Android

Android Auto: in arrivo una marea di novità

Rimanere sempre connessi anche quando si è in auto, evitando tuttavia pericolose distrazioni: questo è da sempre l’obiettivo di Android Auto, la piattaforma derivata dal sistema operativo di Google e pensata per funzionare in combinazione con lo smartphone sui display delle automobili. Google ha presentato proprio qualche giorno fa delle importanti novità in arrivo nei prossimi mesi proprio in questo settore.

Google Assistant presenta ora una modalità guida del tutto nuova: semplicemente dicendo a voce alta il comando “Hey Google, let’s drive“, o connettendosi all’auto tramite Bluetooth, sarà possibile visualizzare in un’unica schermata tutte le informazioni utili alla guida. Una comoda visualizzazione a pannelli relativi a chiamate, messaggi e riproduzione di contenuti permetterà di evitare tocchi continui allo smartphone e restare più concentrati al volante. Sempre su Assistant si trova un’altra nuova funzionalità che rende possibile, su richiesta, di far leggere a voce alta allo smartphone i messaggi in arrivo e rispondere a voce automaticamente.

Android Auto + AAAD

Google ha intenzione quindi di concentrare sull’app Assistant, già implementata su gran parte dei suoi device, le funzionalità relative alla guida, rendendo di fatto obsoleta l’applicazione aggiuntiva di Google Auto per smartphone. A godere di ottima salute è invece Android Auto per i sistemi di infotainment delle vetture. Nella nuova versione di Android Auto, anticipa Google, sarà possibile visualizzare i suggerimenti di Assistant per la riproduzione di contenuti.

Sono stati aggiunti ad Android Auto anche dei minigiochi in collaborazione con GameSnacks, ovviamente da utilizzare solo a vettura ferma, oltre ad altre migliorie tecniche come la scelta della SIM su cui effettuare le chiamate per i dispositivi in grado di ospitarne due e il supporto alla modalità “lavoro” per visualizzare messaggi e appuntamenti professionali mentre ci si reca in ufficio.

L’ultima novità annunciata da Google riguarda la partnership con il produttore automobilistico Honda. A partire dal 2022 infatti Honda inizierà a produrre veicoli con integrato Android Automotive. Da non confondere con il già menzionato Android Auto, Android Automotive non è una piattaforma, bensì una build di Android a tutti gli effetti, indipendente dalla connessione con uno smartphone.

In un’ottica di maggiore sostenibilità ambientale, Google si impegna inoltre a riservare servizi speciali alle automobili elettriche. La versione di Google Maps per Android Automotive sarà infatti personalizzata per segnalare stazioni di ricarica compatibili, oltre a fornire all’utente informazioni in tempo reale sullo stato della batteria del veicolo.

WiFi potente in ogni angolo della casa, ora a un prezzo imbattibile: Google Nest Wifi è in offerta su Amazon.