Android

Huawei Mate 40, il ban USA pesa: possibile ritardo nella produzione

Il divieto imposto dagli Stati Uniti continua a pesare su Huawei. Secondo un nuovo rapporto della Asian Nikkei, il colosso di Shenzhen avrebbe chiesto ai suoi fornitori di ritardare la produzione della futura serie di smartphone Mate 40. Una mossa scatenata dalle nuove limitazioni statunitensi nei confronti dei produttori di chip che utilizzano attrezzature e tecnologie americane. Limiti che potrebbero intaccare la capacità di TSMC, che produce SoC HiSilicon, di fornire alla compagnia asiatica i propri chip.

Huawei avrebbe chiesto di ritardare la produzione per valutare l’impatto di potenziali interruzioni nella catena di approvvigionamento a causa dei controlli sulle esportazioni avanzati da Washington. Secondo quanto riferito, la società cinese avrebbe richiesto l’interruzione della produzione di alcune componenti della serie Mate 40 e un ridimensionamento degli ordini fino al 20% di alcune parti per il prossimo trimestre. Una fonte rivela che il rinvio della produzione sarebbe di uno o due mesi.

La produzione sembrerebbe sospesa fino a nuovo ordine. Tuttavia, ciò non vuol dire necessariamente che il lancio della serie Mate 40 verrà rimandato. Huawei potrebbe anche svelarla tra settembre e ottobre, come da tradizione, per poi renderla disponibile sul mercato in un secondo momento. Una pratica che – soprattutto a causa del Coronavirus – probabilmente vedremo spesso nella seconda metà del 2020.

Insomma, una situazione non facile per Huawei che si ritrova a essere il bersaglio da colpire per gli Stati Uniti nella guerra commerciale tra le due super-potenze mondiali. Il colosso di Shenzhen però continua ad andare avanti per la propria strada, seppur con tutte le difficoltà, immettendo sul mercato nuovi dispositivi, investendo nello sviluppo del proprio ecosistema (HMS e AppGallery) e continuando a dominare la scena mondiale sul 5G. Non a caso, è proprio in relazione allo sviluppo degli standard per le nuove reti che gli USA hanno fatto un passo indietro lasciando collaborare le società americane con Huawei.

Il nuovo P40 Pro è disponibile all’acquisto su Amazon, tramite questo link, con un interessante omaggio.