogna fare un po’ di forza per allungare la cuffia, a beneficio della solidità della stessa e la certezza che una volta trovata la giusta dimensione, non dovrete ogni volta che la indosserete regolarla nuovamente. Lo stesso vale per il meccanismo che permette di ruotare i padiglioni di 180 gradi.

Il movimento verticale dei padiglioni è invece minimo, di pochi gradi, quindi il posizionamento corretto sulla testa è più legato alla deformazione dell’archetto piuttosto che a un adattamento della posizione del padiglione. In questo caso la valutazione è molto soggettiva: le Corsair Virtuoso sono molto avvolgenti, e non avrete l’archetto che si staglierà come un’aureola sulla testa, risultando quindi più compatte rispetto ad altri modelli. Se preferite i modelli che si “sentono” solo sulle orecchie e meno sulla testa, allora potreste trovarvi male.

Se vi piace la sensazione avvolgente, e addirittura odiate quelle cuffie che sembrano protesi giganti attaccate alla faccia, vi troverete bene.
I padiglioni auricolari sono grandi, seppur non grandissimi, ma di certo non sono piccoli. Insomma, una giusta via di mezzo. Anche in termini morbidezza ci sono modelli dotati di cuscinetti molto più soft rispetto a quelli usati per le Virtuoso. La copertura è in finta pelle, come per l’archetto, e non possibile sostituirli, ad esempio con un modello in tela.

Nella parte inferiore del padiglione destro troverete una rotella di regolazione del volume, ampia, facile da trovare e usare. Dovrete fare abbastanza forza con il dito per ruotarla, caratteristica che vi permette di aumentare il volume in maniera controllata. Un interruttore, posto a poca distanza, vi permette invece di selezionare la modalità, tra wireless o cablata (USB o jack audio). Questi due connettori sono nella parte inferiore del padiglione sinistro: il jack è il classico da 3.5 mm, mentre la porta USB è di tipo USB-C. Un piccolo LED in questa zona indica lo stato della batteria: verde significa che è completamente carica, arancione che la carità è a metà, rosso che è questa scarica.

Sempre sotto alla cuffia sinistra c’è il connettore per il microfono. In questo caso è stata usata una porta Mini USB (nemmeno Micro), una scelta abbastanza singolare e che vede contrapposti standard di differenti epoche, considerando che l’USB-C è il più recente e il Micro USB ha più di dieci anni. In ogni caso, dopo che avrete collegato il microfono, difficilmente lo scollegherete in continuazione, e vi dimenticherete di questa scelta, che in ogni caso non incide minimamente sull’esperienza d’uso.

Il microfono è realizzato con cura maniacale dei particolari. I supporti sono in metallo, il pulsante per l’attivazione e disattivazione è preciso e diretto, mentre la copertura della capsula del microfono è anch’essa in metallo, con rifiniture zigrinate e un anello LED che identifica il funzionamento (RGB). Lo stelo, pieghevole, offre una buona resistenza e permette di posizionarlo davanti alla bocca in maniera stabile.

Il logo Corsair è riportato all’esterno dei padiglioni, ed è realizzato con dei microled RGB, controllabili dal software.

Accessori e connettività

Nella confezione, oltre alle cuffie, sono incluse tutti gli accessori per il funzionamento in modalità cablata e wireless: un cavo jack-jack, un cavo USB > USB-C, un ricetrasmettitore USB wireless. I cavi sono telati e di ottima fattura.

Considerando la possibilità di utilizzarle in modalità wireless o cablata, sia USB che jack, potrete usare le Corsair Virtuoso RGB Wireless con una moltitudine di dispositivi: dal PC, alla PS4, console portatili, smartphone, etc

Prestazioni audio

Le Virtuoso RGB Wireless sono dotate di due driver in neodimio da 50 mm, con risposta in frequenza da 20Hz a 40000 Hz, in grado di riprodurre suono stereo o surround 7.1, se collegate tramite connessione USB (la modalità 7.1 si abilita dal software iCUE). Sono certificate per audio a 24 bit / 96 kHz.

La modalità di comunicazione senza fili trova l’aggiunta della tecnologia “Slipstream”, una sorta di ottimizzazione della classica connettività wireless, che grazie a una funzione chiamata IFS (Intelligent Frequency Shift) assicura stabilità e velocità. In poche parole, Corsair comunica tra il dongle USB e le cuffie scegliendo i canali meno affollati, così da evitare interferenze, che spesso si traducono non solo in disturbi, ma anche in ritardi di comunicazione.

A conti fatti, provando le cuffie in tutte le modalità possibili, abbiamo sempre ottenuto la stessa, ottima, esperienza. Ovviamente con il solo jack non è possibile attivare la modalità surround 7.1.

Abbiamo provato le Virtuoso sia con i videogiochi che con musica, di svariati generi, ma la maggior parte delle nostre valutazioni derivano dall’esperienza con i videogiochi, considerando che crediamo sia il media principale che verrà usato con queste nuove cuffie Corsair. A colpirci sono state subito due caratteristiche, confermate poi con un uso prolungato: la risposta lineare e la corposità del suono.

Iniziando da quest’ultima, la parte medio bassa dello spettro è molto accentuata. Complice il fatto che si tratta di cuffie chiuse e che i padiglioni premono abbastanza attorno alle orecchie, offrendo un buon, se non ottimo isolamento passivo, le esplosioni, rimbombi, tutti i rumori forti sono riprodotti in maniera eccelsa. Attenzione però, mai da diventare vibranti o da sminuire il resto dello spettro audio.

La resa delle frequenze medie e alte non è eccelsa, l’estensione dello spettro è limitata, ma sembra più una scelta che una limitazione delle cuffie. In altre parole, con i videogiochi l’immersione è veramente ottima. Se volete una cuffia d’ascolto, forse non è questo modello che consiglieremmo, se invece volete una cuffia da usare con i videogiochi e avere la massima immersione, non potrete che rimanerne soddisfatti.

La modalità surround non è differente rispetto a quella offerta da molte altre cuffie. Non abbiamo particolari note da comunicare su questa modalità, se non che la resa acustica di buon livello porta a una miglior esperienza anche in modalità 7.1.
Anche il volume è più che soddisfacente. Nella maggior parte dei casi non siamo andati oltre al 50% del volume. È importante ricordare, in questo caso, che se le utilizzerete con il PC la resa potrebbe cambiare in base al sistema e i driver audio. Ci sentiamo comunque abbastanza sicuri dal dire che nella maggior parte dei casi sperimenterete un’esperienza come quella appena descritta.

Prestazioni microfono

Considerando che l’uso principale di questo microfono è la chat in gaming o, per alcuni creator, lo streaming su Twitch, abbiamo registrato pochi secondi di parlato.

È un buon microfono? Si. Lo consiglieremmo per registrazioni professionali ? No. Le prestazioni sono più che idonee per giocare, per lo streaming e per farsi sentire bene dai compagni di gioco.

Software e illuminazione RGB

Il software iCUE di Corsair vi permette di agire su tre caratteristiche di questa Virtuoso RGB Wireless: l’illuminazione RGB, la modalità d’ascolto (stereo o 7.1) e i preset di equalizzazione.

L’illuminazione RGB è la stessa delle altre periferiche Corsair, quindi potrete selezionare il colore che vorrete e attivare differenti effetti tra i moltissimi a disposizione.

Oltre alla modalità di ascolto, due slider agiscono sul volume del microfono e su quello dei “sidetone”, in italiano tradotto come “tono laterale”, una traduzione non troppo azzeccata dato che questa opzione permette di utilizzare un microfono integrato nella cuffie per “immettere” nel flusso audio i rumori circostanti. Serve per diminuire artificialmente l’isolamento passivo delle cuffie, nel caso in cui si voglia avere attenzione verso possibili rumori esterni.

I preset di equalizzazione sono cinque, ed è possibile crearne ulteriori agendo manualmente su un equalizzatore a dieci bande. Sfruttando l’equalizzazione chiaramente la resa cambia, ma riteniamo che la risposta lineare di queste cuffie non necessiti di agire su un’equalizzazione specifica. Ovviamente in questo caso subentra anche la preferenza personale.

Autonomia batteria

Corsair specifica una durata della batteria in modalità wireless di una ventina di ora. Noi siamo arrivati almeno a circa 15 / 17 ore, che abbiamo collezionato in meno di una settimana di sessioni di gioco. Considerando che è possibile non interrompere l’uso collegando il cavo USB o Jack, l’autonomia non rappresenta un problema.

Esperienza d’uso

Apriamo la scatola, inseriamo il ricetrasmettitore in una porta USB, indossiamo le cuffie e spostiamo l’interruttore sulla modalità wireless e stiamo già usando le Virtuoso RGB, gustando i toni caldi e profondi della resa audio.

Sistemandocele meglio sulla testa notiamo che il peso si sente, dopotutto sono circa 300 grammi, ma anche che la struttura è veramente molto solida. La pressione attorno alle orecchie, esercitata dall’elasticità dell’archetto, si sente, e i cuscinetti dei padiglioni sono forse meno morbidi del previsto. Lo stesso si può dire del cuscinetto che circonda l’archetto.

Allora facciamo un salto davanti a uno specchio e notiamo come le Virtuoso ci incorniciano il volto, sembrando una volta indossate meno ingombranti di quello che sembravano a prima vista. Sono eleganti, belle da vedere, belle da toccare, e comunque anche comode da usare. Non sono le più comode, dato che esistono modelli più leggeri e che si sentono meno sulla testa una volta indossate. Tuttavia bastano un paio d’ore d’uso per apprezzare i punti di forza, e mettere in ombra altre caratteristiche meno convincenti.

Che suonano bene lo abbiamo già detto, ma vogliamo ripeterlo perché l’immersività nei giochi è tra i punti più importanti dell’esperienza. Il regolatore del volume è molto preciso, e il microfono non da fastidio, al punto tale che lo lasciamo installato anche durante partite single player.

Passiamo dal PC alla PS4, semplicemente spostando il dongle bluetooth. Dopodiché dedichiamoci a un’oretta di Switch, questa volta sdraiati sul divano, dove notiamo che anche cambiando la posizione della testa velocemente le Virtuoso rimangono al loro posto senza spostarsi di un millimetro.

Sono passate circa tre ore, abbiamo ancora le cuffie in testa, e ci sentiamo bene. Solo nel momento in cui le togliamo percepiamo il sollievo di aria fresca sulle orecchie e la pressione a cui fino a pochi secondi prima era sottoposta la nostra testa. In pratica, l’esperienza intesa come audio ed ergonomia è tale da immergerci nei giochi in maniera decisa e convincente, ma dopo un po’ di ore queste cuffie si fanno sentire.

La sensibilità di ognuno gioca in questo contesto un ruolo fondamentale: se siete molto sensibili, e avete intenzione di indossare le cuffie per molte, molte ore consecutive, allora probabilmente le Virtuoso non fanno per voi. Se siete sensibili e siete solidi a fare sessioni di gioco di qualche ora, o fare varie pause, allora i pregi peseranno molto di più sui difetti.

Verdetto

Le Corsair Virtuoso RGB Wireless SE sono un paio di cuffie premium, dalla qualità costruttiva di alto livello, in grado di offrire un’esperienza audio ottima, e la flessibilità di essere usate con PC, PS4 e qualsiasi altro prodotto dotato di un jack audio.

Le regolazioni dell’archetto e dei padiglioni le rendono perfette per ogni testa, l’ergonomia è buona, il microfono anche. Il difetto principale riguarda l’indossabilità sulla lunga distanza, poiché il peso e la pressione sulla testa, se siete abituati a fare molte, molte ore al giorno di gioco, potrebbero infastidirvi.

Il prezzo delle SE è di 199 euro, mentre la versione base è di 179 euro. La differenza di solo venti euro fa propendere il nostro consiglio d’acquisto sul modello SE.

Quindi, se siete giocatori appassionati, che volete un’esperienza di gioco esaltata da un audio ricco e profondo, dovreste considerare le Virtuoso RGB Wireless, soprattutto se siete soliti giocare su più piattaforme. Se invece passate moltissime ore al PC, o in generale volete delle cuffie minimali e leggere, guardate altrove.

Corsair Virtuoso RGB Wireless SE

Corsair Virtuoso RGB Wireless SE sono le nuove cuffie gaming ad alte prestazioni di Corsair.


Verdetto

Le Virtuoso RGB Wireless SE sono un paio di cuffie in grado di offrire un’ottima qualità audio, buona ergonomia e una qualità costruttiva di alto livello. Anche il microfono offre una buona resa. Solo il peso e la comodità d’uso se fate molte ore consecutive giocando potrebbe essere considerato un difetto. Il prezzo elevato rispecchia comunque la qualità del prodotto.

Pro

- Solidità.
- Possibilità di ruotare i padiglioni di 180 gradi.
- USB-C, qualità audio con suono ricco e profondo.
- Buon isolamento passivo.

Contro

- Non sono molto leggere.
- I padiglioni non si possono sostituire.
- l’imbottitura di archetto e padiglioni non è morbidissima.